Woman-day…

Ho un’amica molto appariscente con velleità da attrice, da anni bazzica in vari teatri ed ha pure una formazione culturale di tutto rispetto, domenica scorsa le ho chiesto di agghindarsi da bambolona sexy e di andare alla manifestazione contro l’immagine della “donna oggetto” a fare la tipa “allegra”, ad esser sincero l’intenzione era quella di realizzare una “candid camera” artigianale, purtroppo un impedimento improvviso mi ha costretto a desistere all’ultimo momento ma lei ha fatto il suo lavoro. Il rapportino di fine giornata è chiaro, innumerevoli tentativi di “baccagliamento” più o meno audaci (caffè offerti, richieste di cell, inviti a cena, inviti a disertare il corteo per andare in altri lidi, avances dirette, ecc. ecc. tra i “corteggiatori” anche qualche donzella adepta di Saffo)… Ovviamente si vedeva lontano un miglio che la mia amica fosse “inequivocabilmente” una rappresentante del mondo intellettuale e culturale della sinistra. La storia si ripete, i miei coscritti che hanno fatto liceo e università negli anni ’70 sanno benissimo che si rimorchiava più nei cortei che nei locali. Una femminista storica, oggi 80enne, ha dichiarato in tv che quella di mettere le donne più belle in prima fila era un escamotage per indurre gli uomini a fermarsi sui marciapiedi per guardare ed ascoltare slogan tipo: “maschi, cosa avete da guardare? Andate a casa, ci sono i piatti da lavare”, complimenti al “copy right”. Praticamente un povero cristo di allora, dopo massacranti turni in fonderia per mantenere moglie e prole, una volta tornato a “casina” avrebbe pure dovuto mettersi a “massaiare”.

Promotrici agguerrite del “tardona frustrata-day”… Susanna Camusso e Rosy Bindi, due umanoidi iscritte all’anagrafe sotto la voce “femmina” per mancanza di collocazioni identificative più specifiche, quando nacque la registrazione dei neonati nessuno previde gli “ibridi” né la sessualità dei visitors. La sindacalista, come ha scritto qualcuno in giro, ricorda quelle austere e rassegnate facce che si intravedevano nel palco d’onore sulla piazza Rossa durante le parate militari sotto il “socialismo” di Leonid Breznev. La “democrista” Rosy Bindi, molto più provincialmente, sembra un personaggio di Felliniana concezione, la “zitella cartomante-fattucchiera di Vergate sul Membro”. Le suddette hanno già dichiarato che questo “movimento” tornerà in piazza altre volte. Intanto è opportuno chiarire che alla passeggiata domenicale hanno partecipato 300.000 persone e non un milione, niente di strano, la sinistra ci ha abituato da anni al suo sparare numeri alla “canis penis”, basti ricordare gli assurdi 3.000.000 di Italiani che hanno affollato il circo Massimo (sognare non costa niente, tanto vale farlo alla grande), infatti dopo un simile plebiscito, Walter l’Americano, fu costretto a dimettersi perché quella folla immensa nelle successive elezioni votò per il nemico, forse la “porchetta” servita faceva schifo oppure era insipida, come tutte le stupidaggini senza costrutto né strutto che il PD propina da anni ed anni.

Stranamente giornaliste, scrittrici ed opinioniste che hanno popolato i salotti televisivi aizzando le donne a scendere in piazza non si sono presentate in prima fila, neanche in ultima, forse mariti, conviventi e fidanzati, nel loro immenso rispetto per il corpo femminile, non hanno saputo rinunciare alla “ciulatina digestiva” della domenica pomeriggio. Come sempre le “lotte” sono nobili e utili ma devono rimanere fuori dalla porta di casa e lontane dai propri pantaloni… questi uomini maschilisti, pensano solo a quello. Bisogna comunque riconoscere che in queste circostanze festaiole viene sempre fuori quella creatività italica che tutto il mondo ci invidia. La kermesse è stata battezzata: “se non ora quando?”, io direi: “anche MAI”. Nei reportage si sono visti molti striscioni goliardici, uno su tutti mi ha colpito, c’era scritto: “io la do gratis…”, più che l’espressione di una vena ironica mi è parso un accorato appello al fine di reperire qualche baldo giovane impegnato nel “volontariato” dotato di nodoso randello, è notorio, i casi umani sensibilizzano. Non è dato sapere se la speranzosa manifestante abbia avuto ragione sui gusti estetici maschili terribilmente discriminanti.

Considerata, a livello numerico, l’esigua ed irrilevante partecipazione da parte delle donne Italiane a questa infame strumentalizzazione politica antiBerlusconiana spacciata per giusta causa… Mi corre l’obbligo di complimentarmi con l’universo in gonnella, mi riferisco a quei milioni e milioni di madri, mogli, lavoratrici, casalinghe e tutte le altre che non hanno abboccato all’esca dell’ipocrisia, della falsità, dell’incongruenza e della meschinità tesa subdolamente da un movimento pseudo-ideologico in manifesta agonia, non sanno più dove attaccarsi. Le donne di motivi SERI per protestare ne avrebbero, ne HANNO tanti, altro che bunga-bunga, a cominciare dal mercato delle schiave minorenni, ignorate dai PM, costrette a prostituirsi con la violenza per finire alla libera interpretazione di certi giudici sulla legge contro lo stalking, cose che  paiono, non solo a me, veri e propri insulti alla dignità femminile.

Esistono aspetti grotteschi come la diversificazione degli approcci sessuali, le orge di Carmen Llera ed i “trenini” di Vendola, oltre ai “vizietti” di Marrazzo, Sircana, Luxuria, sono da catalogarsi nella “sfera intellettuale”, elettiva, formativa, cumuli di esperienze utili per capire le meschinità di quel popolino che vorrebbero gestire guardandolo dagli attici con una fumante tazza di the verde in mano e tanto compatimento negli occhi… non mettetevi a ridere, i maìtre à penser dell’anti”B” sono a questi livelli. La sinistra asserisce, non si capisce in base a quale criterio accettabile, di essere la depositaria della “cultura”… anche quella da alcova. Non è una novità, tutte le donne di destra sono delle “zoccole”, ministre comprese, in quanto tali non meritano nessuna solidarietà, anche perché quando scopano non lo fanno per un arricchimento intellettuale bensì per una squallida gratificazione carnale o, peggio ancora, per mercimonio. Qualche dubbio in merito mi viene, infatti una volta ho socializzato carnalmente con una bollente ed ingrifata “compagna”, (ANAL)izzarla virilmente sotto il post di Che Guevara per me è stato un “corso di laurea”, gli orifizi “rossi”: studio, “approfondimento” e riflessioni.

Il garantismo in questo meraviglioso Stato è un optional. Un PM donna, fregandosene della Costituzione, delle leggi e delle competenze territoriali, chiede il rito abbreviato per processare Berlusconi, lo chiede ad un GIP donna, ovviamente la richiesta è accolta e, combinazione, il Premier si ritroverà di fronte tre Giudici… indovinate un po’… tre donne, guarda te la vita che ti combina, la serenità e l’obiettività che aleggeranno in quell’aula si taglieranno con il machete. Per la serie: “chi di donna ferisce di donna perisce”, effetto “rosa”. Quello stesso effetto “rosa” che ha messo nella merda una pubblicista che nel suo blog ha dichiarato di voler vedere il Cavaliere morto. E’ dai moti femministi che le donne, quelle evitate dagli uomini come fossero mine, aspettano un capro espiatorio, la vendetta delle amazzoni senza cavallo, delle valchirie nane, delle danzatrici del ventre anchilosate. Negli stati razzisti del sud degli USA, quelli dove ancora impazza il KKK, quando si processa un negro non può esserci una giuria composta da soli bianchi… noi siamo oltre… queste quisquiglie democratiche le abbiamo superate, in nome del “diritto” mettiamo il Re delle cene PRIVATE in mano a donne assetate di vendetta e rivalsa incapaci di distinguere il limoncello dalla fellatio. Si, a volte anche io faccio “satira”, chi può impedirmelo???

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

5 thoughts on “Woman-day…

  1. concordo in pieno con il tuo pensiero. Queste manifestazioni sono solo degli specchietti per le allodole in modo da fuorviare l’attenzione di tutti noi. Le escort guadagnano in una notte quanto ne guadagni io in 6 mesi…… c’è qualcuna di loro che vuole mollare il suo lavoro per venire a svolgere il lavoro di insegnante? sicuramente no. Forse le manifestanti considerano più orripilante che le donne/oggetto scorrazzino nude tra le piscine berlusconiane che exmariti/fidanzati/amanti denunciati per tentato omicido e rigorosamente “a piede libero” portino a compimento il loro intento……. Sarebbe quasi ora che invece di andare alle manifestazioni con i gomitoli di lana ci armassimo di mazze da baseball per difenderci dai nostri aggressori, guardacaso gli unici protetti dalla legge. Credevo che questa legge sullo stalking fosse rigida e ci cautelasse… niente di tutto ciò… l’ennesimo fumo negli occhi !!!!!
    smak

    TADS’ ANSWERS:

    la legge contro lo stalking non è male, anche se si può irrigidire ulteriormente, il problema è prettamente politico, molti giudici tentano di vanificare o sminuire le leggi emanate da questo Governo, in nessun Paese al mondo un ubriaco che ammazza SETTE ciclisti viene lasciato libero, tanto per esemplificare. Meglio buttare via i soldi dei contribuenti allestendo inchieste da KGB con un dispiego di uomini e mezzi da brivido per trovare improbabili reati nelle cene private piuttosto che occuparsi di cose serie. Il sostanziale fallimento della manifestazione ci fa pensare in positivo, coloro che gridano da anni “al lupo al lupo” non sono più credibili.

  2. Personalmente ho ritenuto ridicola la “piazzata del bunga bunga” nella convinzione assoluta che le donne di oggi possono fare e dire quello che consapevolmente decidono: SI o NO!
    E’ ovvio che non si discute lo fruttamento della prostituzione ect ect, o qualsiasi violenza fisica, anche verbale, su persone fragili, bisognose, che tuttavia dovrebbero essere protette, ma che spesso vanno incontro ad un destino tragico che le segnerà per tutta la vita!
    Non ho seguito il “corteo bunga,” ma posso immaginare benissimo e senza alcuna fatica…i volti di questi..personaggi, con personalità decisamente istrioniche, di drammatizzazione e… teatralità…scese in piazza non tanto per difendere la propria dignità, che non hanno, altrimenti sarebbero state a casa con i propri figli e mariti, ma forse spontaneamente? o coinvolte? da un giro politico ANTIBERLUSCONIANO di “sfruttamento??” …che a quanto pare purtroppo ci dice che anche alle minorenni è concesso il permesso di entrare e uscire da Arcore !!! come e quando vogliono LORO! E sarà così per sempre…
    AXXO!!
    Vorrei precisare ,ed è risaputo, che non amo il berlusca e se Sdat fa paragoni con la bindi, mi permetto di aggiungere che esteticamente non ritengo il berlusca meglio di lei
    Quindi per chiudere questa prima parte… il carnevale è arrivato di proposito!
    Mi sembra corretto ricordare (ma forse mi sbaglio) che attualmente ci sono molte situazioni sempre più emergergenti da affrontare al più presto ,molto più gravi, dove il “bunga-burga presidenziale” flaccido o meno dovrà RISPONDERE, e non mi limito solo hai tanti processi dove nessuno è colpevole fino alla condanna definitiva…con la presunzione di …innocenza, dove LUI ha precise responsabilità, anche morali, nei confronti di tutti gli italiani, e in particolare a chi l’ha votato!
    E’ anche vero che …poveretto se tutte vogliono lui…come fa e come farà a dire NO1 a tutte, e magari qualcuno potrebbe non crederci (vero Sdat) considerato l’età e …gravi? problemi alla prostata…ecco la vera verità!!! Ora forse abbiamo capito perchè Veronica l’ha lasciato!!( carne fresca per tutti, e mi sembra giusto)
    Per concludere guardiamo i dati statistici attuali: è dimostrato che la disoccupazione, soprattutto quella giovanile è aumentata (dimostrami il contrario nero su bianco Sdat), il dato più negativo sono le 400 mila persone in cassa integrazione, che andranno ad associarsi ad altri disoccupati, e ciò che mi fa incazzare maggiormente è che questo governo sembra troppo impegnato a difendere il presidente che a realizzare quanto prevedeva il “programma berlusca” con cui ha vinto le elezioni!!!
    Ma purtroppo la vera tragedia che stò notanto è che non vedo un solo emergente “talento-politico” in grado di dagli due calci nel culo!!!
    Donne altro che bunga-bunga, impegnamoci anche noi per quanto è possibile, a migliorare queste situazioni… una frase giusta l’ha detta berlusconi: le donne in politica servono, sono decisamente valide, e soprattutto ci credono veramente, e forse senza accettare tanto i compromessi del .axxo!

    p.s mi sa che prima o poi finirò male…amen!

    TADS’ ANSWERS:

    visto che sei rimasta sostanzialmente in tema mi permetto io un OT per chiarire e risponderti su un paio di cose:

    1) che sia stata la moglie a lasciare Berlusca è una leggenda tutta da dimostrare, le verità che sappiamo sono due, lo cornificava da anni con il capo scorta ed in sede di separazione ha ottenuto una residenza in usufrutto ed un assegno mensile ridotto ad un decimo rispetto alle richieste iniziali, evidentemente tutte le ragioni non le aveva, Rita Rusic a quel babbione di Cecchi Gori ha portato via il 50% del patrimonio totale.

    2) la disoccupazione Italiana è attestata intorno all’8,5%, abbondantemente al di sotto della media Europea, la disoccupazione giovanile è intorno al 29% ma reca in dote una anomalia tutta nostrana, la forbice calcolata comprende una fascia di età che va dai 14 ai 30 anni, fermo restando che esiste l’obbligatorietà scolastica fino ai 16 anni, i ragazzi possono abbandonare la scuola a 15 anni compiuti e solo dopo aver dimostrato di essere entrati nel mondo dell’apprendistato. Se togliamo da questa percentuale tutti i 14/15/16enni il dato si abbassa di molto. In ogni caso è anche umanamente e socialmente ingiusto considerare disoccupati i neo diplomati ed i neo laureati, lo stesso dicasi per tutti quei “bamboccioni” svogliati fuori corso. Per concludere, non possiamo ignorare che la confartigianato e la piccola industria hanno denunciato carenza di personale, esistono centinaia di migliaia di posti di lavoro che i ragazzi Italiani rifiutano. Questi sono dati ufficiali, non opinioni.

    Ti ricordo, tornando in tema, che finchè non verrà dimostrato “oltre ogni ragionevole dubbio” che ad Arcore si facessero orge rimaniamo nel territorio delle illazioni, delle supposizioni e delle congetture costruite su fantasie esternate da donzelle con passati molto discutibili, cercare di far cadere un Governo sulle dichiarazioni di puttanelle in cerca di gloria e visibilità mi sembra ridicolo. Giusto ieri un Tg nazionale ha documentato le vicende giudiziarie di Berlusconi, due o tre procedimenti sono caduti perchè prescritti ma in tutti gli altri, una dozzina di casi, è stato assolto o prosciolto.
    Buona serata

  3. Dubbi…
    Leggo su uno dei tanti quotidiani dei sinceri democratici, che alla manifestazione delle donne a Piazza del Popolo, a Roma, erano presenti 500mila parsone. Mai stata forte con i numeri, ma avendo letto, su wikipedia, tempo fa, che la superficie della piazza è di 16 mila mq. eseguo una semplice divisione e appuro con meraviglia che le sincere i sinceri democratici sono riusciti a stringersi in 31 su di 1 mq. della piazza.
    Miracolo dell’antiberlusconismo?

    Franca Rame che pontifica contro l’uso del corpo delle donne.. Quando la stessa in testa ai cortei delle femministe urlava il corpo è mio e lo gestisco io, adesso urla contro chi gestisce il proprio corpo.
    Invidia o il solito perbenismo di facciata della solita sinistra italiana?

    Le sinistre donne progressiste e moderne ecc. ecc. non è che hanno paura di aver messo al mondo ed allevato figlie escort?

    Un saluto Sdat.

    TADS’ ANSWERS:

    ciao Sabry,
    hanno fatto come le oche di paperissima…
    dobbiamo stare…VICINI-VICINI

  4. Dici bene sdat, queste pagliacciate sono solo patetiche.

    TADS’ ANSWERS:

    infatti giusto oggi Bersani ha detto che vorrebbe un governo con metà ministri femmine,
    una trovata pubblicitaria che fa acqua da tutte le parti,
    il leader del PD è l’unico pirla che non ha ancora capito che le donne NON votano le donne

  5. Volevo venire a scrivere qualcosa sul tuo blog per ricambiare la tua visita sul mio. Poi ho letto quello che scrivi, come lo scrivi, chi ti risponde e come ti risponde. Allora sai cosa ho deciso? Non dico niente, va bene così. Solo una domanda: se non sei fidanzato o sposato, ti posso presentare la mia amica Elsa?

    TADS’ ANSWERS:

    No grazie, sto bene single, come avessi accettato.
    Hai una agenzia matrimoniale???
    Io ho già dato, ne riparleremo in un’altra vita… forse!!!
    Salutami l’incolpevole e sconosciuta Elsa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...