Le donne…

Domenica 13 febbraio le donne scenderanno in piazza per rivendicare diritti, ancora non si è capito quali,  infatti non protesteranno contro i giudici che scarcerano o lasciano liberi “ex” violenti e potenzialmente assassini, nemmeno protesteranno contro quella sinistra che delle problematiche femminili se n’è sempre disinteressata (per arrivare a fare uno straccio di legge contro lo stalking  ci è voluto un Governo Berlusconi e, soprattutto, l’impegno dell’onorevole Giulia Bongiorno e della soubrette Michelle Hunziker), noooo… protesteranno contro l’immagine della donna “bunga bunga” , contro il “velinismo” e addirittura contro “Drive in”, trasmissione colpevole di aver portato sul piccolo schermo procaci donzelle tutt’altro che freddolose… Caro Ricci l’hai fatta davvero grossa, la colpa è tua,  non importa minimamente quello che mamma Rai ha fatto prima di te, mi riferisco alle cosce delle Kessler , alle minigonne inguinali di Mina e financo all’ombelico della Carrà… quelle erano figure “professionali”. Nel sentire certa gente in televisione che spara belinate a mitraglia c’è da farsi venire l’orchite. Se le gemelle Tedesche e l’agitata Raffaella si fossero presentate in video, con tutta la loro professionalità, in tuta e scarpe da ginnastica, magari pure senza trucco, avrebbero contribuito in modo significativo ad incrementare le nascite, magari pure gli spettatori cinematografici ed il problema dell’asimmetria muscolare degli arti superiori maschili sarebbe rimasta una peculiarità esclusiva dei tennisti.

 

Drive in era una trasmissione intelligente, geniale, molti appartenenti a quel cast sono ancora sulla cresta dell’onda nonostante siano passati quasi 30anni, faceva una satira dissacrante, mai offensiva né volgare, le ragazze emanavano una gioiosa autoironia. Se proprio non ci si vuole arrendere alla globalizzazione dei format di intrattenimento e si sente la necessità (?) di individuare e colpevolizzare, a tutti i costi, un programma “ariete” che ha sfondato il portone della dignità femminile… bisogna pescare negli archivi RAI. All’alba degli anni ’90 nasce “non è la Rai”, ogni pomeriggio Boncompagni mandava in onde un esercito di ragazzine minorenni che, agghindate e atteggiate da dive, zompettavano e starnazzavano come oche giulive davanti alle telecamere, la glorificazione dell’insulso, la mortificazione del talento. La prima grande illusione del popolo adolescenziale, uno stabilimento del niente che produceva niente utilizzando la freschezza fisica delle fanciulle, per la gioia di vecchi porci dediti a pratiche onanistiche. Non azzardatevi a toccare Drive in. 

 

Nelle nebbiose paludi dell’inconsistenza intellettiva ed intellettuale ci si scontra con l’assurdo  fatto muraglia, quella muraglia che per anni le stesse donne hanno, coriacemente, demolito fino al raderla al suolo. Oggi la sinistra ha ricostruito una scenografia di cartone tentando, nel più meschino dei modi, di indurle a spersonalizzarsi totalmente, contraddirsi, rinnegarsi, cannibalizzarsi, la lotta di classe antiBerlusconiana punta a creare un conflitto tra le belle e le racchie aizzando queste ultime, come pit bull addestrati, ad azzannare una invidiata bellezza. Conosco bene (più di chi ne parla a vanvera) il mondo dello show business, dello spettacolo, ho incontrato molte persone che mi hanno confessato di essere scese a compromessi per avere spazio, questo si, non ho MAI incontrato una donna che mi abbia confidato di essere andata a sculettare in tv perché minacciata con una pistola alla tempia.

 

Il problema dei diritti è tutto da verificare, NESSUNO è in grado di dimostrare, carta in mano, che in Italia una donna guadagni meno di un suo omologo maschio, la maternità deve essere letta attraverso una chiave logica, ci sono rappresentanti e agenti di commercio che hanno assunto segretarie che, per strane combinazioni astrologiche, dopo pochi mesi di lavoro si sono messe in maternità, gravidanze ad orologeria o fato dovuto alle stelle??? Tanto per esemplificare. Personalmente eliminerei le “quote rosa”, che senso hanno??? Questa è veramente una discriminante per le donne, la vera essenza sta in quel malato criterio elementare che da decenni contamina l’universo femminile, quando serve fare la tupamaros faccio la tupamaros, quando serve fare la gattina sexy faccio la gattina sexy, tanto gli uomini sono tutti coglioni, NON funziona così, assolutamente NO. Stampatevelo bene in testa, se gli uomini fossero tutti fessi vi avrebbero messo il mondo in mano, quel mondo che voi potreste, numericamente, comandare ma ve ne guardate bene dal farlo, per manifesta incapacità decisionale conclamata ed accettata, gli “umori” vi danneggiano, un uomo dopo aver eiaculato pensa al lavoro, a fatti concreti, una donna dopo aver “scaricato” sale sull’aereo dei sogni, il trasformismo comportamentale indebolisce carattere e personalità, sono milioni le donne che vivono nell’incoerenza e nella insicurezza per il loro aver smarrito la giusta linea guida saltellando da un mondo all’altro.

 

Tornando alla carnevalata del 13 febbraio… cerchiamo di capire, direi evidenziare, certe incongruenze di alcuni “sorrisi verticali” che parteciperanno all’evento storico. Sabrina Ferilli, una icona della sinistra, giusto poco più di un anno fa Max “sparava” in edicola il suo calendario “artistico” con tanto di poppa e prua in bellavista, i camionisti hanno ringraziato sentitamente, tralascio certi film osè di inizio carriera, mi limito a ricordare che molte donne dell’opposizione considerano da sempre il “calendario” l’emblema della donna oggetto. Alba Parietti, una antiBerlusconiana che, come tutti sanno, deve la sua lunga ed invidiabile carriera solo ed esclusivamente ad un innato talento artistico abbinato ad una sconfinata cultura. Altra “promotrice” è Catherine Spaak, attrice di fama interplanetaria che a soli 17 anni si è presentata a Cinecittà in abiti succinti e tanto, tanto, tanto amore da dare, ovviamente all’arte. Recentemente si è messa a promozionare la contestazione anche la Signora Carmen Llera (vedova Moravia), una scrittrice che in un libro autobiografico ha descritto dettagliatamente il piacere di sentirsi “donna oggetto” al centro dell’attenzione sessuale di più uomini (un potente politico ed un famoso giornalista, entrambi di sinistra). Qualcosa non mi torna.

 

Questo è un Paese, come gli altri, che piazza ficame scosciato ovunque, fatevi un giro al motor-show di Bologna (pare sia considerevole il numero di visitatori che pagano il biglietto più per guardare le standiste che non auto e moto), migliaia di locali pullulano di cubiste che mostrano il tanga agli astanti e di semi ignude femmine che si avvinghiano lascivamente al palo della lap dance. Attrici di lungo corso come Debora Caprioglio, Serena Grandi e la redenta Claudia Koll, devono la loro vita artistica a quel famigerato maschilista di Tinto Brass, la stessa Stefania Sandrelli è stata ripescata a 40anni da lui, rilanciandola alla grande con “la chiave”, evidentemente tette e lato “B” servono… eccome se servono. Brass è stato spesso contestato ma l’ultimo festival di Venezia lo ha riabilitato alla grande, magari si è iscritto al PD, chissà…??? Non scordiamoci che la cinematografia Italiana, a cavallo degli anni 70/80, per salvarsi dal tracollo ed evitare una consistente disoccupazione, ha dovuto “aggrapparsi” all’apparato mammario e alle terga di Edwige Fenech, Nadia Cassini, Gloria Guida, Carmen Russo e tante altre “donne oggetto” che si sono “sacrificate” per la causa.

 

Tutto ciò che le donne fanno a sinistra è arte, cultura, esercizio di un diritto, autodeterminazione, ricerca… tutto ciò che le donne fanno a destra è zoccolamento feroce. Il giorno dopo la manifestazione è San Valentino, molte di queste donne si toglieranno la mimetica e si vestiranno da burlesque pronte a gratificare compagni e spasimanti che rispolvereranno l’unico rito maschilista amato dalle donne, il regalo. Ovviamente la risposta sessuale è strettamente proporzionale al valore del “presente”, un mazzo di orchidee vale un bacetto, un ninnolo d’oro una fellatio, se vi presentate con un diamantazzo grosso come un’oliva… la “compagna” vi guarderà negli occhi languidamente e dopo aver sbattuto una mezza dozzina di volte le ciglia vi dirà: “fammi tutto quello che vuoi”.

 

La sinistra da sempre difende la prostituzione come scelta “professionale”, a parte il fatto che considerare questo “mestiere” un diritto ma negare la legalizzazione dello stesso è una contraddizione macroscopica, risultato: tratta delle schiave ed evasioni fiscali da Guinnes. Il punto di vista osceno nasce da una scabbia concettuale, se una battona da marciapiede ammalia e abbindola un operaio che torna a casa dopo il lavoro “asportandogli” 50euro, soldi sottratti ad un già esiguo bilancio famigliare, esercita un diritto, lo scemo è lui che si è fatto infinocchiare. Se invece una procace ragazza si imbuca ad Arcore speranzosa di “vallettare” in qualche trasmissione e magari dopo una gustosa cenetta riceve un regalino “gratis et amoris dei”… diventa cappuccetto rosso tra le grinfie del lupo cattivo. L’antiBerlusconismo ha prodotto una palude (già menzionata) ossimora che ingoierà, inevitabilmente, coloro che anziché bonificare hanno annacquato.

 

Vorrei chiedere alle donne… è più squalificante e mortificante andare a cena dal Cavaliere, oppure essere sbattute in piazza a strillare slogan risibili sfruttate e strumentalizzate da una parte politica che persegue laidi fini? Se fossi una impiegata che guadagna 1.500 euro al mese pagandone altrettanti di contributi e ritenute andrei anche io a protestare, sì, protestare contro quel catto-comunismo che consente alle escort di lusso di incassare 20/30mila euro al mese totalmente esentasse. Le puttane esistono da sempre e per sempre esisteranno, non serve a niente accusarle o difenderle secondo le convenienze politiche momentanee. Salvate le schiave dalla violenza e tassate le “marchette” volute.

 

Fin quando qualcuno non dimostrerà ciò che è indimostrabile rimarrò fermo sulle mie posizioni, come cittadino me ne frego altamente di chi va a mangiare a villa San Martino oppure a Palazzo Grazioli, non credo neanche nel conflitto tra istituzioni, semplicemente ci sono giudici e telepredicatori-giornalisti che a spese nostre conducono da lunghi anni guerre personali, guerre costosissime totalmente estranee agli interessi del Paese. A sinistra si fa di tutto per distogliere l’attenzione da un disastro politico interno che si consuma e peggiora di giorno in giorno, si sta tentando di insabbiare il caso Conso/Scalfaro/Ciampi/mafia, presto in Campania scoppierà un bubbone incredibile che rischia di passare in secondo piano perché tutti i media “anti” si occupano solo del bunga-bunga, ce ne sarebbe da scrivere fino a domani, chiaramente dopo essersi approvvigionati di una confezione gigante di rotoloni Regina.

 

Tullio Antimo da Scruovolo 

Annunci

16 thoughts on “Le donne…

  1. Non credo che gli uomini siano molto meglio sono più, che dire privilegiati…ma non è questo il problema…
    in verità credo che più una donna cerca di comportarsi… meglio che può….
    più è poco rispettata! sia nell’ambito del lavoro , famiglia e anche vita sociale, soprattutto se non si fa innescare da certi “meccanismi” forse premeditati! insomma la donna oggi vuole essere con le @@: costi quel che costi!!
    mentre ho notato che più le donne sono senza scupoli e …menefreghiste in tutto o quasi, forse, anzi sicuramente vivono meglio!
    IO ci credo ancora! e dico alle donne di difendersi e mai avere paura.. in qualsiasi situazione FARSI RISPETTARE! e BASTA CON ABUSI DI POTERE! che hanno questi uomini e(molto meno le donne!) che pensano di essere meglio degli altri
    in particolare tracciare con un filo spinato e differenziare, vita famigliare-lavoro e “vita sociale”
    poi chi sbaglia “paghera’” di suo..o no?
    sdat è un po’ tardi non dirmi che sono andata fuori tema sii comprensivo!

    TADS’ ANSWERS:

    Le tematiche affrontate in questo post sono molteplici, ti ricordo le più importanti:

    1) perchè le donne si lasciano sfruttare e strumentalizzare da una parte politica che le manda in piazza a protestare, sostanzialmente, contro il Primo Ministro dotandole di motivazioni ridicole senza capo nè coda???

    2) non ti pare strano che a promuovere e pubblicizzare questo “femminismo vintage” siano proprio quelle donne che per scelta propria si sono costruite un ricco futuro sul proprio corpo???

    3) perchè il baldraccamento a sinistra è una questione intellettuale mentre a destra è una becera mercificazione???

    4) quanto bisogna essere in malafede per andare a colpire una trasmissione storica irripetibile solo perchè trasmessa da una rete Mediaset (allora Fininvest)??? La quasi totalità degli autori di Drive in era ed è dichiaratamente di sinistra, che fanno, si tagliano le palle da soli???

    mi fermo qui.

  2. Che piacere leggerti,Tullio!
    Sai,è come mi fossi sfogata io stessa .
    Una specie di …catarsi per interposta persona.
    Sorrido.

    Da sempre,per esempio,mi ribello alle quote-rosa :
    un’area per soggetti …da proteggere.
    Discriminante.
    Offensiva della dignità femminile.
    In parole povere, una irridente patente che sancisce l’incapacità
    delle donne a farsi valere.

    E,certo,sì,se fossi anche solo un poco più giovane
    il 13 andrei a Milano(contromanifestazione-personale)
    se
    non altro per gridare che non tutte le donne sono
    fantocci facilmente manipolabili e
    strumentalizzabili con risibili motivazioni.
    Che pena leggere quei nomi delle neo-pulzelle-d’Orleans,
    verosimilmente
    alla patetca ricerca di un refolo…dei passati allori.

    Pena,ho scritto.
    In effetti è questo che provo per loro…rammaricandomene.

    E,sì,
    rispondendo alla tua domanda, mi sentirei
    davvero squalificata se mi trovassi
    in mezzo …a quel gregge belante.

    Non ti stupisci,vero?
    Ri-sorrido.

    marilù

    TADS’ ANSWERS:

    No Marilù,
    non mi stupisco affatto,
    in vero non ho mai nutrito dubbi in merito, sei una donna intelligente, in quanto tale, non avresti mai potuto appoggiare un simile avanspettacolo politico di piazza che le donne le denigra veramente. Sai che ho un cane (trattasi di una specie di orso capace di elargire affetto sincero ed incondizionato), bene, la cosa mi vincola a degli orari (mi riferisco alle sue esigenze fisiologiche), rimpatriando dopo le ultime sue dovute evaquazioni, mentre mi spoglio, accendo la tv su Chiambretti night,
    mi blocco all’istante perchè vedo apparire in video, in collegamento, Barbara Alberti… Una figura STORICA dell’universo femminile, una MENTE eccelsa, una scrittrice(?) che ha fatto epoca, semplicemente trattasi di una attuale icona della decadenza anagrafica ed intellettuale dell’universo femminile.
    Ha parlato di vecchi porci che “amano la carne fresca”, un fenomeno Berlusconiano.
    Ad onor del vero l’affermazione “carne fresca” è una battuta radiofonica della Zanicchi
    che ovviamente è stata, come ogni cosa, strumentalizzata.
    Probabilmente la Signora Alberti è un UFO atterrato in Africa, in Cambogia, in medio oriente.
    Negli ultimi 50/60anni, qui in Italia, non si è mai parlato di “carne fresca” quando la Loren si è maritata con Carlo Ponti, nemmeno quando Zeudi Araia si è fatta impalmare da Cristaldi, che dire poi di Gloria Guida e Dorelli, di Costanzo e la De Filippi, della Afef e Tronchetti Provera, di Nicoletta Mantovani e Pavarotti, della Gregoraci e Briatore… e di quello immenso AMORE che ha costretto Nilde Jotti a sottostare pure ad un aborto clandestino ordinato dal PCI per salvare l’immagine del compagno Palmiro? Ciliegine, Carmel Llera e Moravia, Amanda Lear e Savador Dalì, esagero, Carmen Di Pietro e Sandro Paternostro… tutti figli della “porcilaia” Berlusconiana???
    Cara Barbara Alberti, non è che stai a rosicà perchè nessun tronista ti si fila?
    se una parte dell’universo femminile dovesse decidere, PER IPOTESI, consapevolmente e scientemente, di fare carriera
    con la fica, il culo ed i pompini… a te che cazzo te ne frega????
    Forse non te ne sei accorta ma è un qualcosa che esiste da 60anni.
    Fermo restando che finchè non saltano fuori prove tipo: “pistola fumante”, trattasi di chiacchiere.
    La politica si fa in parlamento
    I processi si fanno in tribunale
    tutto il resto è solo MERDA sparsa affinchè qualcuno ci si sporchi le suole.
    Credo tu mi abbia capito bene, Signora Alberti.

    Marilù, ti abbraccio, come sempre con il massimo
    del rispetto e della simpatia

  3. Lei continua a difendere , trincerandosi dietro il suo “anti anti berlusconismo”, un presidente del consiglio che vive leggermente sopra le righe per il ruolo che riveste. Lei continua a dire, lo fa anche in questo post pieno di acredine, che poi tutti,destra e sinistra, politici e magistrati, hanno usato e usano la donna; tira in ballo perfino il cinema : che c’azzecca Tinto Brass con Berlusconi?

    Questo post trasuda livore e disprezzo per le donne.
    Ho il sospetto che lei da giovane sia incappato in qualche disillusione che oggi in età matura lo rende così duro!
    La mia esperienza di vita mi dice che il pragmaticsmo estremo, il disincato e l’ostilità gratuita appartengono, spesso a soggetti che in età giovanile hanno avuto la disavventura di conoscere solo due colori, “il bianco e il nero”, senza percepirne le sfumature.
    cordialità

    TADS’ ANSWERS:

    …”questo post trasuda livore e disprezzo per le donne”…
    dimmi la verità sannita, sei gay???
    Ecco a voi, Signore e Signori, l’ennesimo psicanalista da web,
    l’ennesimo frustrato che proietta, Prustianamente,
    le proprie pochezze umane sull’altrui libero pensiero.
    Fatti vedere ragazzo, da uno bravo… si intende

  4. A che punto sono ridotti, caro sdat….. l’unica arma che ormai hanno gli antiberlusconiani per fomentare il popolo è guardare dal buco della serratura, sognando la spallata con la foto del Berlusca nudo!!! Ma devono sbrigarsi, perchè ormai il vecchio Conso è un fiume in piena….. e intanto ci si prepara all’ennesimo corteo, quello delle donne offese dal Barbablù di Arcore, scendono in piazza per protestare contro ” il disprezzo del corpo femminile “. Sdat, permettimi una battuta, in questa vicenda l’unica parte del corpo che è stata disprezzata è il culo del Berlusca, che dalle intercettazioni risulta essere “flaccido”, con sommo gaudio dei vari Lherner, Santoro e Travaglio,circostanza irrilevante per i magistrati ma utile allo sputtanamento mediatico . A quando una manifestazione di protesta contro il disprezzo del culo flaccido degli uomini?Appro.. Oltre alle ninfette ormai appassite che hanno rimosso il loro passato, ci sarà anche Vendola.

    TADS’ ANSWERS:

    Cara Aurora, è un labirinto Dedalico, gli uomini potenti hanno il culo flaccido perchè lavorano 20 ore al giorno per poter far si che le donzelle abbiano il culo sodo, culi sodi ma ingrati, infatti una volta rassodato e fatto a mandolino vanno in piazza a manifestare contro il “Michelangelo” che l’ha scolpito (questa è pò complicatina da capire, non mi riferisco a te ).

    Nicoletta Vendola parteciperà alla manifestazione??? ci saranno pure Vladimiro Guadagno e Piero Marrazzo???
    Ops… scusami la domanda… mi è sfuggita, è che si parlava di “culi”…!!!

  5. La sua “garbata” risposta l’avevo già immaginata; ho sperato, però, fino in fondo che lei fosse più profondo e meno incline al ludibrio da bar; peccato mi ero fatto una cattiva idea!! d’altrondo il suo libero pensiero si traduce, in ogni suo post nel vomitare fango su tutti e tutto; lei probabilmente si è gia fatto vedere… con pochi risultati però!

    TADS’ ANSWERS:

    leggi bene Sannita,
    sei entrato nel mio blog e non hai espresso nessun commento capace di entrare nel merito, mi hai dato sostanzialmente del leccaculo nei confronti del potere ed hai avuto pure l’ardire di “analizzarmi”, prova a chiederti chi è il “profondo” e chi il cazzaro da “bar sport” che recita le lezioncine impartite da Travaglio e Santoro, facile attaccare e poi accusare le reazioni, siete tutti uguali, fatti con lo stampino dell’ipocrisia, aria fritta condita col niente, se hai qualcosa di serio da dire in merito al post, anche in contrapposizione alle mie analisi… fallo pure, se devi venire qui ad insultarmi, tirare la pietra e nascondere la mano… stattene a casa tua, TI SEI FATTO CONOSCERE.
    Io sul tuo spazio ho civilmente espresso il mio punto di vista sul tuo dire, non ti ho analizzato nè ti ho populisticamente infilato in chissà quale mucchio.
    Non credo proprio tu abbia i mezzi per immaginare una mia eventuale risposta nè di capire la “profondità” del mio pensiero, basta leggerti, io guardo gli eventi con la freddezza del realismo e del disincanto, a volte esprimo il mio essere sofista in modo articolato, trova il modo di darmi torto in modo serio e documentato, se ne sei capace.

  6. Caro Sdat ti assicuro che se il berlusca avesse lavorato come muratore o magazziniere, carica e..scarica..barili ect , ect e magari di notte considerato che dorme solo 3 ore (l’ha detto lui) anche un po’ di ginnastica mirata ai glutei non gli farebbe male, e anche quella ….corporea muovendosi più lui…essendo una forza della natura, (beato lui) forse non sarebbe cos’ì flaccido il suo culo e sicuramente se avesse svolto quei lavori non avrebbe nemmeno portato la pensione a 65 anni…fidati!!!
    Ma per carità ONORE AL MERITO!!! il dottore sta diventando come … i tanti del cupolone…, grasso !sull’obeso direi, povere donne, anche l’occhio vuole la sua parte e se non sono mai state pagate come lui sostiene ….povere!
    Il mio culo esempio è sodo e a mandolino nonostante l’età regge ancora e giuro che non ho mai fatto protesi….ho lavorato tanto…lavoro duro caro Sdat e anche se forzatamente ho preso una….. pausa si mantiene…per ora!
    altro che piazza ci vorrebbe il berlusca raffigurato come il Davide di Donatello, sai la fila che farebbero tutti per andare a vederlo; il mondo è pieno di curiosi!!!andrebbero anche a pagamento, cos’ì almeno con l’incasso potrebbe pagare almeno le supplenti nelle scuole …per lo stipendio già congelato..che dire:
    W la salute!

    p.s maaaaa la pancia come sarà ?a rotolini? sicuramente!! e mi raccomando donne non strapazzate i suoi capelli…per carità….
    cavolo però dopo la …botta che ha preso hai visto come si è rifatto bene..a parte il trucco, i lineamenti sono quasi perfetti, anche i dentini belli!!
    Sdat ca…dopo si dice che parliamo come portinaie!!
    Se hai tempo dai un’occhiatina velocissima al mio blog, fa ridere!
    Notte

    TADS’ ANSWERS:

    carissima Khiara,
    ti sei mai chiesta perchè Forattini disegna da sempre Veltroni come un verme???

  7. Eccoli là, 13 febbraio 2011 giornata delle fisime della sinistra! Ma finiamola, sono dei falsi moralisti, è evidente. Leggo non per tutti…

    TADS’ ANSWERS:

    ciao LUX,
    trovo singolare il fatto di essere stato accusato di maschilismo dall’unico maschio che ha, per adesso, commentato

  8. No carissimo Sdat non sono cos’ì informata, dimmi tu il perchè forattini disegna veltroni come un verme…grazie
    non sapevo che vedi solo bianco e nero sinceramente ti credevo più fantasioso…. ah queste donne-uomini rivoluzionari che non si rassegneranno mai.
    che pal…in quasi tutti i blog : e mi ami, e quando mi ami, non lascirmi, piango, mi dispero ,…per sentirsi rispondere maledetto quel giorno..quanto mi è costato!
    donne fate valere i vostri diritti , se donne ricordatevi un fatto importante siete solo voi a decidere se prenderlo in quel posto o no!..
    poi non lamentatevi e imparate a trattare l’uomo come lui tratta voi …nel bene o nel maleveramente sono importanti…e pensate alla salute per vivere come meglio si può!
    Oh sono ancora fuori tema…

    ciao sdat

    TADS’ ANSWERS:

    un verme non è certo l’espressione dell’essere “sodi”,
    quella della sinistra sono talmente poveri di spirito che vedono in bianco-nero pure l’arcobaleno
    modifica effettuata, poi non dirmi che sono cattivo

  9. Buongiorno, l’incongruenza, il bigottismo, il caos, il falso perbenismo, ecc.. ecc… e ancora ecc. ecc… Sono alla base di questi rappresentanti che inneggiano sempre al contro tutto e tutti. Ho sempre pensato e scritto che, tra le tante cose che ci differenziano da loro, noi abbiamo la compattezza e il rispetto per i leader, mentre loro se sono soli litigano anche con loro stessi, con i loro stessi pensieri e ideali, l’importante che si oppongano, oppongano, oppongano. E’ da un pò che ciarlano con il bunga bunga e adesso in questa manifestazione vediamo quali parole inventeranno per poi fare, come sempre, magre figure.

    TADS’ ANSWERS:

    sante parole Sire

  10. ..L’hai detto, l’ennesima carnevalata.
    Certo che lo spettacolo sarà più dell’orrore, considerate le partecipazioni.
    Bel post.

    TADS’ ANSWERS:

    meglio una sana gita domenicale in montagna oppure al mare
    grazie per l’apprezzamento

  11. prendo atto che risponde cassando il commento però; i commenti io li pubblico tutti e se talvolta non l’ho fatto mi sono anche astenuto dal commentare a mia volta.
    Anche io la saluto definitivamente.

    TADS’ ANSWERS:

    capatosta il tipo,
    continua a confondere i commenti con gli insulti,
    te lo ripeto per l’ultima volta:

    NEL MIO BLOG CHIUNQUE PUO’ COMMENTARE E DISSENTIRE DAL MIO PENSIERO,
    L’IMPORTANTE E’ CHE ENTRI NEL MERITO ED ARGOMENTI, COME HO FATTO IO DA TE.
    PRESENTARSI A CASA DEGLI ALTRI E METTERSI A FARE L’ANALISTA DELLA DOMENICA
    CON INSULTI E RIFLESSIONI SULLA PERSONA E NON SUL POST E’ TUTT’ALTRA ROBA.
    SE NON RIESCI AD ASSIMILARE QUESTO CONCETTO EMENTARE… NON SO CHE DIRTI.
    CONTINUI A ROMPERE I COGLIONI SENZA SCRIVERE UNA SOLA RIGA DEGNA DI ESSERE LETTA,
    TI STAI RENDENDO RIDICOLO, DIREI PENOSO.

  12. Siamo alle solite sdat,l’odio degli antiberlusconiani di cui il Sannita è degno rappresentante tracima nell’insulto gratuito verso chiunque non reciti mattina e sera la filastrocca del Berlusconi mafioso, del Berlusconi pedofilo, del Berlusconi corrotto e corruttore. Hanno buttato in mezzo alla mischia persino un bambino di 13 anni. Stamattina li vedevo gongolare perchè un sondaggista ha detto che “una buona parte degli italiani non crede alla versione di Berlusconi”, azzo che bella soddisfazione…che senso ha commissionare sondaggi quando la stessa Procura ha ipotizzato 2 reati, concussione e prostituzione minorile, che a tutt’oggi non riesce a dimostrare? Per loro questa circostanza è di secondaria importanza, hanno raggiunto lo scopo, la macchina del fango comincia a dare i suoi frutti, la verità può aspettare, magari dopo le dimissioni di Berlusconi, quando gli stessi magistrati, mici mici tomi tomi, saranno costretti ad archiaviare con la solita formuletta: “il fatto non sussiste”.Ricordo che l’onere della prova spetta all’accusa, oppure per Berlusconi vale il contrario?Cari magistrati, così come avete mandato in giro centinaia di ore di intercettazioni irrilevanti ai fini processuali, abbiate la bontà di fornire al popolo italiano e a Berlusconi stesso le PROVE, LA PISTOLA FUMANTE per cui avete chiesto il rito immediato. Dove sta il concusso, dove sta la prostituta minorenne? Pechè Santoro non ha dato spazio alla notizia, fornita dalla stessa procura imbarazzata, che la principale accusatrice, la Macrì, ha sbagliato date e luoghi di riferimento?Il “si dice” dovrebbe appartenere al mondo del gossip, non a quello delle aule giudiziarie, perchè i magistrati permettono questo?

    TADS’ ANSWERS:

    annosa questione,
    esiste uno “zoccolo duro”, figli di quella sub-cultura che aggrega, massifica e stratifica verso il basso, una volta si omologava il popolo “piallandolo” nel lavoro, nella società e pure nel vestire, adesso si tenta di gestirlo attraverso un lavaggio del cervello di massa attuato dai media che martellano in modo asfissiante da mane a sera in ogni dove. Siamo arrivati agli assalti, agli assedi, al tentativo di violare residenze private. Tentare di “demolire” un esecutivo eletto democraticamente che ha la maggioranza numerica in Parlamento significa porre in essere un “colpo di Stato”.
    Berlusconi ha ancora due anni di mandato, un segmento di tempo paragonabile ad un alito di vento, dubito che a 77 anni avrà la voglia di affrontare altri cinque anni di una simile via crucis, due anni che potrebbero essere ottimizzati, con la collaborazione di una opposizione seria, per effettuare le riforme importanti. Invece no, la politica non c’entra niente, è una guerra personale, una caccia all’uomo. I magistrati di sinistra NON accetteranno mai una riforma della giustizia fatta dal suo governo e le opposizioni faranno di tutto per non consegnarlo alla Storia come l’uomo della modernizzazione degli apparati, costi quel che costi. Questa è la cruda e nuda verità, qualora il Premier dovesse riuscire nei suoi intenti per la sinistra sarebbe la “morte” politica e per i giudici “anti” un fallimento ventennale che non troverebbe nessuna giustificazione storica.
    E’ significativo e preoccupante che il movimento antiBerlusconiano si affidi ai “guru” televisivi ed ai palagiustizia anzichè al PD per perseguire i propri obiettivi.
    Il caso Ruby è solo una pietra, una delle tante, messa nella catapulta, la contraddittoria pagliacciata di domenica prossima sarà una pietruzza lanciata con la fionda contro una fortezza. Una scampagnata che farà la felicità di bar, ristoranti e chioschetti che vendono bibite e panini, niente di più.

  13. tipo tronfio e spocchioso, assolutamente da evitare… confermo l’addio definitivo.

    TADS’ ANSWERS:

    NOOOOOOOOOOOO…. TI PREGO, NON ANDAR VIA,
    molti miei lettori mi hanno scritto in privato chiedendomi di non bannarti,
    sei diventato una specie di intermezzo comico con i tuoi interventi.
    Continua pure con le tue perle.

  14. complimenti per il post Tads, non ci vedo niente di maschilista, ti trovo terribilmente realistico.
    smak

    TADS’ ANSWERS:

    grazie carissima, vedere il maschilismo in questo post significa essere “sprovveduti”, tanto per usare un eufemismo. Pensa che c’è qualche blogger talmente “poveraccio” che, come hanno tentato di fare altri in passato, stravolge totalmente il mio pensiero per avere un minimo di vana gloria, sono tutti figli di Santoro e dei suoi metodi, manipolare l’altrui dire per trarne puerili vantaggi.
    Pecore concettuali senza spina dorsale. Nessun problema, chi ha i neuroni capaci di creare sinapsi legge e trae somme
    La storia è implacabile, molti di quelli che tiravano le monetine a Craxi davanti al San Raphael oggi si adoperano perchè qualcuno gli intesti una piazza oppure una via.
    Quando Berlusconi non ci sarà più… saranno in molti a rimpiangerlo dopo essersi accorti di vivere in uno stato di polizia fintamente governato da inetti che conoscono solo l’aumento delle tasse, l’assistenzialismo statale ed i propri privilegi tutt’altro che proletari.
    Ti abbraccio

  15. lino noli scrive:
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

    TADS’ ANSWERS:

    sapevo che prima o poi non avresti resistito alla tentazione di venire qui,
    ti ho ignorato per 24 ore di proposito, sei troppo prevedibile.
    In questo blog tira un’aria diversa, i “buontemponi” come te stanno fuori dalla porta.
    Adesso ho il tuo IP e so da dove spari le tue cazzate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...