Il Papa, i Maya, twitter, date palindrome e strani arzigogoli aritmetici…

il-papa-twitta-400x265Papa Benedetto XVI°, alias Joseph Ratzinger (quell’arzillo vecchietto Tedesco vestito come il mago Otelma che ogni domenica mattina si affaccia alla finestra per spettegolare con gli astanti), è approdato su twitter. Twitter è il social network degli snob, dei fighetti, dei vip, oggettivamente una “star” del suo calibro non avrebbe mai potuto immergersi nel puzzo proletario di facebook, almeno non subito, troppo brodo primordiale per dare la stura al cristianesimo on-line. Ufficialmente la fede “touch screen” nasce il 12-12-12, data palindroma dagli occulti e cupi significati, l’ultima del secolo ma anche l’ultima della prima serie del nuovo millennio, per poter celebrare con gli stessi numeri l’anomala ricorrenza, bisognerà attendere ben 100 anni.

La data scelta da Herr Joseph, 12-12-12, è composta dagli stessi numeri della nefastaprofezia-maya “scadenza” Maya (21-12-12), sommando le coppie di cifre viene fuori: 3-3-3, incolonniamo e sommiamo ancora i due risultati, otteniamo un 6-6-6, “666” è il numero Satanico per eccellenza, inquietante coincidenza. Se proseguiamo in questo giochino capovolgendo il 666 abbiamo un 999, qui mi sento in qualche modo coinvolto, essendo nato il 9 settembre, nel 2009 ho festeggiato il compleanno palindromo (09-09-09). Continuiamo… 9-9-9 + 6-6-6 = 15-15-15… (5+1) sempre 6-6-6 (666). Insomma… diavolo e acqua santa. 12 erano anche  gli apostoli, suddivisi da Leonardo da Vinci nel suo cenacolo in 4 gruppi da 3, la metà di sei ma anche 1/4 di 12, 4 gli evangelisti, 3 la trinità.  All’insegna del melius abundare quam deficere… Il doppio di 12 (cosa risaputa da tempo) è 24, esattamente il numero delle lettere che compongono il biglietto da visita di Ratzinger: “Papa Benedetto Decimo Sesto”.  666E’ stato divertente scrivere questo capoverso (non mi crocifiggano gli esperti di numerologia), faccio comunque fatica a credere sia tutta una casualità, personalmente potrei anche viverla come tale però penso che dalle parti del cupolone ci abbiano ragionato molto sulla data da scegliere.

L’arrivo di Ratzinger su twitter non è un passaggio da prendere sottogamba, una decisione epocale probabilmente scaturita da una terrena necessità di adeguamento. Certamente è un affidabile canale per testare e sondare, magari anche tentare di “umanizzare” una carica che porta in dote l’impegnativo appellativo di “santità”. I vecchi web-surfer come il sottoscritto si sono imbattuti spesso nel cattolicesimo internettiano, siti, blog, forum, salmi e rosari on-line impazzano da tempo nella “grande madre” rete, così come certi catechizzatori/trici, stakanovisti e coriacei fino a rasentare l’assillo. Difficile trovare solidi appigli per “apprezzare” una simile operazione di marketing, l’immagine del pontefice che invia il primo tweet appoggiando il polpastrello sul monitor di un tablet, seppur con una malcelata titubanza, ha fatto il giro del mondo. E’ possibile interiorizzare la fede nella agnostica e sconfinata agorà virtuale di un social network??? I “SN” non sono forse moderne torri di Babele??? I credenti integralisti parlano di “banalizzazione” della fede cristiana, in effetti…!!! Dalletwitter_logo rischiose e fatiscenti missioni di fortuna allestite nei bui orifizi del pianeta, si è passati ad un comodo e sedentario indottrinamento Wi-Fi. Sarà  compito improbo soffiar via le grigie nubi del contraddittorio allargato, un ateo documentato e di ottimo eloquio dotato… impiegherà poco ad allungare la coda degli scettici. Zio Joseph… porte, portoni e portali da aprire sono altri, spalanca quelle degli archivi Vaticani e svela al mondo 2.000 anni di “segreti cristiani”, allora sì che batterai, in men che non si dica, il record planetario di follower.

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

48 thoughts on “Il Papa, i Maya, twitter, date palindrome e strani arzigogoli aritmetici…

  1. Caro Tads non pensavo fossi così numericamente creativo 🙂 , il Vaticano forse non si è iscrtitto su facebook perché c’è un gruppo con più di mille iscritti che si intitola: petizione per il trasferimento del Vaticano in Groelandia 🙂 . Scherzi a parte non comprendo questa presenza su Twitter , la trovo una minimizzazione di ciò che dovrebbe essere molto “grande e intimo”, se la considerano una modernizzazione ….. Non sono per niente d’accordo…..

  2. lo sai che nella mia targa automobilistica i numeri sono 666 ?con questa scusa mi fermano spesso per controlli i solerti tutori dell’ordine e tutti mi fanno battute ..diaboliche! 😀 ! non ho FB ne Twitter percio’ non posso tanto disquisire sulla portata di tale mossa posso dirti che dopo aver preso il posto di un peso massimo come Papa Giovanni Paolo Secondo un po’ mi fa pena…. 🙂 !

  3. La tua matematica ha ravvivato alquanto la noia di questa serata, ebbene, sì, capita forse non più spesso di una volta all’anno, mi sento annoiata e anche un po’ scocciata. Non ho una mente matematica, quindi mi diverto di più, come una persona stonata che ascolti il coro dell’asilo. A me non pare così importante che il papa stia su twitter, vuol dire che è anche lui un essere umano e il computer gli piace. In televisione ho sentito alcune battute che gli hanno fatto fedeli e infedeli, sono terribili e divertenti anche quelle. Sembrava di leggere te o alcuni fra i miei amici. Che bella l’umanità.
    Però, però, a mia discolpa devo dirti che, pur non avendo una mente matematica, molti anni fa mi capitarono alcuni test di intelligenza, allora io ho ho provato a farli, ho come creato due blocchi di numeri, uno a destra e uno a sinistra della mia mente, e me ne andavo conteggiando all’ingrosso, ora non ho mai capito come abbia fatto, la risposta era giusta una volta su due o quasi. Ho smesso presto perché la matematica ed io ci siamo sempre guardate in cagnesco e mi scocciavo.

  4. Probabilmente, il papa cerca la popolarità.
    La sua scelta “twitteriana” mi ha lasciata molto perplessa.
    Penso che il suo computer sarà manovrato da scagnozzi e sottoposti.
    Non lo so vedere a cliccare risposte con tutto quello che avrebbe da fare d’importante e serio.
    I tempi sono così cambiati che non mi meraviglio più di nulla.
    E mi sento sempre più “antenata di me stessa”.
    La tua scrittura mi regala piacevolezza e te ne ringrazio veramente.

    • sinceramente anche io non ce lo vedo scaricare app, twittare e girare per blog (ti dirò che un commentino del papa in risposta alla mie considerazioni mi piacerebbe molto 😀 )

      felice di regalarti piacevolezza

  5. E’ un bellissimo regalo leggerti, lo dico tutte le volte: adoro la tua scrittura ironica e mordente. La numerologia in questi termini non la conoscevo e tra l’altro non credo molto agli strani arzigogoli numerici, sono una persona più pragmatica.
    Il Papa su twitter, che poi credo ci sia un segretario che si occupi dei messaggini, ecco questa iniziativa la vedo un po’ come un modo per interloquire con il mondo virtuale anche per richiamare nuovi fedeli, evangelizzazione sul web, e poiché i tempi cambiano anche la Chiesa deve adeguarsi.

    Grazie infinite per l’esaustivo commento da me.
    Ti auguro una buona serata
    un caro saluto.
    annamaria

  6. perchè stupirsi o peggio stigmatizzare l’approdo sui social network del papa? Da sempre la chiesa attraverso i suoi uomini ha usato ( e spesso purtroppo abusato) dei mezzi terreni, al pari di ogni altro potere costituito ( perchè tale è la chiesa). Io da tempo mi chiedevo: ma quando la chiesa entra nei social? Non perchè ne sentissi l’esigenza, ma in quanto ritenevo che ad essa non potesse sfuggire la grande opportunità di dialogo e di veicolazione delle idee attraverso uno strumento mediatico veloce e capillare. Al tempo dei prime comunità cristiane erano gli evangelizzatori a muoversi ( Pietro, Paolo ) oggi la “parola” viaggia anche in rete!

    • ciao Lino,
      sono d’accordo con te, la chiesa è da anni in rete, non è questa la novità, trovo “pittoresco” il video del papa che invia un tweet, diciamo che attribuisco alla cosa una valenza più che simbolica.

  7. Mi soffermo su Satana. In realtà, il suo nome è Lucifero. Si ribellò a Dio perché aveva capito l’imperfezione e la malvagità degli uomini. Sebbene onnipotente, Dio non gli prestò fede. Lo puoi trovare su FB. Lo puoi trovare ovunque, non necessariamente dove sta di casa il male.
    Buona serata!

  8. “Twitter è il social network degli snob, dei fighetti, dei vip”? E io non ci sono!?!? Mi devo iscrivere….

    La cabalistica numerologica è di un divertente. Puoi collegare tutto a tutto ed essere preso sul serio anche quando lo si è poco. 😀

  9. Penso che il papa sia una persona normale, un vecchietto arzillo desideroso di vivere, oltre a tutto quello che ha vissuto, anche la rete prima del definitivo addio. Oggi, per la Chiesa, questo mezzo è una pubblicità, anche se tutto si potrebbe ritorcere contro di essa, perchè Lui, tra alti e bassi, dovrebbe essere il portavoce di una cosa immensa, molto più grande di quello che egli stesso, e tutta la sua congrega pensa, e se fosse meglio proposta non avrebbe bisogno del p.c. Sai cosa m’interesserebbe tantissimo, se un domani dovesse essere messo in rete? Quello che hai scritto in ultimo, duemila anni di segreti cristiani. Allora si che potremo valutare e giudicare, ma lo stampo militare di questa millenaria religione non lo farà mai. Poi per i numeri, questi rimangono tali, li possiamo giocare al lotto, li possiamo sommare e detrarre, rimarranno sempre e solo numeri, quelli che io do ogni tanto.

    😀

    • oltre ai 2.000 anni di segreti e nefandezze “cristiane”…
      vorrei che il papa spiegasse, magari su twitter, il perchè la “chiesa romana spa” si sia mossa SEMPRE in direzione diametralmente opposta ai dettami di Cristo

  10. A priori,il …”difetto” di questo papa è di non essere Wojtyla. Un papa come era lui oggi ci manca, sarà difficilissimo avere un ‘altro Carol… il carisma non si impara!
    Se ci pensi bene, se fosse andato su twitter, ( ma non l’avrebbe mai fatto) papa Wojtyla non avrebbe scatenato così tante polemiche! Anzi!
    Ratzinger ci è antipatico, a lui si perdona poco…poi è pure “crucco” 😦
    buone feste!

  11. Buongiorno, caro amico, sono passata a farti gli auguri. Tutto bene? Spero che tu abbia cominciato il nuovo anno all’insegna del buon umore e di tante altre buone cose.
    Un abbraccione e Buon 2013!
    annamaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...