Le urla dei colpevoli…

Nella interminabile sequela di anomalie Italiche l’ultimo anello della assurda catena che si è andato ad aggiungere in questi giorni è certamente il più inquietante. Una sostanziosa parte dei cittadini festeggia la caduta della democrazia e accoglie a braccia aperte un dittatore arbitrariamente posto al comando in barba alla più elementare delle regole civili, la sovranità del popolo…

Uno dei più incisivi, dovrei dire “canini”, lupi mannari della finanza mondiale si appresta a “farci la festa”, per meglio sentirsi a suo agio, come una star, si porta dietro il team personale composto dai compagni di merenda della Bocconi, il suo feudo, fucina di predatori incravattati e dai modi gentili forgiati ed indottrinati secondo l’unico credo che esista al massimo livello, la venerazione di due divinità gemelle: “Denaro e Potere”.

Per il PD ogni occasione è buona per dar fondo alla botte di Sangiovese, nelle recenti amministrative sono stati trombati a Milano e Napoli dagli scomodi alleati ma loro hanno brindato lo stesso, cosi come fanno in questi giorni per la caduta di Berlusconi, nonostante non possano rivendicare nessun merito. Ha “vinto” la corrente più biasimevole e antidemocratica dell’antiBerlusconismo, TTB, Tutto Tranne Berlusconi, credo di essere uno dei pochi che non ha sorriso alla nascita di questo acronimo, sapevo che la santa alleanza non avrebbe mai potuto battere il Cavaliere, infatti quel TTB ha partorito Mario Monti, un uomo che rappresenta il potere economico del pianeta, l’unico potere in grado di fare anche qui ciò che ha fatto altrove, sostituirsi alla Democrazia con un golpe ovattato, colpo di mano agevolato dal disfattismo e dal disonore sinistro che, seguendo alla lettera le disposizioni, ha sparso fango sulla Patria. Quando il Conte Monti inizierà la sua “opera”, si scoprirà che gli Italiani non erano dei barboni morti di fame ma un popolo di benestanti da “alleggerire” finanziariamente.

Gli attacchi giudiziari, mediatici, economici e personali, siamo a livello di innegabile persecuzione, non sono riusciti a scalfire Berlusconi, a livello politico dobbiamo analizzare la verità VERA, l’ex Premier è inciampato tre volte nella sua carriera di Statista, due volte è caduto sotto il bacio di Giuda e una volta ha perso le elezioni grazie a brogli da terzo mondo, quando vinse Prodi si trovò la maniera di impedire l’accesso alle urne a centinaia di migliaia di elettori, governo successivamente andato a ramengo dopo aver, ancora una volta, depredato gli Italiani. Ergo, neanche la politica è riuscita mai a sconfiggerlo nel territorio del confronto democratico.

Berlusconi ha fatto diversi errori, come tutti in ogni dove, il più grave è quello di non aver capito che i palazzi del potere sono fogne imbiancate dove pullulano sorci infami, lo stesso dicasi per il suo approccio con l’impero mediatico. Il contadino Di Pietro si è presentato a palazzo con gli armadi pieni di scheletri ma, da ex magistrato, ha capito subito che l’unico modo per non farsi massacrare dai media consisteva nello sfruttare, senza remora alcuna, l’esercizio della querela. Dopo averne fatte a centinaia mandando per stracci diversi giornalisti si è “blindato”, infatti nessuno osa andare a spulciare nei suoi affari. Berlusconi avrebbe dovuto fare lo stesso, iniziare da subito a sporgere querele ogni mattina ad ogni riga o espressione minimamente perseguibile, sarebbe bastata una condanna “pilota” per raffreddare bollori. Questo non lo ha mai fatto, ciò ha prodotto un crescendo di assalti, tollerati anche da un ordine dei giornalisti orbo. Siamo giunti da tempo alla frontiera dell’assurdo, qualsiasi coglione può presentarsi in video o scrivere sui giornali le peggiori illazioni, non succede niente, il tutto in nome di quella libertà di stampa ed espressione interpretata come un diritto alla denigrazione altrui. Solo in Italia abbiamo assistito ad una manifestazione dei giornalisti che rivendicavano il diritto di operare nella illegalità, solo in Italia poteva esserci un santoro che all’interno di un servizio pubblico, pagato con soldi pubblici, ha condotto una guerra personale contro il Cavaliere, reo di aver posto il veto alla sua candidatura a direttore di Rai3. Solo in Italia si parla di editto Bulgaro, in Francia quel giullare di sarkozy ha fatto licenziare dozzine di giornalisti ostili ma nessuno ha mai parlato di imbavagliamento, dittatura e cazzate simili, non ci sono state manifestazioni e tutti si sono adeguati alle bizze del galletto in salsa maionese. Tanto per fare un esempio e non parlare della personale concezione di libertà di stampa che aveva Murdoch in UK. Qui è successo poco o niente ma è bastato per scatenare strumentalizzazioni e attacchi interminabili.

Berlusconi non è entrato in politica per arricchirsi, come hanno fatto tutti gli altri, nemmeno per salvarsi dalla giustizia, i processi lo dimostrano, checché ne dicano i soliti lobotomizzati, lui ambiva a qualcosa di più nobile, passare alla storia, questo gli è riuscito benissimo, tra mezzo secolo i libri di testo parleranno ampiamente di lui, di tutti questi “nessuno” che oggi fanno cin-cin non troveremo traccia. Berlusconi ha il merito di aver rotto gli schemi, ha osato mettere mano a quella mangiatoia chiamata scuola, ha ridotto l’assenteismo degli statali, ha inferto durissimi e letali colpi alle mafie, ha interpretato l’interventismo politico uscendo da quella inezia che da sempre stanziava nei palazzi, ha modernizzato ed umanizzato il potere, ha fatto qualcosa di concreto per le imprese, per i pensionati, per le infrastrutture… l’elenco è lungo, molto lungo ma i soliti strilloni continuano a parlare di bunga-bunga e pompini.

Ribadisco, il movimento antiBerlusconiano è riuscito, in lunghi lustri di menzogne, a portare molti italiani a festeggiare la caduta della democrazia e l’avvento di una dittatura economico/finanziaria, ogni tanto mi viene spontaneo riportare una affermazione: “per fare un dispetto alla mia donna mi taglio il cazzo”, il livello è questo, chi ne ha i mezzi rifletta.

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

7 thoughts on “Le urla dei colpevoli…

  1. “A quanti hanno esultato per la mia uscita di scena, voglio dire con grande chiarezza che da domani raddoppierò il mio impegno in Parlamento e nelle istituzioni per rinnovare l’Italia. Viva l’Italia, viva la libertà”.
    Un gran signore…

    TADS’ ANSWERS:

    perle ai porci

  2. Già…
    Ora stiamo per diventare una colonia europea.
    Berlusconi ha sempre fatto paura, in Italia e fuori..
    I festeggiamenti vari sono sola una dimostrazione di quanti siano gli imbecilli a cui non interessa nulla dell’Italia.
    Ho il voltastomaco…Ciao democrazia.

    TADS’ ANSWERS:

    ciao Sabry,
    quando in un Paese democratico al potere si insediano figuri non eletti dal popolo si pone in essere un golpe. Gli Italiani che hanno brindato alla morte della democrazia e accolto a braccia aperte il regime economico/dittatoriale sono il frutto della lobotomizzazione antiBerlusconiana, aveva ragione Costanzo quando diceva: “la mamma dei coglioni è sempre incinta”

  3. In effetti se fosse stata più “equilibrata” non sarebbe poi tanto male!
    Ops equilibratO volevo dire! (come uomo intendo)
    Vedremo cosa succederà…nel frattempo!

    TADS’ ANSWERS:

    vedremo

  4. Alla fine gli oziosi, pusillanimi, ipocriti, falsi politici, coloro che sguazzano nel disordine, ecc. ecc.. Sono riusciti a minare chi aveva cercato di dettare delle regole. La cosa che personalmente dispiace di più è la serpe (le serpi) che aveva in seno la quale ha contribuito notevolmente all’immeritato declino.

    TADS’ ANSWERS:

    è presto per parlare di declino Re,
    appena gli Italiani si accorgeranno chi e cosa rappresenta Monti… tutti al voto.

  5. Hanno fatto male i sinistri “in crisi” a lanciare monetine all’ex Presidente del Consiglio, dovevano tenerseli in tasca e buttarli nel salvadanaio per pagare le prossime tasse! Che amarezza, è stata l’ennesima dimostrazione incivile di una sinistra ignorante che non dovrebbe festeggiare ma piangere. Sorrido alla loro ennesima figura meschina, ma è un sorriso amaro il mio, perchè mi vergogno dell’immagine che i miei comPaesani hanno dato fuori dal nostro Paese.
    Adesso c’è superMario, uomo dalle caratteristiche contro cui la sinistra ha combattuto, rappresenta le banche, la finanza, il potere, eccetera, superuomo che per arrivare al pareggio di bilancio nel 2013 metterà mano nelle tasche di tutti gli italiani. Se dovessi arrivare in ritardo la lavoro per l’ennesimo corteo contro il Governo ti giuro Sdat che 200 pezzi da un cent (non di più) glieli tiro io con la fionda!
    Comunque permettimi di ricordare solo qualche punto a favore delle famiglie che Berlusconi in questi 17 anni di governo è riuscito a portare a beneficio degli italiani lavoratori: ha raddoppiato la detrazione dalle imposte per ogni figlio a carico e aumento le detrazioni per ogni figlio con disabilità, segue una prima riduzione dell’IRPEF sui redditi più bassi, poi l’introduzione della no tax area e ancora una seconda riduzione delle tasse sui redditi da lavoro dipendente. Sale nuovamente il tetto della no tax area a beneficio delle famiglie a basso reddito, successivamente aumentano le detrazioni per i familiari a carico e introduce la deduzione delle spese per le badanti, elimina l’ICI sulla prima casa, tassa del 10% i premi di produzione… Continuo con i benefici alle imprese per le assunzioni? Questa per gli scimuniti è noia, meglio spiare dal buco della serratura di palazzo Grazioli. Dove andranno a spiare?

    TADS’ ANSWERS:

    Lux versione: monella con la fionda in mano
    Berlusconi ha fatto, tra le innumerevoli cose, un vero e proprio miracolo, una rivisitazione del compresso storico, infatti è riuscito a fare “accoppiare” i comunisti con i capitalisti. Nasceranno figli meticci (cognome comune l’acronimo: TTB) che creeranno aziende in attivo e con gli utili finanzieranno movimenti politici nemici che manifesteranno contro le loro stesse imprese, praticamente il masochismo politico/finanziario. L’evoluzione dell’onanismo estremizzato fino alla sodomia autopraticata, performance circense, mica cotica.

  6. Sdat,
    ho qui con me Lino noli al quale il Toni continua a ripetere: cazzate, solo cazzate. Le contumelie del vecchio Toni se le merita tutte l’ingenuo Lino noli, perchè ha pensato che il problema fosse tutto racchiuso nella persona di Berlusconi, ed ora che Questi si è fatto da parte ( momentaneamente?) crede che tutto sia risolto!! Povero illuso! Ha ragione il Toni a rampognarlo duramente!
    Sdat, devi sapere che Lino Noli ha 60 anni di età e quasi 40 di contributi, possiede la casa in cui abita ( con tanto di mutuo annesso), lavora alle dipendenze di una pubblica amministrazione, ha depositato alla Posta un gruzzolo di circa 200mila euro, quasi tutti frutto di un’eredità : in pratica è il bersaglio ideale dei provvedimenti che a breve emanerà il governo “ dell’economia” presieduto da Monti.
    Il Toni invece, dall’alto del suo “sano” radicalismo comunista ha bollato subito questo governo come un “affamapopolo” ( ha esagerato un tantino!), perchè è convinto che le lacrime e il sangue che si verseranno sono quelli dei lavoratori i soliti tartassati di sempre. Il suo estremismo lo fa spingere a dire che sarebbe stato giusto ed equitativo un provvedimento che si occupasse di redistribuire il reddito nazionale: Io ho cercato di tradurre in “pulito” il suo pensiero , ma lui ha detto, alla lettera, : sequestriamo case e denaro a chi ne ha tanti e distribuimola tra chi ne ha pochi”.
    Vedi Sdat, mi trovo tra due fuochi: Lino Noli, “boccalone”, subito pronto a bersi tutto , e il Toni che butta lì proposte utopistico-eversive! Io che devo fare, a chi devo dare ragione!! a questo punto non lo so manco io!!
    ciao

    TADS’ ANSWERS:

    vedo che il buonumore non manca,
    andateci piano col Chianti, presto il Conte Monti tasserà anche quello.
    Complimenti per il trittico Toscano

  7. Chapeau!!!
    Grande Tullio.
    Nulla da aggiungere.
    Hai tutto il mio appoggio e la mia mai sopita ammirazione.

    Un abbraccio
    Marilù

    TADS’ ANSWERS:

    bentornata Marilù,
    è veramente una gioia rileggerti sul mio blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...