Una mattina al fiume…

Attraverso il pioppeto molto lentamente con passi quasi felpati, mentre incedo verso l’argine del fiume lo scrosciare dell’acqua che si infrange sui grossi massi, strategicamente sparsi da una sapiente mano misteriosa,  sovrasta progressivamente il cinguettare degli uccelli che festanti svolazzano da un albero all’altro. Guadagno l’argine ed inspiro a pieni polmoni scrutando ciò che mi circonda, conosco benissimo il posto da anni ma ogni volta che vi giungo mi comporto istintivamente come fosse la prima volta, forse cerco semplicemente di individuare il minimo cambiamento, la natura, nella sua estenuante lentezza, è comunque mutevole…

Ad una ventina di metri più a valle, sullo steso lato, vedo lui, siamo vestiti quasi nello stesso modo, anche il cappellino e gli occhiali da sole paiono essere identici, ci fissiamo immobili senza scambiarci neppur un minimo cenno di saluto, fino ad allora non ci eravamo mai incontrati. Abbiamo il sole, non ancora alto, alle spalle che, come un riflettore da teatro illumina la sponda opposta. Qualcosa ci distrae, per un secondo vediamo lei, stupenda, bellissima, immergersi in una di quelle pozze che si formano spontaneamente anche nei fiumi più agitati, è equidistante da noi, quasi avesse scientemente deciso di porsi nel mezzo e trasformarsi in una principessa medioevale pronta a concedersi al cavaliere vincente, si muove sinuosa e provocante crogiolandosi nell’acqua. Io e lui riprendiamo a guardarci tenendo la coda dell’occhio puntata sull’anfratto galeotto, ci fronteggiamo studiando i reciproci movimenti come due avvoltoi che puntano la stessa preda, come due pistoleros in un western di Sergio Leone che si apprestano a duellare, come due maschi vogliosi in un locale notturno che bramano far propria l’avvenente ballerina seminuda che si avvinghia con lascivia intorno al cromato palo della lap dance. Lei continua a giocherellare in quell’acqua limpida incapace di nasconderne le meravigliose fattezze mentre noi, come seguissimo un copione, iniziamo a stringere nella mano destra il manico e con la sinistra ad allungare la coda di topo, mentalmente calcoliamo il numero delle frustate necessarie, in queste circostanze è d’uopo ridurle al minimo ma caricarle al massimo, la natura mi è complice, una piccola spiaggetta mi consente di guadagnare un paio di metri, lui riesce a fare altrettanto montando agilmente su un grosso masso, stiamo per partire in sincro quando lei, con un incredibile guizzo acrobatico, si rituffa nella ripide acque del fiume beffandoci clamorosamente, abbiamo esitato troppo. Era il più bell’esemplare di trota salmonata che avessi mai visto, sarebbe stato un vero trofeo temporaneo, sicuramente dopo catturata l’avrei slamata con attenzione e poi liberata restituendola alla natura. Facciamo amicizia e scopriamo di avere entrambi la passione per la pesca a mosca da tantissimi anni, uno sport dinamico, ecologico, esche artificiali e tanta, tanta abilità che si raggiunge dopo anni di pratica ed una caterva di “mosche” finte attaccate alle piante.

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

10 thoughts on “Una mattina al fiume…

  1. Guarda, quando ho iniziato a leggere mi sono fermata subito e sono andata a cercare se nascosto da qualche parte c’era un “tu be continued”.
    Poi ho ripreso e l’ho letto tutto ad un fiato e… che dire fermarsi all’apparenza è da trota, e spero che slami solo quelle e non branzini. Se casomai tu dovessi slamarne uno a riamarlo (??) ci penserei io.

    O.T.: Grazie a quel genio di Lian ho cambiato piattaforma, i cattocomunisti mi stanno stretti!

    TADS’ ANSWERS:

    ma guarda, la Lux is back
    vedo che non te ne intendi molto di “pesci”,
    il branzino bazzica in acque di mare

    scusa la domanda, ci vuole un genio per cambiare piattaforma???

  2. Bella metafora? nell’ora del cambiamento…la tua immagine, la sola, si confronta e riflette nell’IO…ma tu sembri conoscere ogni segreto…che incanta e poi stanca!
    E lei ti appare di diverse forme che credo mai ti furono nascoste…eppure…
    Commovente davvero il tuo sentire la vita!

    In amore si dice vince sempre chi fugge..e chi dorme non piglia pesci…:-)
    la bellezza nasce e muore comunque libera!
    Bello il post : respira di profumi, cos’ì l’ho interpretato nello scorrere del pensiero libero!

    p.s non vorrei creare malintesi CHE NON ESISTONO, se vuoi non pubblicare

    TADS’ ANSWERS:

    nessun malinteso,
    in questi casi l’interpretazione è libera,
    anche se la metafora è ben distante dall’amore

  3. Ero senza occhiali e la prima cosa che ho letto è stata “Era il più bell’esemplare di TROIA salmonata che avessi mai visto”, poi andando avanti nella lettura ho capito che qualcosa non andava e sono andato a prendere le lenti.

    p.s. per il commento da me… , il mio stato d’animo varia a seconda di quello che mi capita, però, a tutt’oggi credo ancora che un briciolo di tenerezza mi farebbe un gran bene.
    un abbraccio.

    TADS’ ANSWERS:

    lungi da me condannare chi ha bisogno di tenerezza,
    vedo che non ti manca, almeno nel blog
    lasciami fare “la voce razionale”, tanto per riequilibrare

  4. Ecchediamine, so solo dove nuota la roba buona da mangiare sa tu? Argh!
    Comunque visto che ho letto la domanda ti rispondo subito: ci è voluto quel genio di Lian che mi aiutata ad esportare il blog perchè manca questa funzione. Questa piattaforma rispetto all’altra non ti consente di traslocare. Cappito mi hai?

    TADS’ ANSWERS:

    Non ho intenzione di traslocare ma dovesse mai venirmi in mente di farlo chiederei direttamente ed ufficialmente alla redazione di lasciarmi esportare ciò che mi riguarda, visto che i testi sono miei ed i commenti dei miei lettori… non vedo per quale ragione mi si dovrebbe negare quello che reputo essere un mio diritto. Mi auguro non sia un problema di “regolamento”, quel regolamento che su questa piattaforma viene quotidianamente violato da numerosi bloggers, lo stesso Mercurio ha parlato di “tolleranza” sul forum, mica diventerà rigido per un trasloco???

  5. @Sdat
    1)
    Problemi di regolamento, per reminescenza nel forum, non penso ci siano per la semplice esportazione nel file WXR, anche perché uno può volerla fare anche per backup. Sempre per reminescenza non mi esprimo su eventuali problemi di regolamento a seconda di come uno pubblicizza il proprio cambio di piattaforma sul proprio blog Tiscali Blog specialmente se il blog era contrassegnato come raccomandato e affidabile
    2)
    Non faccio polemica ma secondo me hai ragione, quello che reputi essere un tuo diritto lo è, non solo su Tiscali Blog, almeno per buona regola dove non lo è addirittura nero su bianco.
    Perché i dati sono soldi, vedi sito blu, e quindi il primo diritto dovrebbe essere “prelevarli” FACILMENTE, come in banca, nonché chiudere l’account, che letteralmente si traduce “conto”. Tiscali Blog non si arricchisce coi nostri dati pubblicati, non ha pubblicità, però senza i nostri post non avrebbe la home page di Tiscali Blog.
    Che ci vuole per esportare i post? Un’email alla redazione. Io l’avevo detto a Lux, non so se aveva recepito. Il file possiamo tenerlo come backup per la stessa piattaforma (sempre se te lo faranno importare), o usarlo tal quale per cambiare piattaforma, purché basata su WordPress, come il sito del Giomba.
    Morale? A parte questi dettagli pratici che non ti servono perché non cambierai piattaforma, mi interessa il discorso del rispetto dei diritti, e farti vedere che la procedura è meglio di niente, ma macchinosa, e quindi secondo me hai ragione anche se non sapevi dell’email.
    Ricordo ogni volta che Tiscali Blog è gratis, però in questo caso non vedo quali stipendi ai programmatori e hardware dei server gli costava farceli esportare senza mandare l’email, perché se non erro era preinstallato ed è stato disattivato. Non ci vedo malizia ma solo un caso visto che molte funzioni disattivate di Tiscali Blog richiedono la stessa procedura. Non mi piace inoltre che la redazione saprà (ma è solo un caso) quando esporterò per backup o per trasloco (lo potrebbe sapere lo stesso in teoria, ma in pratica…).
    Chi non accetta questo, solitamente è costretto a fare copia-e-incolla a mano dei post.
    3)
    Spezzo invece una lancia a favore di Tiscali Blog sul rispetto del diritto all’oblio. Se ci sono riuscito io a cancellarmi, allora…
    4)
    Poi, in breve perché l’hai chiesto e Lux non ha risposto, rispondo alla domanda che hai fatto a Lux. Che ci vuole per cambiare piattaforma se, come quella di Lux, non è basata su WordPress? La solita email, più un convertitore. Per Blogger ce n’è uno trovato online, wordpress2blogger, che almeno i post li importa senza problemi. E per accontentare Lux? Ci vuole un genio… della lampada
    Il resto (quante cose pretende Lux per il blog, eccetera mi appassiona come il discorso sopra, ma non l’hai chiesto perciò non lo scrivo nel tuo blog. Non hai intenzione di traslocare, ma se dopo 2 cambi di piattaforma non hai l’intenzione di non fare mai un backup in formato WXR e sei curioso, prova a leggere qualche presunto comunista.
    @Lux
    ci vuole un genio per capire che a sdat e a me di parlare ancora del tuo trasloco non può fregare di meno?

    TADS’ ANSWERS:

    bentornato ragazzo, ti vedo mattiniero, magari nottambulo,
    grazie per la spiegazione esaustiva, è fuori tema ma ci sono andato io per primo, quindi è ok.
    Non mi hanno mai appassionato certi tecnicismi, lacuna mia.
    In questi anni ho visto diverse persone saltare da una piattaforma all’altra,
    non pensavo fosse così complicato.
    E’ ovvio che salvo tutti i miei post ma giuro di attrezzarmi per un periodico backup in formato WXR,
    come vedi, quando posso e ho tempo… preferisco andare a pescare.

  6. Sdat, se non ti dispiace copio il commento di Emiliano e la tua risposta e lo incollo nel mio nuovo blog, è il posto giusto considerato che si parla di “traferimento” e così non generiamo confusione ai tuoi lettori che non sanno. Grazie!

    TADS’ ANSWERS:

    bene, stavo per suggerirtelo, per quanto mi riguarda questa parentesi OT si chiude qui.

  7. …l’intrigo è catturarle.
    Le trote,dico.
    E sorrido.

    Poi..poi lasciarle andare.
    Con una piccola ferita che mentre rimarginerà
    tratterrà il ricordo del…predatore.
    Il quale si sentirà “buono” mentre,liberandole, esibisce,
    forse ,solo il suo potere di vita o di morte.
    Traendone piacere,appagamento.

    Bella metafora.
    Distante dall’amore,come tu stesso dici.
    Ma pregna di significati….

    marilù

    TADS’ ANSWERS:

    adoro questa donna,
    sa leggere SEMPRE ciò che scrivo.
    Marilù, con te è un piacere esprimersi per metafore sofiste

  8. Devo riconoscere che quando lavori di fantasia sei molto più accettabile di quando sali in cattedra! complimenti.

    TADS’ ANSWERS:

    tu mi obblighi a salirci in cattedra, questo pezzo è una metafora sofista, la fantasia non c’entra niente,
    comunque non ha importanza.

  9. tads, consentimi di dire che non capisco perchè non pubblchi tutti i commenti. premesso che sei padrone di farlo, ci mancherebbe, però devi capire che l’interlocutore si sente “offeso”; è meglio dirgli: hai detto una cazzata, hai sbagliato tutto! Non vedersi pubblicato un commento, per me equivale ad essere cacciato di casa, e questo francamente non mi piace.
    saluti e buona domenica

    TADS’ ANSWERS:

    guarda che ti ho pubblicato e pure risposto, forse confondi post,
    io banno solo gli insulti e le offese.

  10. sannitabiker scrive:
    8 Maggio 2011 alle 13:54
    scusami, ma forse il mio sistema cardiocircolatorio va sclerotizzandosi; pensavo di aver postato un commento di risposta in cui parlavo di fantasia e metafora. Forse non ho fatto l’invio correttamente. Come non detto, scusami ancora.

    TADS’ ANSWERS:

    ti ho risposto da te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...