Fellatio matutina est bona medicina…

untitled

I soggetti estranei alle relazioni fedifraghe non si spiegano la caoticità del traffico alle prime luci dell’alba, sì certo, molti si recano sul posto di lavoro, altri accompagnano figliolanza a scuola, commissioni e incombenze di varia fatta. Un significativo contributo lo danno le coppie adultere, a quanto pare il tradimento perpetrato al sorgere del sole è molto gradito, per non dire ambito, non a caso gli hotel a ore che si trasformano in temporanee alcove iniziano ad affollarsi alla sette del mattino (giorni feriali, non c’è angelus e non si deve fare la pasta al forno), tuttavia non sempre trattasi esclusivamente di irrefrenabili fregole ma anche di logiche “logistiche”.

Inventarsi qualche scusa per sgattaiolare fuori casa tra brina e rugiada è sicuramente più facile che prodursi in poco credibili copioni mal recitati per giustificare imbarazzanti ritardi serali. Molti mariti hanno la carburazione post dormita lenta e spesso ammorbata da quello scazzo tipico di chi si appresta a vivere il nuovo giorno con lo stesso entusiasmo che aveva Robespierre mentre veniva portato al patibolo, status che agevola la cornificazione.

Tra le varie combinazioni clandestine possibili quella che meglio si presta a consumare sesso all’albeggiare è sicuramente la coppia “donna sposata/amante single”. Fugaci ma significative “colazioni” che danno il via al quotidiano sacrificio. Per lapalissiani motivi è lei che si reca da lui e questo riempie di fascino misterioso quello che io considero essere il più “artistico” degli incontri scavati nella monotonia e nella metonimia dell’esistenza.

Per capire cosa spinga una donna a levatacce da militare sotto addestramento per andare ad elargire un pugno di “caldi” minuti all’amante è d’uopo addentrarsi nei meandri della “pink psyco”. Meccanismi che sviluppano spinte motivazionali superiori al semplice coinvolgimento sentimentale o passionale, forse bisognerebbe parlare addirittura di “idolatria pagana” dove l’essere feticcio e adepto si alternano in nebbie che non consentono differenzazioni nitide

Scetarsi al virtual cantar del gallo, deambulare in cucina con gli occhi cisposi per ingozzarsi di caffè, fare toeletta, truccarsi e poi vestirsi al buio con il russare del marito che fa da colonna sonora… è un rito compiuto in una trance ipnagogica che crea incensi mistici. Il godimento rubato che combatte contro l’inesorabile scorrere delle lancette si identifica, prevalentemente, in un rapporto orale. L’immagine di una donna inginocchiata che pratica la fellatio a un uomo in piedi rievoca il sacramento dell’eucarestia, l’accettazione incondizionata di un momentaneo dominio voluto e cercato con adorazione. E’ proprio questo “voluto e cercato con adorazione” che induce a interpretazioni articolate.

Quando si ha poco tempo prima di recarsi in ufficio è impensabile, impossibile prodursi in” rate” performanti, la fellatio è l’ottimizzazione, sbagliato parlare di egoismo maschilista, così fosse praticarla sarebbe un dovere, un obbligo, non un piacere. Dopo aver realizzato “Deep Throat” il regista Gerard Damiano disse che Linda Lovelace aveva il punto “G” nella gola, in effetti nella scena plot non pare affatto recitare, la sua “partecipazione” estasiò tutta la troupe, quel film detiene ancora oggi, a distanza di oltre 40anni, il record “minimo costo massima resa”, costò circa 20.000 dollari è incassò miliardi. Probabilmente spiegò al mondo un concetto diverso di fellatio, fino ad allora vissuta come un contentino o un escamotage per mantenere la verginità prematrimoniale.

Sono in diversi a ritenere che in una coppia sado-maso il vero Padrone sia lo slave, in quanto “fulcro” che si concede stabilendo modi e limiti, lo stesso dicasi per la fellatio, un rapporto unilaterale solo in apparenza che attraverso una apparente sottomissione “generosa” schiavizza e annichilisce di fatto l’uomo nel fisico e nello spirito, arpionandolo così a una barca alla deriva nella tempesta della perdizione segmentata.

Il concetto di “fellatio matutina est bona medicina”, assimilabile al proverbio “chi ben comincia è a metà dell’opera” è, oggettivamente, il migliore dei risvegli.

Cari mariti, se avete una moglie che si alza al mattino presto e si tappa come la notte di capodanno per andare ad accompagnare alla stazione una sua amica, oppure si mette le autoreggenti con i tacchi a spillo per andare a fare delle analisi… rileggetevi questo post, può essere che il vostro rapporto sia diventato agàpe.

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

192 thoughts on “Fellatio matutina est bona medicina…

  1. Illuminante.
    Le considerazioni dei rapporti Top/Bottom e sulla fellatio le avevo già fatte in passato. Dirò di piú: in un rapporto è solo illusorio il controllo del ricevente durante la fellatio. In realtà si sta affidando ciecamente a chi controlla la situazione. Ed il controllo può dare piacere.

  2. Mizzica, che argomento!
    Concordo con Cix79: il tuo stile di scrittura e di comunicazione mi fa leggere un post come questo che in altre realtà avrei tralasciato.
    Buona domenica sera, Tads

    • No che dici? Anzi oramai NOn avere l’amante è considerato da VIP! Da Snob! Scherzi? E’ come dire che mangi sano e fai molto moto. Se dici: “sai io e mio marito lo facciamo ancora insieme” è come avere detto: “sai ieri ci siamo fatt un giro della costa sul 3 alberi di famiglia”! Cioè è roba tosta!

  3. Da profondo conoscitore delle ” debolezze” umane quale sei, riesci ad impreziosire qualsiasi argomento dotandolo della giusta ironia; ironia che non sfocia mai nel sarcasmo ma naturalizza vicissitudini ritenute socialmente scabrose collocandole in un contesto zelighiano a cui strizzi l’occhio con irridente benevolenza.
    Ciò detto, non posso che confermare la tua disamina, poiché una mia cara amica ( mi permetto di raccontarlo perchè in totale anonimato) mi confidava qualcosa di moooolto simile.
    Tre volte alla settimana si svegliava all’alba, lasciando il marito dormiente, docciata, profumata, in autoreggenti e tacco 12, passava a trovare il suo vicino di casa, il quale lo attendeva sulla soglia col caffè in mano. Poiché il tempo era tiranno, come giustamente evidenzi, ella si produceva in una fellatio matutina memorabile , beveva il caffè, si sistemava il rossetto e si recava in ufficio serena e soddisfatta con buona pace sua e dell’amante. Il quale dopo un pò le mandava un messaggino amoroso di gratitudine.
    Acutamente tu espliciti rimandi arcaichi a idolatrie totemiche e pratiche eucaristiche, aggiungerei che nella pratica della fellatio si estrinseca il suggello di un antico rito di nutrizione, perpetuato attraverso questo traslato metaforico in cui il “succhiato” rinnova il piacere del “succhiare” e viceversa, ed è proprio questo che lo rende cercato e voluto, interscambio di piacere e godimento al femminile.

  4. L’immagine di una donna inginocchiata che pratica la fellatio a un uomo in piedi rievoca il sacramento dell’eucarestia
    TADS FOR PRESIDENT!!! Anzi Papa!!!

    Adesso capisco perchè mia moglie ha sempre tanta fretta alla mattina :/

  5. Sai appena ho letto il titolo, stavo per girare i tacchi come suol dirsi, poi ho pensato che con il tuo stile di scrittura avresti reso interessante anche un argomento difficile da trattare. Ed è così, per il lessico, per la scorrevolezza e per le adorabili metafore.
    un caro saluto
    annamaria

  6. Non avevo letto da nessuna parte di questa tendenza prima… Di solito studi del genere fanno il giro dei social in pochissimo tempo.
    Comunque… No, la mattina presto no. Neanche per sogno.
    Se è questa la soluzione logistica migliore, allora non credo che tradirò, sono troppo pigra 😛

  7. …alla fine bisognerebbe constatare di chi è il vero piacere…per dire, il palato è pieno di terminazioni nervose…

    ..cazzo 8.57, devo andare in ufficio 😛

  8. TADS, io sono una civetta dormo poco e mi sveglio prestissimo, ma quando ho un uomo, fedelissima sono, e anche non gelosa, sarò mica normale?!
    P.s. Donne, se vedete che il vostro compagno, al mattino si sveglia presto per andare a correre, quando mai l’ha fatto essendo un pantofolaio, oppure si veste tutto in tiro e usa ettolitri di profumo, anche “LI” tipo Fantozzi, quando aveva appuntamento con la signorina Silvani…beh, comincerete a sentire quel fastidioso mal di testa, e gli armadietti della cucina per incanto, si saranno abbassati di un po’, in modo che tutte le volte sbatterete la testa, beh, cominciate a indagare…sa mai 😜

  9. ehhh la cosiddetta saggezza popolare che racchiudono i proverbi non si smentisce mai!!!!!
    chi dorme non piglia pesci!!!! in quale posto poi li piglia lasciamolo alla fantasia !
    buona giornata di sole!!!!!!

  10. non ho letto i commenti dei visitatori (lo farò in un secondo momento – prime mi concentro sul tuo gustoso articolo!) pertanto, spero di non ripetere un pensiero già espresso da altri.
    l’alzabandiera mattutina maschile è uno spettacolo ed un concentrato ormonale non indifferente. vuoi mettere? da qui l’opportuna decisione delle levatacce femminili per “assistere” (a) cotanta grazia.
    😀

    -L

  11. TADS, ti commento qui sotto. Se no, non so perché, i commenti, vengono pubblicati una lettera sotto l’altra, e non ci capisco niente.
    Sono nata qui a Torino, ma i miei da generazioni, secolari erano veneti.
    Dai, dai, dai, te l’avevo già detto tempo fa….smemorato! 😃

  12. Ahhhhhhh😜mhuahuhahhh 😃
    Forse e’ meglio che smettiamo, che magari ci credono, che siamo cosi rincoglioniti😃
    Buona domenica TADS, domani vado a Spulciar a mercatini. Me felice!

  13. Stile scrittoreo da applauso e contenuto molto riflessivo… TADS così però fai danni, d’ora in poi ogni marito sarà costretto a drizzare le antenne sulle uscite mattutine delle mogli…anche se io son d’accordo col commento di esordio di Vittorio… se te la vogliono fare, te la fanno a qualunque ora…

  14. In disaccordo.
    L’ora di punta dello share non è quella ma la pausa pranzo.
    Molto più insospettabile e molto più articolata rispetto alla fellona 🙂
    Esperienza personale ? Anche ma anche frutto di una mini-inchiesta.
    Complimenti bel blog.

    • benvenuto Stefan,
      ho fonti e dati affidabili, il sesso consumato sul posto di lavoro in pausa pranzo è più una leggenda metropolitana che è una tangibile e credibile realtà in grado di fare statistica, quello è un contesto in cui nasco0no relazioni, magari anche matrimoni. Sicuramente esiste una percentuale minima di amanti che trovano il modo per far qualcosa ma è irrilevante rispetto al caos mattutino delle cornificazioni.
      Comunque essere beccati significa perdere il posto di lavoro, di questi tempi non mi pare che un pompinello valga così tanto, dammi retta, meglio alzarsi un’ora prima 😉

  15. Arghhhhhhhh!! Cosa leggo sopra!! Io ho “brincato” marito fredigrafo e …..non dico altro, tanto chi mi conosce sa, ho chiesto la separazione, con addebito, una separazione lunga e travagliata, il divorzio, e’ finalmente arrivato nel 2009 dopo 12 anni. Ma, per me non ho chiesto una lira, solo il mantenimento di nostro figlio, di 300€ al mese, che ora da solo 150.
    E dire che lui già nel 1997 prendeva come stipendio 4.000.000 delle vecchie lire ed ora ne prende molti di piu’.
    Perciò, non tutte le donne spolpano i mariti, tante sono come me.
    O sono io che son stata scema!😳

  16. Se tu pensi che REGOLARE, sia essere cattivi, in questo determinato caso si, ma per il resto sono una persona “regolare”, non piu’ “Cretinetti”, e a chi voglio bene, che siano amori, o amici, sanno che io ci sono sempre.
    Non prendetemi solo per il c….😁

  17. …per le donne direi che è…. masochismo (levatacce, trucco, parrucco, vestizione..)
    …per gli uomini direi che è… efficienza mentale pari a zero (svegliarsi in tutti i sensi)

  18. Credo che al giorno d’oggi la donna abbia finalmente ottenuto l’emancipazione sessuale e utilizzi il sesso orale non come inviolabilità del suo corpo ma come sottomissione dell’uomo al volere di lei. Caro zio TADS, non mi fraintendere. Oggi gli uomini (ma credo da sempre) basta che sappiano che una donna è disposta al tradimento, alla libertà sessuale, a qualsiasi cosa che abbia a che fare con il mondo del sesso, che li si corre dietro con le bave ai lati del muso. Le donne hanno il potere, gli uomini credono di averlo.

    • cara nipotina penso tu abbia convinzioni sbagliate, nei rapporti il potere è un concetto relativo, l’idiozia maschile è la febbre del possesso, quella femminile è l’errata convinzione di avere tre le cosce l’obiettivo massimo degli uomini, non è mica così. Nella scala dei valori e delle priorità, tendenzialmente, non sono gli uomini a mettere in testa la fica, sono le donne che mettono in pole position il reale augello.

  19. Per la verità io credetti, cretinetti, dall’incipit di avere scoperto a distanza di anni il perchè del supertraffico alle 6,40 sul raccordo anulare….Ma già pagare è bene e non pagare è meglio quando ci si puote appagar diversamente!
    Ma vedo che qui si disquisisce di sesso e potere ed io che sono in tal senso parecchio egoista vorrei ‘solo’ poterlo fare tranquillamente (non oso dire normalmente sulla lavatrice che centrifuga o la fotocopiatrice che immortala una sequenza perchè sarebbe banale) generalmente all’intervallo del pranzo perchè si bruciano grassi.
    Quanto alla povera Linda ne girano di storie…
    Bene suona il timer del polpettone e chiudo con le scemenze.

    sheradevotammiratrice

  20. Uhm… mia moglie ha ripreso a lavorare da poco ed esce di casa parecchio prima di me… dici che mi conviene seguirla??? 😀
    “L’immagine di una donna inginocchiata che pratica la fellatio a un uomo in piedi rievoca il sacramento dell’eucarestia”… ahahah questa è davvero una immagine azzeccata! 😀
    http://www.wolfghost.com

  21. La mia ex moglie ha sempre lavorato con un partime iniziando alle 7,30 con la scusa di essere a casa il pomeriggio in tempo per prelevare i bambini a scuola…… e ha continuato anche quando sono diventati adulti…… dici che qualche sospetto era dovuto? 🙂

  22. Ciao, entro in punta di piedi nel tuo blog.
    Non saprei, sinceramente non me le vedo tutte queste mogliettine che partono alle 7:00 accampando scuse.
    Parto dalla considerazione che sono sposate.
    Ora:
    – potrebbero avere figli (specialmente in età scolastica). Difficilissimo dunque dileguarsi la mattina presto
    – potrebbero non lavorare e non avere impegni. Ed allora perché uscire presto di casa quando basterebbe attendere che il marito andasse in ufficio per avere la casa libera?
    – potrebbero invece lavorare. In questo caso dunque ci sarebbero degli orari da rispettare e anche il marito più ottuso capirebbe che se l’ufficio dove lavora la moglie apre alle 9:00 non ha senso che lei esca di casa alle 7:00

    Però è altrettanto vero che le donne sono mediamente più furbe di noi ometti, per cui saprebbero inventarsi qualsiasi meccanismo per ritagliarsi un’ora libera.
    Ma di mattina presto la vedo dura.

    Kikkakonekka (maschietto)

    • benvenuto sul mio blog,

      io tendo ad affrontare le tematiche strane della vita, il problema non è mettersi a fare il ragioniere con le lancette dell’orologio, che siano le sette del mattino o le otto dopo aver portato i figli a scuola è irrilevante. Come ho già scritto ad altri uso documentarmi prima postare, gli alberghi a ore, quelli ciularini, il grosso del fatturato lo fanno al mattino nei giorni feriali, ci sono state anche inchieste giornalistiche in merito. Una moglie fedifraga, magari con prole, tende a incontrare l’amante al mattino, i motivi credo siano lapalissiani, è un momento fuori controllo, i figli sono a scuola e si creano spazi. Poi, sai, non è difficile capire certe logiche, alzarsi un’ora prima è sempre meglio che tornare a casa un’ora dopo la sera, magari col trucco sfatto oppure troppo rifatto, ecc. ecc.

  23. Ahahah i tuoi post non mi arrivano più mannaggia… Sono sommersi dalle centinaia di email di notifica e di letture da fare che non posso seguire… Ma queste sono scuse, vado al sodo e commento questo post con: AHAHAHAHAHA! Magnifico.
    Anche la “prima botta di mattina e passa la paura” e via discorrendo! 😀

  24. Davvero bello come scrivi! Io non ho esperienza in merito, prendo ancora il bus per andare a scuola. Mi ha incuriosita una cosa: come fai a sapere che gli hotel a ore sono affollati alle 7 del mattino? E descrivi bene come sono vestite le donne. Ti ho immaginato come proprietario di un motel, dietro il banco, che allunghi le chiavi alle coppie di amanti 🙂

    • grazie per il complimento, non scrivo mai niente di autobiografico, queste sono cose che succedono a tutti quei maschietti che si relazionano con donne sposate/impegnate, il sesso mattutino spesso è l’unico sfogo fisico possibile

  25. io onestamente mi trovo un pò fuori contesto, però leggendo un pò il post e i commenti, questi grandi numeri mi fanno pensare che c’è un infinità di gente scontenta e dominata dalle abitudini della massa… la cosa si fa ancora più triste che sia per amante o per amata e /o che alla fine, tempo al tempo, saranno ancora più scontenti di prima perchè potrebbe esserci routine o moda dietro queste pratiche più che vera e sana (non so se si possa definire così) passione… boh…

    infinitamente fedele alla notte… 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...