Arrivano i nostri… anzi, i loro…!!!

A cena con un ristretto numero di menti pensanti, razza in estinzione, misi in tavola il mio “uovo di Colombo” dicendo: “se non riesci ad ingrandire una cosa prova almeno a rimpicciolire ciò che gli sta intorno”. Ne sono scaturiti approfondimenti antropologici di considerevole livello. Manovrare lo “zoom” sociale della comunicazione, “stringendo” e/o “allargando” arbitrariamente la linfa dei propri interessi, conferisce un potere più devastante delle insidiose armi batteriologiche…

L’ingigantire il bacino d’utenza della attingente informazione non ha diffuso conoscenza, ha solo aumentato numericamente i beoti paganti. Dirottare, deviare, pilotare, manipolare eventi, ingrandendo ciò che è utile agli interessi di bottega e rimpicciolendo ciò che dovrebbe servire alla collettività, è l’espressione di una pedissequa lobotomizzazione mediatica collettiva, una rivisitazione, modernizzazione, delle propagande nazi/comuniste. L’aspetto più avvilente alberga nella incapacità dei più di sottrarre la mente alle stamperie del “pensiero reddito” che operano in trafila, a getto continuo, senza soluzione di continuità.

La produzione in serie di menti unificate produce una matarozza ossimora, l’Italia è un Paese di pezzenti alla canna del gas, pezzenti viziati, griffati, tecnologicamente evoluti, avvezzi al superfluo, obesi o palestrati, proprietari di immobili senza pari, risparmiatori e sempre pronti a partire per “staccare la spina”. Altra contraddizione che funge da cartina di tornasole in grado di identificare e catalogare gli allocchi, è credere al bue che chiama cornuto l’asino. La globalizzazione mediatica è un tappeto che copre l’immondizia, il potente impero di Murdoch sbeffeggia Berlusconi ed osanna Sarkozy, il galletto è, innegabilmente, l’uomo politico più ridicolo che la storia mondiale recente abbia partorito, per vicende private e pubbliche, il mangiabaguette al nostro Premier potrebbe solo lucidare le scarpe. Si ha paura dei potenti, è per questo che l’Italia viene sistematicamente attaccata e denigrata, con la veemente complicità di serpi aridi di orgoglio e amor patrio. Chi nasce servo vive con terrore il dover impugnare lo scettro del comando, prima dell’era Berlusconiana i politici Italiani, sul palcoscenico internazionale, hanno sempre fatto solo i “ballerini di fila”, asserviti e leccaculo.

Una Italia economicamente forte e politicamente solida assurgerebbe a ruolo di Stato leader della UE, questo scalzerebbe Francia e Germania, non solo, destabilizzerebbe equilibri consolidati di lobbies economiche che, come novelle Penelopi, fanno e disfano il destino delle Nazioni. Lo stesso recinto di protezione inventato per tutelare Italia e Spagna è una bufala colossale, il default Greco sodomizzerebbe galletti e crucchi, sono loro ad avere in tasca centinaia di miliardi di Euro in titoli Ellenici, fingono di aiutare noi per salvare il loro deretano. Le banche Italiane sono tra le più solide al mondo, checché ne dicano le agenzie di rating molto interessate e niente affatto credibili, una mafia monetaria tollerata e temuta da tutti perché, alla bisogna, connivente con tutti e in grado di ricattare tutti, interessi di logica incestuosa che hanno prodotto intrecci e grovigli difficili da dipanare.

Ritorniamo a casa nostra… la solidarietà Italiana è una penosa barzelletta che non fa ridere, qui vige il corporativismo più granitico. Servono soldi, bisogna fare cassa, la strada più OVVIA da percorrere è quella dei tagli… e che succede??? Succede che i ricchissimi e viziatissimi calciatori ritardano il campionato per non smollare il contributo di solidarietà, i teatranti sbraitano, gli Statali fanno gli isterici, alla sicurezza non bisogna tagliare risorse, alla istruzione neanche a parlarne, lo stesso dicasi per tutti gli apparati, l’impresa privata chiede una maggiore flessibilità sulle maestranze e via… scioperi generali e rivolte in vista. Ma allora questi soldi dove si possono prendere??? Ridurre i costi della politica? Demagogia allo stato puro, se i parlamentari lavorassero gratis il problema si sposterebbe dello zero virgola. In vero la strada migliore sarebbe quella di eliminare migliaia di enti, fondazioni e associazioni inutili che succhiano soldi, allineare la fiscalizzazione delle coop alle aziende normali, finirla di sponsorizzare iniziative pseudo-culturali che non servono a niente, privatizzare tutto il privatizzabile (acqua compresa), sfrattare i soliti noti da immobili prestigiosi affittati a tariffe da box-auto e metterli in vendita a prezzi di mercato… eccetera, eccetera, eccetera… Guarda caso tutte queste cose riguardano la sinistra, sono loro gli ideatori ed i gestori delle mangiatoie, degli apparati pubblici imbottiti di esuberi e pure i depositari della millantata cultura, una cultura che costa fior di miliardi ai contribuenti… Come diceva il vecchio Pinin: “onde per cui la quale… qui non si tocca niente”.

Quello che ho scritto nel capoverso di apertura: “se non riesci ad ingrandire una cosa prova almeno a rimpicciolire ciò che gli sta intorno”, è diventato, mio malgrado, vangelo per molti. Tutti sbandierano la presenza di Di Pietro alle manifestazioni per la libertà di stampa ma nessuno dice che il Molisano ha sporto oltre 350 querele nei confronti di giornalisti “curiosi”. Non si fa altro che parlare di tagli alla ricerca, di fughe di cervelli ma nessuno dice che centinaia di laureati non sono in grado di superare la prova di Italiano scritto ad un semplicissimo concorso comunale. Repubblica attacca Ricci e la strumentalizzazione del corpo femminile ma riempie i suoi inserti di donne ignude e mette on-line video porno. Comunisti miliardari e ricchissime vedove pretendono, stando in salotti esclusivi e sontuose residenze Parigine, di occuparsi dei problemi che affliggono il proletariato. Santoro manda in onda il cell di Berlusconi e poi, dopo un paio di giorni, querela un quotidiano che ha osato pubblicare il suo, la magistratura è pigra al punto tale da far scarcerare pluriomicidi ma di fronte al Premier ambisce al Guinnes dell’efficienza, della velocità e dello zelo. La satira è tale solo se colpisce il Primo Ministro, guai toccare qualche “Barone” della sinistra, si finisce in tribunale, pubblicare intercettazioni dei boiardi mancini è un reato, rendere pubblici tutti i cazzi privati dell’emisfero Berlusconiano è un diritto. Il sostituto procuratore Ingroia si mette sulle spalle la bandiera comunista ed arringa la folla comiziando contro il Governo, in un qualsiasi Paese civile sarebbe stato licenziato in tronco, in Italia questi soggetti diventano eroi. Da non trascurare l’alacre lavorio del cardinal Bagnasco, il vero “deus ex machina” della “chiesa romana spa”, che immette quotidianamente nell’etere lo stridere di unghie che grattano sui vetri, anche lui ingrandisce le altrui pecche per rimpicciolire le nefandezze ecclesiastiche.

Recentemente mi sono imbattuto in un blog, fortunatamente non considerato dai viandanti della rete, di fatto gestito da due checche nevrotiche che ovviano alla manifesta demenza ed impotenza senile osannando il tunnel della coprofagia Freudiana. L’Italia sarebbe, a loro dire, il Paese più di merda al mondo ma ben se ne guardano dall’andare ad allocare altrove dentiere e flaccidi culi. Chi può considerare “paradisi” aree del pianeta in cui il valore della vita è prossimo allo zero, i diritti civili sono calpestati, la prostituzione è la primaria fonte di sostentamento, si muore di fame e malattie normalmente curabili? La risposta è semplice e angosciante: gli amanti del “vizio low cost”. La costituzione di harem bisex viene vissuta come l’espressione di una nobile solidarietà, si, la solidarietà spermatica, in fondo di questo si tratta, né più nè meno come i “compagni” sfigati anni ’70/80 che si recavano in URSS con la tessere del PCI in tasca e la valigia piena di collant per “socializzare” con fanciulle tenute in linea da diete di regime. Sotto l’arcigno Leonid Breznev l’impero rosso era un vero eden (si fa per dire), come la storia ha successivamente dimostrato. L’aspetto tragicomico sta nel vedere con quanta acrimonia questi individui condannino le feste di Berlusconi, ex fottitori della indigenza dittatoriale terzomondista votatisi al moralismo del terzo millennio. Gli storici riempiono pagine di libri sulle problematiche sessuali di Hitler e Mussolini ma trascurano, distrattamente, alcuni particolari in red… Stalin violentava le figlie, ad esempio, Togliatti ha avuto una lunga relazione adultera “illegale” con Nilde Jotti, l’ha pure ingravidata e poi costretta, per ordine perentorio del PCI, ad un aborto clandestino, niente “bastardi” in circolazione nella oasi della integrità morale (?).

Il Big Bang ha detto stop, la fitta nebbia del pensiero “antiB” inizia a diradarsi, piovono proscioglimenti sul Cavaliere ma anche indagini a sinistra. Pur non uscendo dalle vetuste visioni ormai radicate, cominciano ad essere in molti a domandarsi come ci si possa fidare di chi non esita ad infangare la propria Patria per una manciata di voti, una ambita poltrona, qualche punto in più di share e qualche reso in meno dalle edicole. In questo Paese è in atto una guerra, tutti contro tutti, la Confindustria rivuole un governo “socio finanziatore” da mungere e sul quale scaricare le perdite agitando lo spauracchio dei licenziamenti, qualora dovesse essere accolto il ricorso contro la sentenza “lodo Mondadori”, De Benedetti ed il suo gruppo si ritroverebbero in una situazione disastrosa. Una nuova legge sulla giustizia toglierebbe alle toghe rosse velleità dittatoriali. I mercati stanno disintegrando la CGIL, la Camusso continua a pretendere di dettare strategie aziendali con i soldi degli imprenditori tentando, scientemente, di allargare le fila dei disoccupati per incolpare il Governo. Le opposizioni conteggiano i 15enni, l’obbligatorietà scolastica fino al 16esimo anno compiuto è una legge in vigore, per rendere più eclatanti i dati  sulla disoccupazione giovanile. Da anni il fronte antiBerlusconiano mette in prima linea, anziché idee e proposte concrete, giullari come Moretti, Guzzanti, Benigni, Grillo, Dandini e varie compagnie da avanspettacolo. La disinformazione “sinistra” regna sovrana, Bersani è diventato una “macchietta” col suo chiedere quotidianamente le dimissioni di Berlusconi.

I problemi dell’Italia non nascono, come ho già detto più volte, dal Berlusconismo bensì dall’antiBerlusconismo, un movimento ideologico che ha fatto e fa da “tappo”, da barriera ad ogni iniziativa, ogni legge che potrebbe portare vantaggi o migliorie per il popolo viene sistematicamente bloccata se in qualche modo favorisce l’uomo di Arcore, colpire tutti per castigarne uno, questo è l’assurdo credo che ci accompagna da quasi 20anni. Alla fine del 2011 c’è ancora chi caldeggia il ribaltone, governi di transizione o di unità Nazionale??? Quale unità Nazionale??? Quella dei denigratori della Patria o quella dei papponi che manderebbero a battere la madre??? Milanesi e Napoletani, dopo pochi mesi, hanno già iniziato a pentirsi di aver eletto Pisapia e De Magistris, è facile fare il buliccio col culo degli altri. Cari Italiani svegliatevi, non mandate al governo finocchi pieni di cremine, vergini incanutite, ubriaconi da festival de l’unità e forcaioli pieni di livore, l’unica cosa che sarebbero in grado di fare è ridurre questo Paese alla fame veramente. Cosa pensate succeda se Berlusconi venisse sfiduciato??? Forse che piovano soldi??? Il benessere e la crescita di un popolo non è nel DNA dei comunisti, loro conoscono solo il livellamento verso il basso.

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

25 thoughts on “Arrivano i nostri… anzi, i loro…!!!

  1. E’ una questione di stile e l’invidia è una brutta bestia. Desidero scrivere che non è solo la Mia Grande Nazione ad avere problemi, è il mondo. Ma abbiamo una brutta cosa, noi popolino da quattro soldi, abbiamo sempre bisogno di un capro espiatorio, un personaggio su cui addossare tutte le responsabilità. Mio nonno diceva sempre quando pioveva e non poteva andare per campia o veva un qualche problema, che la colpa era del governo. Un giorno gli dissi candidamente chi era questo governo (pensavo ad una persona cattivissima) che faceva piovere e gli complicava la vita e lui mi rispose … “chiunque ci sia non ha importanza, la colpa è solo sua”.

    TADS’ ANSWERS:

    caro Re,
    quando Berlusconi mollerà l’osso, ammesso lo molli…
    tanti Italiani capiranno molte cose e si prenderanno a martellate sui coglioni, magari dopo aver rotto la testa ai guru dell’antiBerlusconismo, se qualche illuso pensa di risolvere i problemi con bersani, casini, vendola e di pietro…

  2. Mio figlio (ha 9 anni!) adora Berlusconi perchè dice che è un uomo che non si arrende mai nonostante tutti ce l’abbiano con lui.
    Ha dimostrato di essere un grande uomo… marcio è chi lo circonda e si nasconde dietro di lui! L’attenzione è sempre stata su Berlusconi mentre gli altri……….!? Lo vedremo presto purtroppo…
    E come l’ho capito io che in materia sono ignorante, l’hanno capito tante altre persone…
    Che schifo!

    TADS’ ANSWERS:

    complimenti a tuo figlio,
    la realtà è dura da vedere, se non ci fosse stato Berlusconi a rimorchiarli… casini, fini, pisanu, carlucci e tanti altri, oggi, anzichè sputare dove si sono ingrassati andrebbero per cicorie.

  3. La maggior parte delle persone credo non esprimano esattamente le loro reali convinzioni (?). Sono, in perenne conflitto (tutti) nel sentito dire , leggendo e pensando ai programmi futuri;… e progetti a metà partoriti solo dall’alto dalle menti di ciarlatani (tanti)…sì mi sorge questo dubbio.
    Nel “gruppo” sta bene ” credere alla sua-loro immagine e somiglianza; accettare o sopportare tutto ciò che avete (io no) in comune e non, nei.. difetti…soprattutto…:-( Viceversa altri aspettano che i “pregi” emergano finalmente prima di affondare!
    Spero di essere stata compresa: sinceramente preferisco la mia semplicità… nella totale confusione che oggi subiamo,
    ma si sa altrettanto bene che anche la semplicità dei giorni nostri potrebbe essere “follia”
    Ti prego di non elencarmi fatti e.. disfatti che conosciamo e non..!
    Ps e NON mi riferisco solo all’Italia, a Berlusconi sia ben chiaro!

    TADS’ ANSWERS:

    …”Ti prego di non elencarmi fatti e.. disfatti che conosciamo e non..!”…
    posso andare a pisciare???

  4. Se io posso essere capo, quando LUI lascerà, ti voterò come prossimo Presidente.

    p.s. bella quella della fiat, immagino quando “veramente” qualcuno farà pressione e i sedili voleranno fuori sfondando il parabrezza!!! Vorrei tanto filmare lo sguardo di lei!!!

    TADS’ ANSWERS:

    amico caro,
    prova ad immaginare perchè la vecchia fiat 500 aveva il tettuccio apribile
    (non andiamo fuori tema accidenti, poi qualcuno si lamenta)

  5. Capperi!! hai problemi alla prostata anche tu?
    Davvero ti sei…preso proprio il peggior difetto del berlusca! ;-(
    coraggio!

    TADS’ ANSWERS:

    la prostata mi funziona benissimo sara,
    è che tu a volte sei più diuretica dell’acqua rocchetta

  6. Se Berlusconi mollerà….

    Politicamente parlando, avremmo la decapitazione del centrodestra e delle forze moderniste e liberali, che a quel punto si smarrirebbero in uno sconforto senza fine. Verrebbe definitivamente sancito il pregiudizio e la falsità che a destra sono tutti delinquenti e a sinistra tutti onesti. Negli anni a venire avremmo governi monocolore, e tutti improntati a consolidare il potere sinistro, a radicarlo ancor più nel territorio e nella società, affinché si impedisca che nel futuro possa mai sorgere un’opposizione in grado di poter ribaltare eventuali risultati elettorali, i quali invece devono diventare opportunamente scontati nell’esito, ma formalmente corretti nelle procedure. Un po’ come accade nella rossa Emilia Romagna.
    I governi naturalmente sarebbero concreta espressione delle concertazioni tra poteri forti e lobby diffuse, tradotte in scelte politiche dell’unica maggioranza possibile (quale, potete immaginarlo). E questo, a dispetto delle scelte dei cittadini, ai quali verrebbe riservato solo un ruolo notarile con funzione di firma e timbro. La democrazia sarebbe quella che oggi già predicano a sinistra: un atto formale, un involucro del rigido rispetto costituzionale, finalizzato a giustificare gli assetti di interessi che realmente prenderebbero le decisioni al posto nostro. Deciderebbero i nostri destini i sindacati (con la pretesa concertazione), i grossi industriali (con i loro posti di lavoro), i banchieri (con i loro soldi), i funzionari dei Tribunali (con i loro atti giudiziari). Tutti, insomma, fuorché i cittadini. Che avrebbero solo l’illusione di essersi scampati alla padella (Berlusconi) per finire nella brace.

    Società. Qui si avrebbero le trasformazioni (in peggio) più traumatiche. Probabilmente, verrebbero riconosciuti i matrimoni gay, e su istanza dei più radicali sostenitori del principio secondo il quale «diritto significa libertà» (in verità è vero solo il contrario), ecco che verrebbero concesse le adozioni di bambini alle coppie omosessuali (se facciamo trenta, perché non fare trentuno?) e si aprirebbero i supermercati della fecondazione. Non solo, per paradosso, nel nostro paese si darebbe un’autorizzazione generalizzata alla costruzione di moschee e centri islamici, e in nome del laicismo di Stato, si abolirebbe l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche, la quale, peraltro, diventerebbe l’unica vera grande scuola privata. Di sinistra, ovviamente. La formazione degli studenti verrebbe (nuovamente e) gravemente alterata in favore di certe «verità» ideologiche e partigiane dal forte sapore sessantottino. E che poi queste siano «verità» storiche, sociali o biologiche non importa. Importa che abbiano la funzione di garantire il potere delle forze egemoniche storicamente dominanti.
    E che dire poi dell’immigrazione? Naturalmente frontiere aperte per tutti, e sussidi a gogò (tanto è sufficiente spremere qualche povero artigiano o qualche commerciante). L’Italia del Bengodi diverrebbe una realtà più che concreta. L’effetto sarebbe un progressivo (se non esponenziale) aumento della criminalità, una minore sicurezza dei cittadini e una maggiore caoticità delle nostre città.

    Informazione. Verrebbe completamente demolita (perché faziosamente berlusconiana; poche briciole in verità). La Rai tornerebbe a essere «giustamente» un feudo sinistro, e Santoro verrebbe reintegrato con un megashow in prima serata con un pubblico rigorosamente selezionato (per evitare soprese). Spettacoli, intrattenimento e cultura verrebbero valutati e giudicati attraverso il filtro dell’ideologia dominante e ponderati in sede processuale (se difformi). Nessun dibattito realmente franco potrà essere intessuto, nessuna idea che non corrisponda alla visione sinistra delle cose potrà mai trovare legittimo accoglimento nell’assetto informativo che verrebbe a esistenza. E chi non si conforma al messaggio salvifico diffuso, potrà essere emarginato se non epurato (ma in tal caso si tratterebbe di misura volta a tutelare la dignità e l’equità dell’informazione). Con un’unica (magra) consolazione: che nessuno ne saprebbe mai nulla. Perché un regime che si rispetti (mica quello berlusconiano che faceva acqua da tutte le parti) non lava (mai) i propri panni sporchi in pubblico, e men che meno in Tv o sui giornali. Soprattutto se nemici.

    E così tutti (o quasi) sarebbero felici. Perché, riassumendo: Berlusconi è stato abbattuto (politicamente e giudiziariamente) e le sue Tv spazzate via. La destra è stata scompaginata e cancellata (sopravvive in qualche blog o nelle pagine Facebook che sfuggono alla censura… pardon, liberalizzazione del web), ovvero (che è peggio), come rappresentante formale di una sparuta e minorata base popolare che non capisce un cazzo di democrazia e che però per risoluzione ONU deve essere protetta in apposite riserve indiane. L’identità e la cultura italiana sono andate a farsi fottere dal macho multiculturalismo e «gode» alla grande. I machi veri, quelli sono diventati quasi fuorilegge (perché essere troppo etero è tacciabile di omofobia: reato gravemente perseguito). La chiesa è diventata maltollerata, e il crocefisso è diventato una clandestino passibile di espulsione. Come lo sono del resto i matrimoni etero, tranne però che nelle comunità islamiche, che un giorno sì e l’altro pure, pretendono di applicare la sharìa anche nel nostro paese; e di fatti una mozione del nuovo partito islamico (che aspira a diventare forza di governo) ha già presentato un disegno di legge in Parlamento, contestualmente al diritto alla poligamia.
    Insomma, in questo scenario fantapolitico, il Belpaese diventerebbe finalmente bello, colorato, multiculturale e vario; soprattutto autenticamente e veramente democratico. E senza più una mignotta che si venda così spudoratamente dalle parti di palazzo Grazioli…

    TADS’ ANSWERS:

    hai riassunto perfettamente lo scenario che io prospetto da anni su questo blog, permettimi di aggiungere che l’esigenza storica della sinistra porterebbe ad una rivisitazione del terrorismo rosso attraverso un processo di reintegrazione, Cesare Battisti sarebbe rimpatriato e piazzato in parlamento in veste di deputato testimone vivente della persecuzione fascista.
    Personalmente credo che l’inettitudine della sinistra, unitamente alla obbiettiva impossibilità di governare, miri al fallimento dell’azienda Italia, un totale scarico di responsabilità che darebbe vita ad una amministrazione controllata Europea con conseguente distribuzione di cariche figurative e redditizie. Uccidere i propri genitori per essere poi adottati da una famiglia più lassista.

    Grazie per l’ottimo contributo Sabry.

    ps: per correttezza ti ricordo che nel caso in cui si postino testi scritti da altri è sempre doveroso citare autore e fonte

  7. Voglio Sdat come Premier

    Scherzi a parte, nel complimentarmi con te per l’ormai solita precisione e taglio giornalistico dei tuoi pezzi, concordo con te nel concetto di martellamento gonadico di chi, presto, si accorgerà, che la causa di tutti i mali non è Berlusconi.

    Il problema era lui? Benissimo, si è fatto da parte.
    Mi risulta, però, che siamo ugualmente nella cacca: arriveranno i “compagni supereroi” a risollevare il Paese da questa situazione?

    Onestamente non credo…
    Saluti

    TADS’ ANSWERS:

    ciao ragazzo,
    grazie per gli apprezzamenti,
    io Premier???
    solo mi fanno entrare in Parlamento con il mio amato cane al guinzaglio

  8. Certo hai ragione, nel tagliare alcuni pezzi che non mi interessavano, non ho indicato la provenienza, eccola:
    http://www.iljester.it.

    Ora, aggiungo, voglio essere governata da Bersani..eh si.. oppure tra centinaia di “loro” parlamentari, segretari, sottosegretari non c’è ne uno, dico uno che va bene? Monti o Amato…Perchè? Tutti incapaci ne desumo.
    Ora cominciano i guai seri.
    Un saluto

    TADS’ ANSWERS:

    brava, cita sempre la fonte, anche se estrapoli solo qualche passaggio

    infatti la sinistra ogni volta che deve affrontare situazioni serie scongela qualche boiardo ibernato

  9. Sinceramente non ho altro da aggiungere sotto un post che condivido pienamente.
    Ti riporto le varianti di una frase che impazza in queste ultime ore sullo stato dei facebookiani, anche sul mio:
    1. Berlusconi: mi dimetto! Bersani: E adesso cosa diro?
    2. Berlusconi: mi dimetto! Bersani: Merda, non ho più uno slogan!
    3. Berlusconi: mi dimetto! Bersani: Cazzo, stavo scherzando!

    Compliments per la più che meritata HP!

    TADS’ ANSWERS:

    ciao Lux,
    la “voce del vicolo” ha sempre un fondamento di verità,
    davanti a Montecitorio ci sono i banchetti che distribuiscono gratuitamente confezioni di Imodium…
    Bersani & C. non hanno ancora realizzato cosa significhi un passo indietro di Berlusconi dopo l’approvazione della legge di stabilità.

  10. Sulla scia di Lux…
    1) Bersani & Co. festeggeranno per una settimana;
    2) Inizieranno le prime interviste sul loro programma;
    3) Panico generale, non sanno cosa dire dato che non c’è più Berlusconi;
    4) Danno la colpa a Berlusconi che si è dimesso.

    ____________________________________

  11. I miei piu sentiti complimenti per questa vomitata qualunquista e filofascista.. ma andiamo con ordine :
    Ignoro volutamente il primo pezzo perchè trattasi di analisi personale , anche scritta bene devo dire , ma come discussione ha lo stesso valore del sesso degli angeli
    …sul punto della creazione di menti omologate è notevole il pathos con cui attribuisci ad una presunta sinistra il terribile misfatto mentre in sottofondo stai ascoltando meno male che silvio c’è oppure stai visionando l’ultimo numero di CHI o l’ennesima puntata del grande fratello oppure mentre sfogli editoriali del corriere della sera o di libero o del giornale mentre Emilio fede ti racconta le ultimissime… un simile fuoco di fila dovrebbe quantomeno farti porre una o due domande sulla presunta cultura omologatrice e su chi la orchestra in questo paese ..per il resto del delirio che hai pubblicato è solo il solito refrain degli iscritti di Forza Italia magistratura , stampa comunista , apparati rossi , insomma le solite cazzate che se avevano forse un senso 20 anni fa ( con i dovuti distinguo) ora sono semplicemente la maschera con cui si nascondono 17 anni di Berlusconismo con Lo stalliere mafioso in casa , con le holding , con le candidature a suon di pompini ( a proposito pagare un pompino 5000 euro mi ha detto una mia amica , che è una professionista del settore, è rovinare il mercato diglielo al liberista) e con i peggiori cialtroni messi nei posti di responsabilità che abbiamo visto dove ci hanno portato ….insomma quest’uomo e la sua cricca non hanno mai una responsabilità ( a proposito del buccio degli altri ) è sempre colpa degli altri , ora i francesi ora la sinistra ora le corporazioni , una sindrome di peter pan gigantesca!!!!
    Per concludere ammesso e non concesso che di pietro bersani vendola e casini non siano in grado di risolvere i problemi Italiani ( e su questo concordo) questo vuol dire che un Emerito Cialtrone deve restare capo del governo a vita a dispetto dei risultati????

    TADS’ ANSWERS:

    è sufficiente leggere per capire chi immette cazzate in rete, basti pensare al termine “filofascista”, illustre sprovveduto Santorizzato, prova ad attivare il neurone che hai in panchina e forse, tanto per essere generosi, arrivi a capire che questo pezzo è un’analisi della situazione e non un inno a Berlusconi, lo dico da sempre che non voto da 20anni, non ho tessere in tasca e quel che dico è frutto della mia mente, al contrario di quelli come te che elaborano dati provenienti da cordoni ombelicali comunisti, questi si ormai obsoleti su tutto il pianeta.
    I pompini a 5.000 euro lui se li può permettere, Marrazzo andava a travoni in saldo, Vendola gli stalloni preferisce farli innamorare e la Bindi non trova gigolò disposti a sacrificarsi per la causa.
    Solo un pirla poteva tirare fuori, di fronte a questo pezzo, i pompini fatti al Premier, tu sei proprio “stampato” in serie e pure venuto male.

  12. Capito ve la ballate e ve la suonate!!! ho pubblicato un post che era contro quello che dicevi ed è stato censurato …bello fare informazione cosi eh!!!! basta pubblicare solo quelli che sono d’accordo!!! e poi parlate di omologazione …Ridicoli!!!

    TADS ANSWERS:

    non fare troppo lo sbruffone ragazzo, abbassa i toni altrimenti ti mando affanculo, sei in casa mia, vedi di comportarti bene altrimenti sgomma

  13. del fatto che sia casa tua me ne frego abbastanza…
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

    ATTIVARE PROCEDURA:

    1) alzare al massimo il volume delle casse
    2) cliccare su “RISPOSTA RAPIDA”, qui nella colonna

    arrivederci e grazie

  14. AVVISO AI NAVIGANTI:

    in questo blog non vige la finta democrazia nè la diversa libertà di espressione che da sempre caratterizzano annozero, ballarò, tutta Rai3, tutta La7, La Repubblica, corsera, l’unità, ecc. ecc.

    chi ha intenzione di confrontarsi in modo serio e civile è accolto a braccia aperte, anche se in totale disaccordo con il mio dire. Chi intende presentarsi qui a parlare dello stalliere di Arcore, del bungabunga, dei pompini e tutto il cucuzzaro che ci trita l’apparato riproduttivo da 17 anni… è pregato vivamente di andare a cantare in un altro cortile, abbiamo finito i soldi spicci.

    TADS

  15. Scusa se mi permetto..
    che imbecille! Ci troviamo nella merda perchè abbiamo a che fare con persone di quel genere…
    Alla ghigliottinaaaaaaaaaaaaaaa….

    TADS’ ANSWERS:

    Pippi,
    sei nuova del blog e quindi ti pubblico ma non posso esimermi dall’informarti che in questo spazio non sono ammesse polemiche tra commentatori, l’area a loro dedicata si traformerebbe in un forum/ring e questo, anche a causa di esperienze passate, è una cosa che non consento

    la ghigliottina mi sembra eccessiva,
    forse basterebbe qualche annetto di pala e picco.

  16. ribadisco finta democrazia e finta libertà e vero berlusconismo quello peggiore , strisciante, che si nasconde sotto il perbenismo ma che alla fine decide chi è degno ( cioè chi concorda ) e chi non lo è ( coloro che dissentono) decidendo cosa si deve dire e come ci si deve confrontare …tutti i giudizi morali che hai vomitato nel tuo “pezzo” ovviamente tu li chiami confronto civile ( a proposito griffati e viziati saranno gli amici tuoi io mi faccio il culo 14 ore al giorno per pochi spiccioli ) ma se ti rispondono con lo stesso tono la strada è facile diamogli del comunista ( e tutti gli altri vari argomenti con cui voi di destra e piu specificatamente tu di forza italia ci tritate l’apparato riproduttivo da 17 anni) e via con la censura.. pensavo di metterci un po di piu per fartelo fare ma sono bastati 2 post…la mia risposta ai tuoi commenti non è stata pubblicata cosi come non verrà pubblicata questa ma a me basta che la leggi tu!!! …p.s. Di all’amica che hai pubblicato che la ghigliottina è roba francese almeno scelga un esecuzione italiana che sia in grado di pulirci le scarpe

    TADS’ ANSWERS:

    1) hai sbagliato a cliccare, questo è un blog non un centro di psicanalisi di gruppo che passa la mutua

    2) se c’è uno che da ieri “vomita”, quello sei tu, ti sei presentato qui ad insultarmi senza confutare in modo credibile e documentato una sola riga del mio scritto. Stai dimostrando di avere anche delle difficoltà cognitive, io non sono Berlusconiano, sono un anti-antiBerlusconiano ma questo è un concetto che tu non puoi assimilare

    3) in questo blog si sono presentati in molti a dissentire in modo civile, se vai a leggere li trovi, tutti quelli che hanno scambiato questo spazio per un pulpito dal quale lanciare minchiate stracotte… li trovi dove ho mandato te

    4) se ti fai il culo 14 ore al giorno per pochi spiccioli… ammiro la volontà ma ho molte riserve sulle tue capacità

    5) pensavi di metterci un pò più di tempo nel farti bannare??? ecco, ti sei confessato fessacchiotto, questo manifesta il vero intento dei tuoi interventi, provocare per farti cancellare e poi urlare alla censura, te l’ho già detto, sei “stampato” e pure venuto male, oltre ad essere prevedibile, monotono, privo di argomenti e terribilmente noioso, non mi stimoli neanche sotto l’aspetto polemico, tanto sei poca roba

    6) come vedi la tua risposta non la leggo solo io, certe cazzate comico/patetiche devo essere pubbliche, è giusto che anche altri capiscano come ragionano i santorizzati

    fatti vivo appena il nuovo governo di larghe intese, tanto voluto dai tuoi compagni, avrà finito di sodomizzarti senza vaselina, per il bene del Paese. Ricordati che sabato l’opposizione approverà la legge “mannaia” scritta da Berlusca, basterebbe solo pensare a questo per capire di che forza è l’alternativa al vecchietto di Arcore. Per quanto riguarda il Francese galletto… se non conosci il suo operato ti consiglio di non parlarne, sai, in questo blog non c’è niente di teorico, ti informo solo su una questione, nel 2010 Sarkozy ha ordinato ed ottenuto il licenziamento in tronco di ben 25 giornalisti che avevano osato fare illazioni sul suo privato (questa è una delle sue perle più leggere), lo avesse fatto Berlusca sarebbe scoppiata la rivoluzione… documentarsi please, prima di andare in giro a fare la figura dell’ignorante.

    stammi bene,
    ti invito a non replicare, non ti pubblico più, poi non parlare di censura.

    TADS

  17. Non solo le scarpe…anche il culo!
    Scusi l’intrusione poco “raffinata”
    Buongiorno a tutti

    TADS’ ANSWERS:

    in questo periodo credo che il gallo cedrone dell’Eliseo
    abbia la lingua impegnata a lappare l’orifizio anale della chiattona teutonica

  18. folagra,

    almeno leggi, almeno quello,

    ripeto:

    io non sono un Berlusconiano, sono un “ANTI-antiBerlusconiano”, ANTI-ANTI

    te lo urlerei dal terrazzo ma Cagliari è troppo lontana da casa mia

    addio

    TADS

  19. Non c’è bisgono che lo urli dal terrazzo mi sarebbe bastato che lo criticassi per qualcosa…
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXx
    …stai attento perchè anche se dici di essere AntiB…
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

    TADS’ ANSWERS:

    ti sarebbe bastato che lo criticassi per qualcosa???

    e tu chi cazzo sei per venire a dirmi cosa scrivere sul mio blog???
    vedo che proprio non riesci a capire che differenza passi tra l’essere antiBerlusconiano e anti-antiBerlusconiano

    mi hai scritto di avere un blog, perchè non ti linki??? di che hai paura???
    non è che magari sei uno di quelli che mi hanno censurato o tenuto i commenti parcheggiati in moderazione fino alla pubblicazione del pezzo successivo in modo da vanificarne la visibilità???

  20. Folagra,
    a tutto c’è un limite, ti sei presentato qui ad insultarmi, dopo solo 20 minuti hai riscritto accusandomi di censurarti perchè il tuo “illuminato” pensiero non era ancora stato pubblicato, come se ogni blogger dovesse passare la vita attaccato al pc aspettanto i commenti di chissà chi. Ti ho pubblicato chiedendoti di abbassare i toni e manifestare un minimo di buona educazione, hai perseverato stupidamente nello scrivere una ridda di precisazioni, chiarificazioni e via andando, tutte fesserie senza costrutto piene di poco edificanti riflessioni.

    Ce l’hai una minimo di dignità??? perchè continui ad imporre la tua presenza in un contesto dove non sei gradito???

    Il rilevatore statistico mi dice che tu hai letto questo pezzo, mi pare poco per giudicare, catalogare, e denigrare una persona, sei paragonabile a quegli inutili chiacchieroni che pretendono di recensire un libro leggendone solo il titolo

    Spari pirlate a vanvera, non puoi capire ciò che scrivo se non conosci il mio blog, questo è uno spazio particolare, non è l’oratorio dei trovatelli orfani di capacità riflessive e di quella forma mentis fondamentale per capire messaggi e analisi scevri da condizionamenti ideologici

    Questo portale (il padrone è un tuo conterraneo del PD) mi ha censurato per tre lunghi anni inibendomi il passaggio in hp e addirittura nella pagina di tiscali blog, se tu fossi stato al corrente di questo forse avresti rotto meno i coglioni sulla questione censura, visto che io sono una vittima vivente della censura di sinistra. I pezzi sono tutti nel blog, basta andarli a leggere

    Non avevo dubbi sul fatto che tu interpretassi nel modo più elementare la definizione di anti-antiBerlusconismo. essere un anti-antiBerlusconiano significa avere un cervello attivo e porsi delle domande precise su svariate anomalie che in questo Paese si perpetrano da 17 anni.

    nessuno ti ha chiamato, non sei gradito, il tuo primo dissenso l’ho pubblicato… che cazzo vuoi ancora??? dettare le regole qua dentro??? non te lo puoi permettere, non te lo permetto.

    qui finisce la tua avventura in questo spazio, non seguitare ad umiliarti scrivendo ancora, siamo su livelli diversi, l’altitudine non ti fa bene.

    TADS

  21. Sdat, se tu non ci fossi bisognerebbe inventarti. Il loro obiettivo, la caduta del Berlusca, è stato raggiunto, la tecnica è quella suggerita da Goebbels a Hitler e mutuata dai metodi stalinisti, ripetere cento volte la stessa bugia perchè diventi una verità, fabbricare un capro espiatorio, additarlo al pubblico ludibrio per isolarlo meglio, e in questo l’aiuto di De Benedetti è stato fondamentale. Ora cercano qualcuno capace di toglier loro le castagne dal fuoco, d’altra parte, chi accetterebbe lo scontro con la Camusso e tutto il cucuzzaro in nome dell’interesse nazionale? A Mariuccio tocchera il lavoro sporco, tanto non ha nulla da perdere , Nichy e tutta la banda bassotti che fino a ieri hanno inveito contro la ” macelleria sociale” uscirà vergine dall’operazione, pronto al voto. Mica scemi gli avvoltoi!!!

    TADS’ ANSWERS:

    ciao Aurora,
    infatti questi “festeggiamenti” mi straniscono molto, come dite lì a Roma, la magistratura politicizzata, l’esercito mediatico, gli attacchi personali, una opposizione ripetitiva e falsa fino alla noia, una miriade di telepredicatori e cazzari vari… in 17 anni non hanno ottenuto niente, per abbattere Berlusconi si sono dovuti vendere la Patria. Proprio così, il movimento antiBerlusconiano, incapace e sprovveduto, per placare l’invidia ed il livore ha usato l’unica arma efficace, seppur la più infamante, consegnare l’Italia ai dracula mondiali della finanza. Guarda caso un membro di rilievo della “dracula international” è proprio Mario Monti. Il candidato salvatore. Il neosenatore a vita (che tempismo) fotterà gli Italiani del ceto medio/medio basso, di certo non romperà il cazzo ai ricchi amici. L’arrembaggio ai miliardari, tanto voluto dai sinistri, sarà la solita demagogia, su questo concordo, visto che qui non comanda Stalin con il suo statalismo, il modo più veloce per andare in vacca sarebbe proprio quello di incentivare la ripresa di fughe di capitali all’estero e la delocalizzazione della aziende. Camusso, vendola & C. non ce la fanno proprio a capire che la linfa economica di una Nazione democratica può arrivare solo ed esclusivamente dall’impresa privata, milioni di esuberi statali sono una voragine aperta da chiudere, non allargare. Gli imprenditori sono una risorsa da custodire e non un limone da spremere in continuazione, il primo dovere di chi investe nell’impresa e realizzare utili ed introiti capaci di garantire la crescita dell’azienda e quindi il conseguente incremento della occupazione e del benessere generale.
    De Benedetti è il vero fruitore della pastetta politica/azienda, non a caso per oltre 15 anni i vari governi hanno legiferato (in quel caso si ad personam) per salvargli il culo, addirittura le ferrovie hanno incamerato i suoi dipendenti scaricando costi sul popolo. La sua “gratitudine” è più che comprensibile, con Berlusca sta gente ciucciava poco, meglio una sinistra “comprensiva” e generosa, in fondo repubblica è l’organo ufficiale dell’antiBerlusconismo, oltre che ad essere il bollettino dei magistrati che passano fascicoli secretati. Chissà perchè Belpietro è nei casini per aver pubblicato una intercettazione e Mauro dorme tranquillo dopo aver scritto di tutto e di più. Peccato che il gruppo editoriale dell’ingegnere non parli del fatto che il padrone sia sotto inchiesta per insider trading e che un suo socio finanziatore era Gheddafi… meglio pubblicare le vignette con Berlusca che abbraccia il colonnello con sotto scritto: “amici”.
    Hai ragione, come usano fare da sempre quelli della sinistra, quando c’è da calare la mannaia chiamano un tecnico, è lui ad inculare gli Italiani mica loro. Dopo anni che parlano di “assunzione delle responsabilità”, quando arriva il momento di prendersele, chiamano un “consulente esterno” per fare il lavoro sporco. E’ qui casca l’asino e pure il maiale, se Tremonti prendeva un provvedimento tutti a gridare allo scandalo, se lo stesso varrà adottato da Monti sarà una soluzione illuminata, una medicina amara ma necessaria… e c’è ancora chi ci crede, per il bene del Paese.
    L’ho già scritto, la sinistra punta al fallimento, all’amministrazione controllata, alla gestione europea dello Stato Italia, questo per loro significherebbe cassare quanto dicono da quasi 20anni, pur di macchiare di merda il passaggio storico di Berlusconi nella politica si venderebbero l’anima, non riusciranno mai a digerire l’esser stati uccellati in tre mesi dopo che mani pulite aveva spianato loro la strada per un potere forte e duraturo, è questo che ulcera lo stomaco di molti.
    L’uscita di scena del Cavaliere getterà moltissimi antiBerlusconiani nello sconforto più totale, il popolo bue festeggia ma loro cominciano a veder affievolirsi la fonte della loro gloria e delle loro ricchezze materiali, senza l’uomo di Arcore santoro farebbe ancora il galoppino in rai, altro che liquidazione milionaria.
    un caro saluto

  22. Quasi tutta la classe politica ha come unico scopo quello di spargere letame (per non dire qualcos’altro) sulla fazione opposta, anche tirando in ballo questioni prettamente personali al solo scopo di infangare il nome dell’ oppositore e facendo di tutto per ostacolare sempre e comunque le proposte di legge promosse dal concorrente (anche a costo di andare contro il bene comune)

    Tra tutto il baiamme politico di DX, SX, centro, centrosx, centrodx, centrodiqui, centrodila’ nessuno si e’ accorto che qualcuno il proprio dovere lo ha fatto, anche a rischio della sua stessa incolumita’ personale?

    Sto parlando di Maroni e del suo grandissimo contributo alla lotta della criminalita’ organizzata, vero grandissimo flagello di questo paese, lui finora ha fatto veramente moltissimo anche se non puo’ fare tutto da solo.

    se il governo (di SX, DX, centro, inmezzodiqui, unpodila’, unpomenodili o chicchessia) si coalizzasse al solo scopo di distruggere la mafia, arrestando tutti coloro che ne sono invischiati (magari autorizzando pure l’ uso di “pratiche poco ortodosse” allo scopo di carpire le prove necessarie per arrestare i colpevoli…… e nessuno venga a dire che sono pratiche contrarie ai diritti umani perche’ LORO sono i primi a praticarle) e sequestrando in toto tutti i capitali derivati dalle loro attivita’ (compresi quelli finiti nelle tasche di prestanomi, famigliari, amici e quelli che sono stati investiti in attivita’ lecite….. perche’ tanto lecite poi non lo sono affatto), come per magia ci ritroveremmo fuori dalla crisi, senza aver pesato per nulla sulle tasche dei cittadini, degli artigiani e di tutti gli imprenditori onesti, senza peraltro generare alcun malumore pubblico!

    I soldi per pagare il debito pubblico li avremmo anche, ma perche’ dovremmo essere noi onesti a pagare il debito causato da altre persone disoneste???????

    Pensateci signori (al di la dei soliti discorsi di DX, SX, centro, centrodestra, centrosinistra, centroqualchecosa e piripicchio piripacchio), e’ una soluzione semplicissima e sarebbe buona per tutti!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...