I diritti umani low cost

Una mancata gravidanza, seguita da accertamenti clinici, è finita in un tribunale del north Carolina facendo esplodere un vecchio bubbone. Negli anni ’70 il Governatore di tale Stato aveva escogitato un metodo efficace per ridurre le spese sanitarie e di sussidio cagionate dai meno abbienti, è notorio che gli indigenti non godano certo di una salute invidiabile e siano particolarmente a rischio. Tutti i disperati che, per svariate cause, si presentavano al pronto soccorso venivano anestetizzati con una scusa e sterilizzati a loro insaputa, ovviamente anche criminali e pregiudicati incapaci di reinserirsi nella comunità subivano il “trattamento”…

Il “cleaner system” non aveva nessuna matrice razzista: caucasici, mongoloidi (cosi si definisce la razza asiatica), negroidi e meticci venivano posti sullo stesso livello, l’elemento discriminante era semplicemente la loro condizione sociale. Molto probabilmente, stando alla notizia diffusa nei giorni scorsi da un solo Tg, tutto si risolverà con un niente di fatto, la poliedrica e civile America spesso mostra la sua faccia più cupa. Ad onor del vero anche gli Israeliani, quando iniziò a diffondersi il virus HIV, ebbero un “occhio di riguardo” nei confronti degli ebrei “Afro”.

L’acidità di stomaco provocata da una istintiva emotività reattiva di fronte a sdegno e sgomento può, potrebbe, placarsi solo ingerendo l’algida pillola di una riflessione profonda e allargata. La news sopra riportata è aberrante, una iniziativa governativa venale, esecrabile, assurda che non trova alcuna giustificazione dotata di fondamento ma ha la forza di indurre ad alcune considerazioni sull’eccessivo incremento demografico del pianeta, per meglio dire, sul suo anomalo distribuirsi. Sono in molti gli scienziati pronti ad additare il sovraffollamento come la più temibile causa di estinzione del genere umano, apocalittico epilogo tutt’altro che remoto. Il fecondo proliferare del terzo e quarto mondo, unitamente al calo delle nascite nei Paesi progrediti, sono l’inevitabile conseguenza di una riprovevole e retrograda gestione politica, economica e religiosa.

I flussi migratori del XX° secolo hanno prodotto progresso, ricchezza e benessere in tutto l’occidente e non solo, anche in quelle Nazioni madri di espatrianti, cosa sarebbero oggi l’America e la stessa Europa se avessero dovuto contare solo su braccia e menti autoctone? Tuttavia il paragone con il sud del mondo che spinge verso l’alto non regge, fa specie constatare che Napolitano, ingenuamente (diciamo cosi), sia scivolato su un parallelo innegabilmente improprio ed anacronistico. Edificare una casa partendo dalle fondamenta è costruttivo, tentare di innalzare piani piazzando mattoni traballanti sulle tegole  è distruttivo. Il problema dei Paesi poveri si può risolvere, più realisticamente, ridurre, solo attraverso una rivisitazione culturale e strutturale, strategie innovative finalizzate all’esportazione di quella qualità della vita agognata da molti che non è certamente raggiungibile percorrendo l’illusorio percorso delle invasioni, non barbariche in senso stretto ma destabilizzanti per tutti. Il pallido sole delle aree evolute non è in grado di scaldare tutti, non lo è più da tempo.

Il passato ci insegna che solo le linee guida espresse dalla logica civile sono in grado di garantire risultati apprezzabili, epurazioni, deportazioni e sterilizzazioni di massa producono esiti inversi. Il mondo agiato deve investire risorse economiche, culturali e formative, creare aspettative e progettualità valorizzando capitali umani e naturali. Regalare un pesce significa sfamare una volta, donare una canna ed insegnare a pescare significa sfamare per sempre (questa la sento da quando ero bambino, come sempre le cose buone si tengono chiuse nei cassetti). E’ altresì importante aprire la mente sulla gestione demografica che “dovrebbe” essere incoraggiata o scoraggiata secondo il contesto, la Cina ha incentivato le nascite per un secolo, adesso le limita, è consentito un figlio per ogni famiglia, dal secondo in poi si incorre in salate sanzioni progressive, non mi risulta che il mondo “civile” (a parte i soliti sparuti gruppetti coltivatori di utopie) sia insorto contro questa legge. Domanda spontanea: se la soluzione Cinese, il Paese più ricco e potente del pianeta, è ben vista, magari per motivi non eccessivamente ortodossi, perché non si fa altrettanto nelle aree depresse??? La “crudeltà” economica, per quanto odiosa e ributtante, è finalizzata alla “materia”, alla speculazione, allo sfruttamento… ma quella religiosa??? Per quale nobile causa il papa polacco è andato nel continente nero, flagellato dall’aids e dalla fame, a lanciare anatemi contro il preservativo??? Forse perché convertire un operatore di Wall Street è più complicato??? Si adesca meglio nelle cloache del pianeta??? Quanta responsabilità ha la chiesa sull’irrefrenabile procreare di alcune popolazioni affamate??? Siamo poi così sicuri che accogliere in occidente, nei prossimi anni, un miliardo di disperati desertificando ampie aree sia la soluzione più civile ed ottimale per tutti???

L’Africa ed il Sudamerica sono terre ricchissime, petrolio, oro, diamanti, argento, carbone, legname, potrebbero incrementare notevolmente il pil solo con il turismo, potrebbero essere veri e propri paradisi, potrebbero… purtroppo sono ben altro, colonie redditizie di lobbies  internazionali senza scrupoli, vampiri che manovrano governi e dittatori asserviti dissanguando ulteriormente le già anemiche masse. L’ONU tace, è troppo impegnata ad occuparsi della causa gay (tutti sappiamo essere di gran lunga più importante ed urgente), le associazioni umanitarie si nutrono di disgrazie e la politica “pro(re)gressista” accusa i cittadini esasperati di essere razzisti e xenofobi. Quando tutti gli Stati evoluti saranno trasformati in una invivibile babilonia si darà vita al contro esodo, i nostri nipoti emigreranno su barconi fatiscenti e container per andare a cercar fortuna da clandestini chissà dove. Magari evitando il Brasile, potrebbero incappare in un compagno come Lula che libera il delinquente Battisti in nome dei “diritti umani”, quegli “human rights” negati ai bambini delle favelas che ancora oggi vengono quotidianamente uccisi dagli squadroni della morte, complimenti alla “civilissima” politica carioca che argina il “riprodursi” della feccia a suon di proiettili. I soldi servono per i mondiali e le olimpiadi, di certo non per garantire un futuro decente ai “meninos de rua”.

Potrei fare diversi esempi ma credo sia sufficiente accendere un riflettore sui rom, rimanendo in Italia, da piccoli elemosinano, da adolescenti imparano a rubare auto, scassinare appartamenti, borseggiare, ecc. ecc. Prima ancora di essere adulti si mettono in proprio creando una famiglia/azienda, altra caterva di bambini che prima questuano poi sgraffignano e via così per generazioni e generazioni, di lavorare e studiare neanche a parlarne, gli assistenti sociali se ne guardano bene dall’andare a rompere le palle rischiando di prendersi qualche coltellata… quindi??? Come l’aggiustiamo??? Niente paura, arriva la cavalleria di sinistra e destina capitali dei contribuenti al miglioramento della loro vita, se poi c’è qualche Italiano che reclama perchè aspetta casa e aiuti da anni… cazzi suoi, è un razzista, aveva solo da nascere altrove. Le favelas ed i campi rom sono due puzze della stessa merda, i bambini periferici delle megalopoli “do Brasil” sono un problema da eliminare fisicamente, quelli dei rom sono forzatamente trasformati, dalle stesse famiglie,  in vergognosa risorsa economica da sfruttare senza remore.

So benissimo che nessuno toglierà mai il potere dalle mani di coloro che gestiscono il mondo, però so altrettanto bene che sia necessario adottare nuove soluzioni, come controllare le nascite, investire miratamente nelle zone interessate per creare sviluppo, benessere e fermare lo tsunami migratorio. Poiché gli adepti del pensiero “politically correct” non esiteranno ad esprimere, magari in privato, giudizi poco lusinghieri nei confronti miei e del mio scrivere… mi permetto di ricordarvi che grazie soprattutto a loro in Italia esiste la legge più nazista ed incivile che mente umana potesse “partorire”, quella che consente l’aborto selettivo, non solo a discapito dei nascituri con problematiche, le “Signore bene” possono affrontare costosi esami ed eventualmente eliminare, in strutture pubbliche, peccatucci vacanzieri, i figli di altra razza sono difficili da giustificare, sia in famiglia sia negli ambienti esclusivi ipocritamente benpensanti che usano frequentare. Chiaramente questi personaggi sono contrari alla pena capitale, nessuno ha il diritto di uccidere, gli aborti non c’entrano… quelle sono cose private che riguardano la propria coscienza… che facce da culo. E’ arrivato il momento di ficcarsi bene in testa che i problemi sociali non si risolvono, sorseggiando the, nei salotti eleganti lontani anni luce dalla realtà. La falsa solidarietà, la tolleranza di facciata, la comprensione teorica materializzata sulle spalle degli altri, l’umanità conto terzi e l’affettazione servono solo a diffondere quei disagi e malumori, direi zizzania, che sono l’anticamera delle barriere razziali, guerre tra poveri da trasformare in viscidi bacini politici.

L’uso del preservativo non ammazza nessuno, anzi, protegge la vita. Se ne distribuiscano a miliardate, magari dopo aver spiegato, in modo esaustivo e convincente, che sfornare un figlio all’anno condannandolo ad una vita disumana non è esattamente la più corretta interpretazione di quel “dono divino” tanto decantato.

Tullio Antimo da Scruovolo 

Annunci

6 thoughts on “I diritti umani low cost

  1. Purtroppo qui entriamo in campo minato, dal quale preferisco esimermi da commenti approfonditi…:(
    Sdat, se il problema demografico fosse una priorita’, basterebbe usare i mezzi d’informazione per dissuadere dal fare sesso.
    In realta’ ( per motivi che di cui e’ meglio non discutere in rete..) l’imperativo e’ “sesso senza creazione, creazione senza sesso”.
    rimane l’imperativo che: Cio’ che e’ contro Natura e’ contro Dio;
    la situazione economica politica sociale di un paese conta poco…visto che non abbiamo un parametro oggettivo per valutare una situazione di difficolta’ rispetto ad una di normalita’, ma solo una rispetto all’altra.

    TADS’ ANSWERS:

    passeggiar per campi minati è il mio passatempo intellettuale preferito, penso lo si sia capito da tempo.
    Il problema demografico E’ una priorità volutamente ignorata, l’ho scritto chiaro, dall’economia, dalla politica e dalla religione, in modo particolare quella cattolica. Finchè non si partirà da quel punto preciso non si risolverà MAI il problema del terzo mondo, non è assolutamente un caso se la ricchezza è in mano a pochi e la povertà affligge miliardi di persone. Dissuaderli dal far sesso sarebbe una ulteriore penalizzazione, si congiungano pure tutte le volte che vogliono, l’importante è insegnare loro come farlo senza procreare, magari fornendo gratuitamente i contraccettivi.
    ho già scritto più volte di essere un ateo convinto, a me interessa analizzare i disastri prodotti dai dettami religiosi, soprattutto quelli della chiesa romana che ritengo essere la più subdola, la mia provocatoria domanda evidenzia proprio il “territorio di caccia”. Imbambolare chi conduce una NON vita è molto facile, il vaticano allarga il proprio portafoglio clienti pescando a strascico tra i diseredati del mondo che, attraverso un meccanismo perverso, producono immense ricchezze e potere.

  2. Sinceramente mi aspetto di tutto! Anche se mi stupisco ancora e ancora!
    Anche noi abbiano la nostra …Carolina! Dopo, (ma anche prima) i tagli alla sanità abbiamo notato i “cambiamenti”….in breve: diminuzione drastica posti letto ospedalieri, day hospital solo autorizzati da …PincoP, corsie preferenziali (tutto solo o quasi per chi può)…ma… in particolare scarsi monitoraggi-laboratorio-analisi e radiologici dove i referti si capiscono..a differenza di… o lo capiranno gli altri… dopo di noi…e non aggiungo altro! Scherzo ovviamente
    Osservazione giustissima sull’eccessivo incremento demografico e del suo “anomalo” distribuirsi..in massa dove non si potrebbe o viceversa!
    “Aprire le menti” e non solo: insegnare, proporre, e progettare per quanto è possibile e in ogni parte del mondo! (Chi può e… vuole lo faccia!)
    Scusa Sdat non sono tanto convinta (scusate) che la “chiesa” sia contenta del nuovo e pericoloso…”confronto,” religioso intendo, nel procreare quasi a…senso unico, e sa-sanno benissimo che se il mondo andrà avanti così l’europa intera perderà le sue radici cristiane, anche il mondo intero molto probabilmente cambierà il suo volto!
    “Scarichiamo”allora sulla politica gli incentivi…non proprio religiosi per avere il coraggio di desiderare il matrimonio e ovviamente (l’obbligo?) di fare figli… e possibilmente sani! (vale anche la propaganda del preservativo).
    Io spero che ci sia veramente UN Dio, indipendentemente ,e credo che dovrebbe bastare a tutti!
    Ciao Sdat spero che sarà compreso bene il mio commento!
    Sono stata cattiva? Questa purtroppo è … vita!

    TADS’ ANSWERS:

    cara sara,
    non farti prendere dal folclore, non passo la vita davanti al pc, se non pubblico sempre i commenti velocemente è perchè ho altro da fare. Tranquilla, non hai scritto niente di cattivo. Sono oltre 2.000 anni che la chiesa si arricchisce grazie ai poveri, pensa solo all’infinito patrimonio immobiliare donato loro per dare ricovero ai senzatetto che è stato trasformato in fonte di altissime rendite, l’elenco è interminabile. Te l’ho già detto più volte, leggi bene tutto il post.
    Buona giornata

  3. Il condom va bene, certo, come soluzione a breve; però la questione demografica la metti sotto controllo solo nel momento in cui un paese, un’area geografica raggiugono un livello di benessere accettabile; basti pensare a cosa era il meridione d’Italia non più tardi di 40 anni fa!
    Il sovraffollamento del pianeta è , cme dici tu sdat, un problema tutt’altro che remoto, perchè è da mettere in relazione alla riduzione esponenziale delle risorse naturali a disposizione.
    Per assurdo verrebbe da dire che il toccasana sarebbe una guerra distruttiva o una catastrofe o meglio un’epidemia mondiale ogni 20 o 30 anni. Oggi, invece, per fortuna , le catastrofi vengono, ove possibile, controllate, le epidemie prevenute, le guerre vedono soccombere (generalmente) solo pochi ! Ripeto per fortuna!

    TADS’ ANSWERS:

    non mi piace dialogare con gli anonimi comunque ti rispondo lo stesso, per questa volta (la prossima, se ci sarà, metti uno straccio di nick). E’ un cane che si morde la coda, mi riferisco al tuo primo concetto. Tanti anni fa fu approntato un piano triennale di aiuti per il Biafra (una zona successivamente incorporata con le brutte dalla Nigeria), un’area in cui morivano letteralmente di fame. Dopo tale periodo si scoprì che il piano umanitario fallì per un semplice motivo, nonostante la altissima mortalità infantile, la popolazione interessata era raddoppiata solo a causa dell’incessante procreare. Il punto di partenza mi pare chiaro, cosi come mi pare chiaro che senza piani lungimiranti non si approderà mai a niente di buono.

  4. Sono i potenti interessi legati al mondo sviluppato e alle sue istituzioni internazionali che rendono vani gli sforzi.

    La tragica realtà è ammettere che l’obiettivo del mondo sviluppato non è (né è mai stato) quello di nutrire i milioni di denutriti od affamati, ma quello di perpetuare la povertà e la dipendenza per ragioni politiche ed econorniche.

    Un saluto.

    TADS’ ANSWERS:

    brava Sabry, è proprio cosi,
    solo lasciami aggiungere alle ragioni politiche ed economiche quelle religiose.

  5. salve sdat,
    Il problema demografico che tu sollevi è una bomba che potrebbe far scoppiare il pianeta. Negli ultimi 50 del secolo scorso l’uomo ha consumato più risorse che in tutti i millenni precedenti! L’aumento esponenziale della popolazione, dovuto non solo al “trombaggio free” degli africani piuttosto che dei centro e sudamericani, ma sopra tutto alle condizioni di vita e igieniche che, seppur lentamente, migliorano e portano sempre più fasce di popolazione ad aspettative di vita un tantino più lunghe. Basta domandarsi il perchè dell’aumento della popolazione mentre la mortalità infantile rimane sempre, e purtroppo, ancora alta! Benissimo i condom paracadutati su villaggi e citta tropicali e subtropicali, però, ripeto, la questione va legata anche al rispetto e al preservamento delle risorse che il pianeta può continuare a darci!

    TADS’ ANSWERS:

    il capoverso sull’esaurimento delle risorse alimentari non l’ho scritto perchè intendevo farci un pezzo a parte in futuro, pare che le cose non stiano proprio cosi, in ogni caso consideriamo la questione come una importante motivazione per il controllo demografico. E’ tristemente assurdo e illogico avere mezzo mondo con bambini denutriti e l’altrà metà con altissime percentuali di obesità.

  6. Ho fatto casino nell’inviare ilo commento; tads, l’anonimo sono io. Ho forse dimenticato di mettere il nome; scusami hai ragione: gli anonimi non piaccione neanche al Toni!

    TADS’ ANSWERS:

    no problem

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...