I bambini…

Nelle settimane scorse Canale5 ha mandato in onda un film particolare: “Il curioso caso di Benjamin Button”, a livello “tecnico” lo considero una fetecchia, nonostante la magistrale interpretazione di Brad Pitt, sceneggiatura soporifera e tempi morti capaci di distribuire sbadigli come confetti in un matrimonio meridionale di vecchia concezione. Però il soggetto è da OSCAR, tremendamente originale ed affascinante sotto alcuni aspetti, un pargolo nasce 80enne e, dopo aver compiuto un percorso di vita inverso, muore di vecchiaia come neonato. Chi avrà mai avuto questa intuizione ipnagogica…??? Sicuramente un “ghost writer” che rimarrà sconosciuto, uno di quei tanti che nel loro anonimato producono emozioni, menti che meriterebbero attenzioni e considerazioni di ben altra portata. Sogno proibito per molte cellule espressive autorgasmanti avvezze a nutrirsi di consensi partoriti da una fecondazione intellettualmente incestuosa.

Questo è l’anno dei festeggiamenti, 150 anni di unità (?), Fratelli d’Italia… Il Presidente Napolitano sembra uno uscito dalla casa del grande fratello, quotidianamente esterna, dice, parla, interviene, presenzia, è sempre in prima pagina, esprime valori Nazionali nobili che ha scoperto solo di recente, è il garante di quella democrazia che fino a ieri ha odiato. Il nostro Presidente ha brindato alla invasione di Praga e Budapest, un “compagno” duro e puro che si è infilato, come gli altri, nella “lavapanni” che “scolora”. L’unità d’Italia ha fatto lo stesso percorso del Signor Benjamin Button, è nata “vecchia” e sta per morire da neonata.

In troppi confondono e mixano eventi a proprio uso e consumo, c’è chi è arrivato addirittura a definire Dante Alighieri “Italiano” attribuendogli la paternità della lingua, il Sommo sta all’Italiano come Freud sta alla psicanalisi, falsi storici artigianalmente prodotti, luci flebili che in quei tempi illuminavano a giorno capannoni stivati da villici vestiti a festa. Leonardo da Vinci era talmente Italiano che se ne andato a morire in Francia, portandosi pure dietro la Gioconda, Cristoforo Colombo per realizzare il suo sogno è emigrato in Spagna, tanto per parlare di cervelli in fuga. L’impero Romano non era l’impero Italiano, con la sua caduta ci sono stati oltre mille anni di medioevo, periodo in cui la nostra amata Patria si è trasformata in terra di conquista per disperati affamati e predatori, più o meno come capita oggi, l’unica differenza è che non ci sono più invasioni dal nord. I secoli che hanno inframmezzato il Rinascimento dal Risorgimento sono sicuramente degni di nota ma non per il popolo ridotto alla fame in nome dell’arte e della gloria. L’Italia è stata unificata dai Savoia solo per allargare il bacino d’utenza tassabile, Massimo D’Azeglio (il primo ideologo leghista, non condivideva l’unità e odiava i meridionali) disse: “adesso purtroppo bisogna fare gli Italiani” (in pochi sanno che il Signor D’Azeglio era dedito al vizio ed al libertinaggio peggio di D’Annunzio). In effetti fu profetico, ci vollero oltre 60anni per trasformare questa Nazione in qualcosa di paragonabile ad uno Stato consapevole di essere tale, l’avvento del Fascismo, con buona pace dei comunisti rosicanti. Le uniche cose che ancora funzionano, nonostante gli attacchi sinistri (parlo dello stato sociale), nascono tutte dal “ventennio”, questa Italia è ritornata bambina, invecchiando, come Mister Benjamin Button.

Il Signor Pierluigi Bersani è tornato bambino, un bambino che BESTEMMIA dicendo: “i veri patrioti siamo noi”, si, quei patrioti che, se non fossero arrivati gli alleati, avrebbero consegnato la Nazione nelle mani di Stalin servendogliela su di un piatto d’argento. In fondo ritornare bambini smemorati fa comodo a molti, di loro, il compagno Palmiro docet.

Quel gran puttaniere di Sarkozy che si è presentato ad una conferenza stampa ubriaco perso (il video su youtube spopola), è tornato anche lui bambino, si è messo a giocare ai soldatini attaccando la Libia, coadiuvato da un premier Britannico molto discutibile e da un Presidente Americano che fa acqua da tutte le parti, ci prendono per scemi, da sempre. Le guerre si fanno solo dove c’è da succhiare, in certe zone d’Africa muoiono migliaia di bambini al giorno, purtroppo per loro nel territorio in cui nascono non ci sono ricchezze come il petrolio e quindi… crepino pure, chissenefrega, laviamoci la coscienza mandando un “sms” ogni tanto, ammesso che il contributo arrivi a destinazione e serva a qualcosa.

Anche gli eredi di Agnelli e l’ingegner De Benedetti (per completezza d’informazione pure l’Unicredit e la Finmeccanica) sono tornati bambini, si stanno mangiando la marmellata gongolandosi, che bello incamerare i soldi di un “socio” caduto in disgrazia, sette miliardi di euro, infatti La Stampa e La Repubblica ben se ne guardano dal parlare di “aggressione ad uno Stato sovrano” come hanno fatto per l’Iraq o per l’Afghanistan.

Maurizio Costanzo diceva che la mamma dei coglioni è sempre incinta, personalmente rilevo che c’è una certa carenza, la chiamerei sterilità politica, che fine hanno fatto i pacifisti??? Perché la CGIL non organizza manifestazioni??? Perché il PD non organizza raccoglimenti di massa??? Perché Santoro non allestisce puntate contro la guerra??? Perché le bandiere iridate non colorano balconi e finestre??? La risposta è semplice, direi elementare, il valore della vita è inevitabilmente vincolato alle leggi di Murphy (vediamo chi ci arriva).

Caro Presidente Berlusconi, posso capire le pressioni, le ovvietà politiche, Lei governa uno Stato senza opposizione, chi glielo ha fatto fare di schierarsi contro Gheddafi??? Lei avrebbe dovuto tirare fuori le palle e dichiarare l’Italia estranea alla questione, per una volta tanto ci saremmo fatti i cazzi nostri. La notoria posizione geografica che da sempre ci contraddistingue sarebbe dovuta essere un punto di forza, non di debolezza.  I Francesi, i Britannici e gli Americani bombardano la Libia ammazzando civili inermi e noi dovremmo accogliere gli avanzi di galera travestiti da profughi???

“No fly zone”??? Signor Presidente del Consiglio, ha mai pensato di istituire una “no sea zone”??? Belli o brutti indietro tutti. Siamo una Nazione oppure un porto di mare caraibico ai tempi di Henry Morgan??? Adesso che la Tunisia, l’Egitto e la Libia si sono alleggeriti mandandoci i loro pendagli da forca… ci sentiamo tutti sollevati, tanto sono a Lampedusa, mica ai Parioli e nemmeno ad Arcore. L’Italia è proprio tornata bambina, morirà come una neonata sommersa dalla propria merda che fuoriesce da un pannolino mai cambiato. Sua altezza Vittorio Emanuele, esimio Conte Camillo Benso di Cavour, illustre Mazzini, Generale Garibaldi…  andar per funghi o lumache mai… vero???

Viva l’Italia

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

3 thoughts on “I bambini…

  1. …ho visto anch’io,da poco,il
    film di cui parli.
    E trovo,splendido,quasi da “oscar” l’accostamento che ne fai
    con l’unità d’Italia.
    Splendido e…amaro.
    Ma anche molto realistico,specie se il confronto
    viene fatto con certi personaggi alla…Bersani.

    Devo dire che gli ultimi accadimenti in Libia,
    mi hanno destabilizzata.
    La sortita quantomai frettolosa,disordinata e apparentemente
    raffazzonata della coalizione ,intendo.
    Lo sprint-compulsivo di Sarkozy,e quel suo volersi accaparrare
    la guida(sembra che aerei francesi siano partiti PRIMA
    ancora che la riunione dei “grandi” fosse terminata),
    un certo sconcerto me l’hanno creato.
    Ma,Tullio,se la Francia aveva così fretta di mettere
    le mani sulla Libia dove NOI abbiamo anche più interessi
    da tutelare,perchè ti chiedo,saremmo dovuti starcene a guardare?
    E’ una domanda senza intenti polemici.
    Credi,amico mio
    Sono andata subito al nocciolo,evitando qualsiasi
    forma ipocrita per indorare di buonismo questa nuova guerra.
    Infatti se noi dessimo un gran valore alle inevitabili
    vite stroncate,vorrebbe dire che in noi qualcosa non funziona.(teorema di… Murphy?
    Sorrido)
    E,davvero ,la nostra posizione geografica,così strategica sì,ma
    in questa realtà anche
    così…vulnerabile,non è essa stessa un buon motivo
    per far alzare in volo i nostri caccia?

    E’ in atto anche una guerra diplomatica non meno importante.(Non per le vittime vere,ovviamente)
    Spero soltanto che…i “signori” abbiano le idee più chiare,sugli
    obiettivi ,sul come uscirne e sul…DOPO.
    Invidio le tue certezze,Tullio.
    Io non ho che interrogativi, vaghe idee ed…esili speranze.

    Un abbraccio

    marilù

    TADS’ ANSWERS:

    carissima Marilù,
    io non ho certezze, credo non le abbia nessuno, nemmeno tra i grandi,
    la mia è una provocazione/considerazione che può tranquillamente essere messa in discussione.
    Nella sostanza io credo che Berlusconi avrebbe dovuto fare un discorso diverso,
    a grandi linee: “per motivi, geografici, logistici, migratori ed economici, una eventuale alleanza contro la Libia non può che essere guidata dall’Italia, se la Francia e l’UK non intendono considerarci… facciano pure senza il nostro appoggio e se ne assumano tutte le responsabilità”. La Nato sarebbe arrivata comunque ma avremmo dato un calcio al piedistallo dei due Paesi Europei più guerrafondai entrambi affetti da delirio di onnipotenza.
    La spiegazione la trovi in certi “documenti”, dovessero mai essere confermati si spiegherebbe la fretta di Sarkò, pare infatti che siano stati i servizi dell’Eliseo a fomentare, armare, finanziare e coordinare la rivolta Libica, Gheddafi stava riprendendo il controllo e certamente la cosa sarebbe saltata fuori, meglio bombardare di corsa e cercare di fare piazza pulita, ovviamente in nome della libertà e della democrazia.
    Ti abbraccio

  2. In breve Sdat ,credo che “l’essenza” sia sempre quella per tutti ,o quasi ,politici o non guardano sempre PRIMA il proprio interesse , poi se il resto avanza…ben venga….finchè non ci saranno angeli al posto degli uomini sarà sempre cos’ì !
    La storia parla anche di eroi, spesso finiti nella cornice dei ricordi di sempre…mentre altri godono ancora di luce.. riflessa!
    Mi è sembrato di capire (mia interpretazione) che sia Berlusconi e soprattutto Napolitano ultimamente stanno “ciarlatando” troppo… alle “batt.ute” di..spirito del Premier ormai tutti siamo abituati, Napolitano sinceramente mi lascia perplessa.
    Ho l’impressione che gli uomini in particolare, più invecchiano, più diventano non saggi, ma… saccenti…e qui mi fermo: lascio a te l’interpretazione Sdat , ma forse mi sbaglio!
    Verissimo che sia Berlusconi e altri potevano davvero farsi i .axxi loro, una volta tanto: di emme ne abbiamo già abbastanza, ma l’onnipotente- protagonismo emerge sempre…e ad.dio nulla si può fare!!
    Bella e vera la “battuta” dei cervelli (nostrani) in fuga da sempre!
    La “gioconda”, non so perchè mi …commuove lasciamola pure agli amati francesi!
    Baci

    TADS’ ANSWERS:

    cara Chiara,
    i politici dovrebbero fare gli interessi del popolo e della Nazione che governano,
    magari evitando di farsi mettere i piedi in testa da personaggi squallidi come Sarkò.
    La “grandeur Francese” ci ha rotto i coglioni.

  3. Ciao!
    Probabilmente lo sai già e quella del ghost-writer è solo una provocazione, comunque “Il curioso caso di Benjamin Button” è tratto dall’omonimo racconto di Francis Scott Fitzgerald!
    Spero che la mia intromissione non ti abbia recato disturbo, ciao!

    TADS’ ANSWERS:

    nessun disturbo, sei il benvenuto.
    La mia è una provocazione solo in parte,
    i ghost writer sono nati proprio per “servire” i grandi scrittori,
    di sicuro non gli emergenti.
    tu ce la metteresti la mano sul fuoco che l’idea sia proprio di Scott Fitzgerald? io no
    Torna quando vuoi, ti saluto cordialmente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...