L’altra Italia…

La vicenda dei presunti “festini orgiastici” tenuti nelle residenze Berlusconiane, data in pasto ai media il giorno dopo la decisione della Consulta sul legittimo impedimento e corroborata, con una tempistica da copione teatrale, dalle dichiarazioni dell’ennesimo pentito di mafia che, in merito alle stragi del ’93, non tira in ballo Scalfaro, Ciampi o lo stesso Conso che pure ha rilasciato dichiarazioni gravissime… no, ovviamente accusa Berlusconi di aver elaborato chissà quale losco disegno destabilizzante… è veramente singolare. Ma per davvero gli Italiani meritano di essere presi per fessi in siffatta maniera da questa magistratura???

La “giustizia” nostrana è come una donna ferita nei sentimenti che non riesce ad accalappiare l’uomo dei propri sogni, direi quasi isterica ed irrazionale, spesso incomprensibile sotto l’aspetto comportamentale. Da una parte c’è il cuore Stakanovista di un “red pool” Milanese che lavora 24 ore su 24 per sette giorni alla settimana da oltre 17 anni occupandosi solo di Berlusconi, dall’altra c’è un deplorevole aspetto accidioso che porta, ormai sono divenuti numericamente importanti, dei giudici ad impiegare (anziché 90 giorni) oltre quattro anni per stilare sentenze, ridando cosi la libertà a feroci assassini e criminali di alto livello imprigionati dopo un lungo e rischioso lavoro da parte delle forze dell’ordine che si sentono prese in giro. Esiste poi l’aspetto della giustizia “coredemamma”, tollerante, comprensiva, cristiana… Quella che ha scarcerato Delfino dandogli la possibilità di uccidere per la seconda volta, quella che ha mandato agli arresti domiciliari quel tipo arrestato per aver dato qualche coltellata alla ex ritrosa, non lo voleva più, mettendolo in condizioni di “finire il lavoro”, un omicidio annunciato. Anche quel pezzo di merda che ha sterminato una famiglia guidando ubriaco come un pazzo per far divertire la propria fidanzata è libero, nonostante il suo essere recidivo. Che dire poi di quei due zingari che a solo un anno di distanza dall’aver massacrato a morte (con calci e pugni) un ragazzo davanti ad un chiosco si sono visti regalare un mese di “ferie” per le feste natalizie. L’elenco è lungo, lunghissimo, non passa giorno senza che qualche notiziario ci informi sulla libertà acquisita o mantenuta da delinquenti grazie ad imperizie, pigrizie, distrazioni o libere interpretazioni da parte di qualche giudice “creativo”, “estroso”, “politically correct”. Non trascuriamo certi processi particolarmente eclatanti e spettacolarizzati, la condanna alla Franzoni è una emerita cazzata, se è colpevole merita l’ergastolo, se è innocente la libertà, che cazzo sono questi 16 anni? Un compromesso assurdo ed inaccettabile che ha già preventivato sconti, concessioni e permessi, alla faccia della galera. Neanche certe inchieste come quella di Woodcock su vallettopoli devono essere prese sottogamba, sicuramente dovuta ma forse non c’era bisogno di atteggiarsi davanti alle telecamere come un novello George Clooney che va ad acquistare le capsule della Nespresso, e, da ciò che si è evinto, non era neanche necessario far accomodare, senza logiche esigenze investigative, nel suo ufficio tutto il ficame televisivo che circola in Italia. Molti non ricordano l’inchiesta di quel giudice Biellese che ha messo nella merda Valerio Merola, Boncompagni e Gigi Sabani, tutto si è dissolto come una bolla di sapone ma con due strascichi importanti, carriere rovinate ed il matrimonio del magistrato “inquisitore” con l’ex fidanzata del presentatore/imitatore. Nessuno ha pagato danni.

Penso che il Signor Palamara, in veste di Presidente dell’associazione di categoria, invece di origliare cosa dicono in parlamento, come le peggiori cortigiane, dovrebbe occuparsi delle cazzate immani che i suoi colleghi commettono ogni giorno. De Magistris è indagato per essersi impossessato indebitamente di fascicoli NON di sua competenza, vedremo come finirà. Sempre il Signor Palamara dovrebbe adoperarsi per mettere fine ad un incivile ed antidemocratico doppiopesismo, un virus che affligge da anni i Palagiustizia “rivoluzionari”, mi riferisco alla diffusione in tempo reale di documenti secretati ai network “amici” da parte di PM compiacenti, ovviamente solo se riguardano l’universo del Premier, gli interrogatori, pardon, le deposizioni scomode come quelle di Di Pietro, Conso, Ciampi, Scalfaro e tutti gli atti che riguardano l’altra parte politica non filtrano, stranamente. In questo Stato, illustre Presidente dell’ANM, il segreto istruttorio esiste o non esiste? Diffondere particolari di inchieste riservate è un reato oppure no? Che differenza corre tra la giusta autonomia di un organismo istituzionale e l’uso politico di una impunità antidemocratica posta in essere per condizionare o vanificare la sovranità del popolo??? Qualora si dovesse acclarare che l’inchiesta “Ruby” non fosse di competenza del pool Milanese che succederebbe? In quali sanzioni incorerebbe la Signora Boccassini, visto che ci troveremmo di fronte ad un abuso di potere a dir poco clamoroso? Marrazzo si è infilato in una “fogna” fatta di trans, carabinieri infedeli, droga, auto blu usate per soddisfare vizi e vari morti ammazzati… con una velocità da record olimpico è stato prosciolto, provate ad immaginare cosa sarebbe successo se in un simile merdaio ci fosse stato un Governatore del PDL, altro che bunga-bunga. Si è veramente così ingenui da credere che le vicende di Fini sarebbero passate “in cavalleria” se fosse rimasto un fedelissimo di Berlusca??? Questo “doppiopesismo” è ormai chiaro anche ai bambini. Se una puttana accusa il Cavaliere si aprono inchieste, se una sua “collega” fa lo stesso con il Presidente della Camera che ha fatto “il salto della quaglia” non succede niente. Ma chi volete prendere in giro???

Non mi interessa difendere Berlusconi, sa farlo benissimo da solo, visto che da lustri non riescono a scalfirlo minimamente, nonostante un dispiego di forze e mezzi che neanche il Governo Colombiano ha mai messo in campo per combattere il cartello di Medellin. Semplicemente ci tengo a difendere i miei diritti in qualità di cittadino libero che rivendica la libertà di andare dove gli pare, a casa di chi gli pare e cenare con chi gli pare senza essere pedinato, schedato nè intercettato come “sponda” per incastrare terzi. L’idiota teoria secondo la quale:”chi non ha niente da nascondere non ha paura di vivere sotto controllo”, la butto tranquillamente nella tazza del cesso con la foto di Stalin, io ho un concetto della libertà personale molto diverso. Qualcuno si dimentica, troppo spesso, che esiste il diritto alla privacy, un diritto inviolabile che viene sistematicamente calpestato da magistrati in totale delirio di onnipotenza.

Molti Italiani non riescono a capire, forse sarebbe meglio dire prevedere, le conseguenze del post-Berlusconismo. Un esercito giudiziario, mediatico e politico catalizzato da un vincolo ignobile, combattere ed eliminare il nemico, ad ogni costo e con ogni mezzo, il giorno in cui questa forzata alleanza dovesse averla vinta, per qualsivoglia motivo…. Si disgregherebbe e comincerebbero furibonde guerre intestine senza esclusione di colpi. Eliminato lo spauracchio inizierebbero a sbranarsi tra loro come cani rabbiosi. In un PD slavato e condizionato da ex democristi, fatto fuori Berlusca, alleanze come quella con Di Pietro e Vendola diventerebbero zavorre da scaricare, e, magari, come Bertinotti, da eliminare dal Parlamento. Fini non sarebbe più un antiB da proteggere e quindi se dovesse fare casino più di tanto si ritroverebbe nella merda fino agli occhi. Di Pietro e l’IDV esistono solo perché sono urla “contro”, di certo non per illuminati programmi e capacità politiche, anche in questo caso tirare fuori l’ossario dagli armadi sarebbe un gioco da ragazzi, con lui poi…. Il neocomunismo ecologista di Vendola è anacronistico, contraddittorio, astruso e totalmente privo di credibilità, tra l’altro non riesco proprio a capire come possa tenere lezioni di morale ed etica un pervertito sodomita. Nello scacchiere politico Italiano, a livello centrale e periferico, esistono molti personaggi che godono di favori “extra”, protezioni ed “occhi di riguardo” solo perché utili alla guerra antiBerlusconiana, quando e se il Premier dovesse mai uscire di scena… ci ritroveremmo ad assistere ad una cannibalizzazione all’interno dell’opposizione senza precedenti. La storia mondiale ce lo insegna, eliminato il pericolo comune gli alleati, soprattutto quelli più agguerriti, si trasformano in acerrimi nemici, bastoni tra le ruote da “bastonare”.

Uscite da quella “amorale” “morale” che beatifica o rende martiri Lady Diana, Carla Bruni e la stessa Veronica Lario, insieme ad altre, tante altre donne che ne hanno fatte più di Bertoldo, salvo poi lavarsi la faccia attraverso il vittimismo o l’arrivismo fintamente vissuto come fato e non come percorso pianificato. Non bevetevi neanche le cazzate che dicono Bersani e C., è vero, c’è da vergognarsi di essere Italiani ma non per le feste di Berlusconi bensì per l’essere cittadini di uno Stato dove la fanno da padroni quelli che scarcerano i mafiosi, pagano e proteggono pluriomicidi che squagliano i bambini, difendono i terroristi, Uno Stato con una magistratura che vive nella più totale anarchia. Tutti intercettati, tutti monitorati, giornalisti che rivendicano il diritto di operare nella illegalità, lo sputtanamento è quotidiano, solo in Italia esiste l’ordine degli scribacchini. Solo in Italia esiste una terza carica istituzionale dello Stato che piscia sul suo dovere costituzionale di essere “super partes”. Il Signor Sarkò ha fatto licenziare in tronco un direttore e tre cronisti che si sono permessi di fare illazioni sulla fedeltà sua e della moglie, NESSUNO è sceso in piazza, NESSUNO si è messo a pestare i piedi e fare capricci, NESSUNO ha urlato alla censura, all’imbavagliamento, all’informazione canalizzata dal potere. In questo Paese esiste un movimento antigovernativo che boicotta le riforme, punta all’immobilismo e tenta di diffondere nel mondo l’immagine di un popolo costituito da coglioni e pezzenti. In questo Paese se una donna denuncia dozzine di volte di essere stata massacrata dal proprio “compagno” non succede niente finchè non viene trovata scannata o fatta a pezzi, se invece una ragazza dichiara di aver ricevuto un regalo da Berlusconi senza dare niente in cambio… si scatena una task force di investigatori che indaga a tutto spiano e mette sotto controllo folle da stadio. Di questa Italia, di questa parte marcia del nostro amato Paese, mi vergogno anche io, tanto. D’Alema ha esortato veementemente Berlusconi a presentarsi davanti al Copasir (il comitato per la sicurezza della Repubblica da lui presieduto) per riferire in merito alla vicenda “Ruby”, personalmente vorrei chiedere al baffetto “puparo” di Gallipoli, il maggior artefice dei fallimenti della sinistra, quando si presenterà LUI alle Camere per riferire sul perché ed in cambio di cosa il “consorzio stella polare” anela vendergli le barche con lo sconto del 50% (addirittura pare volesse REGALARGLI un veliero). Simpatia? Amicizia? Generosità? Bene, dove sta scritto che questi “nobili” valori debbano “profumare” solo la sua persona, già “unta” dalle case di “favore”?

Calo il sipario con una considerazione da cittadino qualunque quale mi fregio essere, ne ho pure già parlato altrove. 17 anni, cento procedimenti giudiziari, quasi 3000 udienze, migliaia di perquisizioni, miliardi di soldi nostri spesi, eppure… Berlusconi è lì, saldo in sella, nonostante le minchiate che dicono i suoi detrattori da lunghi anni. Come è possibile? Siamo ormai nel territorio dell’assurdo, nessun essere umano “sporco” avrebbe potuto reggere ad una simile e duratura onda d’urto, tra l’altro supportata da uno stillicidio mediatico che si perpetra quotidianamente da tempo infinto su innumerevoli fronti, tutti sappiamo benissimo che se si votasse domani LUI vincerebbe nuovamente e pure alla grande, dove sta la pergamena capace di svelare l’arcano? Per quanto possa valere, porto in testimonianza quel piccolo termometro sociale che incontro ogni giorno tra le persone che frequento. La gente comincia ad averne i coglioni pieni di un antiBerlusconismo inconcludente e disfattista, martellante, nauseante, fatto di teoremi, di trasformismi politici e di chiacchiere immesse nell’aria come peti che spesso si rivelano essere scoregge “vestite” capaci di violare il bianco candore delle mutande di chi le indossa. Non basta lavarsi i denti per poter sorridere serenamente, è necessario farsi anche il bidet, concetto difficile da capire ed assimilare per coloro che ridono grattandosi il culo sporco.

Tullio Antimo da Scruovolo

Annunci

11 thoughts on “L’altra Italia…

  1. Come mai i cosiddetti ” opinionisti ” nostrani glissano alla grande sull’ultimo sondaggio Piepoli? Lo scandalo Ruby non ha scalfito la fiducia degli italiani nel Presidente del Consiglio, il gradimento del premier è infatti stabile attorno al 50 per cento. Nessun contraccolpo, nemmeno nelle intenzioni di voto. Sento già la risposta: il sor Piepoli va a ballare il bunga bunga ad Arcore!

    TADS’ ANSWERS:

    ciao Aurora,
    l’ho scritto nell’ultimo capoverso, gli Italiani cominciano veramete a stufarsi
    di questo antiBerlusconismo IMPOSTO e assillante, di questa opposizione
    senza idee nè programmi che canta la stessa cazone da quasi 20anni,
    Di questa magistratura che spia dal buco della serratura.

  2. Caro sdat, parole sacrosante. La situazione è così assurda che si stenta a crederci. Passa anche la voglia di commentarla perché bisognerebbe scriverci un libro. Davvero sono senza parole.

    TADS’ ANSWERS:

    Illustre Giano,
    a tutto c’è un limite, per fortuna molti Italiani cominciano a svegliarsi,
    viviamo in uno Stato di polizia, la democrazia non è a rischio, è morta nel ’94
    con la nascita dell’antiBerlusconismo.
    Il vaticano, anzichè occuparsi della pedofilia ecclesiastica invoca la moralità
    politica di uno Stato sovrano, esorta i giovani ad avvicinarsi alla campagna e nel mentre
    sfratta dieci famiglie di contadini da un proprio terreno senza dare spiegazioni,
    predica la tolleranza e l’accoglienza senza dire che la patria del papa è uno
    degli stati che ha le leggi più rigide e severe al mondo nei confronti degli stranieri.
    Per non parlare delle malefatte dello IOR.
    In Italia tutti hanno il potere di dire, fare e disfare tranne chi è stato eletto
    con democratiche elezioni, è uno schifoso assedio.

  3. Ho letto velocemente questo post: mi viene il mal di testa, ma è un problema mio! ( Non è una scusa: accetto volentieri le tue…critiche)
    Ti chiedo gentilmente solo una cosa, prima di sparare sentenze sulle puttane (se ti riesce), o sui pentiti di mafia, delinquenti presunti o meno ect, ect, di riflettere un attimo!
    Sai perfettamente che sono sempre stata a favore…dei meno fortunati ,
    ognuno di noi, tutti, abbiamo avuto un proprio percorso di vita; per alcuni non troppo felice e sono diventati, crescendo, forse, quello che non avrebbero voluto essere!! non sono stati certamente tra i tanti privilegiati.
    1) Le puttane come tu le definisci svolgono un ….lavoro come tutti, e non credere che sempre per loro sia una “passione” o una scelta: lo sfuttamento della prostituzione è noto, soprattutto delle giovani donne, in particolare quando vengono scelte e pretese da qualche politico (e non) per soddisfare le proprie perverse “voglie”
    Hai letto tutta la “vicenda” del caso Marrazzo??( e di chissà quanti altri) credi che quel…uomo-donna sia stato felice del “trattamento” subito? Io non penso!
    Ti ricordi che strana fine ha fatto quella persona??? e chissà quante altre-i che non sapremo mai!
    Quel balordo (MARRAZZO) l’ha lasciata-o a terra in condizioni davvero pietose : ti ricordo che nel frattempo sua moglie stava partorendo il suo terzo figlio…VERGOGNA! E tu metti in discussione la serietà di quel politico con una puttana o un travestito anche in un tribunale! Per cortesia quella povera persona non sapeva a cosa andava veramente incontro…alla bestialità dell’uomo..e alla sua morte appunto…LEI ha pagato caro il suo debito …e Marrazzo? E’ ancora in ritiro in un convento?…di suore?
    Lo stesso discorso vale per i coraggiosi pentiti di mafia, cresciuti gia uomini in quella “cultura” che non può e non poteva essere diversamente…e chi ci ha provato ha fatto solo….CENTO PASSI …o poco più
    Uniamoci a questi valorosi ,e anche ai pentiti che hanno pagato carissimo per collaborare con la giustizia e vissuto la strage delle loro famiglie, bambini compresi!
    Avrei tanto altro da dire,…non dimentico i veri delinquenti come Battisti e molti altri: non so se hanno avuto quello che veramente si sono meritati…e nel frattempo stò pensando alle persone innocenti volutamente coinvolte dalla mafia-politica che sono tutt’ora in carcere e ci staranno a vita!
    Per concludere quello che mi fa più innervosire è l’atteggiamento provocatorio del Premier… dopo l’ultima avventura con la marocchina, (non troppo abbronzata) che non è certo una novità ….oppure no??? Sdat!? dimmi che anche questa è un’altra manovra politica!’
    Il Premier stesso ha ammesso che le giovani donne le piacciono molto, rappresentandoci in tutto il mondo con la sua faccia da ebete, con tre strati di cerone, capelli trapiantati malissimo,e il colore tinta troppo evidente (mi piacerebbe sapere chi è il suo parrucchiere) e se potesse Silvio metterebbe anche i tacchi …a spillo!…………
    E fa veramente incazzare !dopo tutto quello che succede da anni: quella sua “personalita” strafottente, quel menefreghismo di fondo che sbatte in faccia a tutto il mondo la sua arroganza di dire: faccio e farò sempre quel cazzo che voglio! dimenticando quanto è stato privilegiato e quante persone hanno pagato e continuano a PAGARE per lui!!! e per altri come lui!
    E’ evidente che non si arriverà al voto…e LO SANTO vincerà ancora!
    SIGNORI SI NASCE!……..e basta!

    TADS’ ANSWERS:

    hai fatto male a leggere questo post velocemente, la cosa ti ha portato a scrivere un commento fuori tema, te lo pubblico lo stesso e magari cerco pure di chiarirti alcuni concetti.

    1) non me ne frega niente degli uomini che vanno con i travestiti, semplicemente mi sento preso per il culo (metaforicamente) se appartengono ad un partito che predica la moralità a squarciagola. Lo stesso dicasi per Vendola, se gli piace fare pompini e farsi inculare… faccia pure ma eviti di criticare l’operato degli altri. In questa pozza di ipocrisia c’è cascato pure il papa, prima di fare prediche su etica e moralità consegni alle polizie di tutto il mondo il lunghissimo elenco di preti pedofili che hanno rovinato la vita a migliaia di bambini, no, questo non lo farà mai, si è sciacquato la faccia chiedendo scusa ma continua a proteggere quei pezzi di merda dei suoi sottoposti.

    2) tra le puttane schiavizzate e le “escort” che cercano gloria, soldi e successo “dandola” a pagamento esiste una differenza oceanica. Le ragazze vittime del raket andrebbero più volentieri a lavare le scale piuttosto che battere i marciapiedi, le “accompagnatrici” scelgono di “marchettare” perchè non hanno voglia di lavorare, non solo, per loro le donne che si alzano al mattino presto per andare a guadagnare in un mese quello che loro incassano in una sera… sono delle coglione. Fare la puttana per scelta non è MAI un percorso imposto dagli eventi della vita.

    3) un “uomo” che ammazza e vive di prepotenza per lunghi anni salvo poi pentirsi, condannando a morte i propri famigliari, per evitare la galera non è solo un infame, è una merda che non merita nessuna comprensione, troppo facile abbuffarsi come porci e poi far pagare il conto agli altri. Perdonami ma non riesco proprio ad immaginare come si possa giustificare il giocarsi figli, fratelli, ecc. ecc. per pararsi il culo. Lo dico da sempre, questo sarà un Paese civile quando i soldi, miliardi, spesi per pagare e proteggere pentiti saranno destinati alla formazione investigativa ed alla tecnologia. Leggiti il “programma protezione” che vige negli USA, è MOLTO diverso e più efficace del nostro, meno generoso e molto stringato nei tempi, in ogni caso tutte le “confessioni” devono essere supportate da immediati riscontri probatori e testimonianze dirette. In America non esistono pentiti che parlano a rate e vengono mantenuti e protetti per anni ed anni.

    4) finchè non saltano fuori foto, video ed inconfutabili prove sui festini Berlusconiani, rimaniamo nel territorio delle illazioni, delle supposizioni e delle congetture. L’altra sera da Santoro la solita puttana di turno ne ha dette di ogni fatta sul Premier, il giorno dopo la povera madre di questa deficiente si è sentita in dovere di affermare: “Non date retta a mia figlia, da sempre racconta balle, è solo in cerca di notorietà”. Il Signor Santoro si è dimenticato di dire che questa “signorina” ha trascorsi da tossica, alcolista e altre varie nefandezze che hanno indotti i servizi sociali a portarle via un figlio. Alla faccia della credibilità.

    5) con chi scopa Berlusconi, del trapianto di capelli e del cerone… è roba da portinaie, non mi riferisco a te. In ogni caso solo un demente o una persona in malafede può credere che un vecchietto di 75 anni, già operato di cancro alla prostata, dopo aver lavorato 18 ore si schiavazzi frotte di fanciulle allegre. Tutto quello che riguarda l’antiBerlusconismo è da catalogarsi come manovra politica. Oggi a Torino Veltroni ha detto che è necessario mettersi tutti insieme (comunisti, fascisti, dipietristi, ex democristi e varie ed eventuali…) per far fuori il Cavaliere, cento anni di storia buttati nel cesso, ideologie buttate nel cesso, dignità buttata nel cesso, identità politica buttata nel cesso. E dopo? Dovessero mai vincere, che succederebbe? Te lo dico io, si scannerebbero tra loro come maiali affamati che assaltano il trogolo.
    Buon week end

    ps: dimenticavo, Marrazzo è stato prosciolto e reintegrato in quella “sacrestia” chiamata RAI,
    fosse stato un uomo di Berlusca l’avrebbero murato vivo

  4. Perdonami Chiara, come si fa a mettere sullo stesso piano il PENTITO di mafia che accetta di “collaborare” con le Procure per ottenere sconti di pena e un regime carcerario meno duro, con il COLLABORATORE di giustizia che decide autonomamente di denunciare determinati episodi mafiosi? Peppino Impastato ( ” cento passi” ) era un pentito di mafia?

    TADS’ ANSWERS:

    Peppino Impastato era un testimone contro la mafia non un pentito

  5. Lo ribadisco: la maggioranza degli Italiani merita QUESTA magistratura, QUESTE forze dell’ordine e soprattutto QUESTI politici.
    Ma hai colto nel segno: in carcere ci va chi dovrebbe essere libero (a mio avviso la Franzoni è innocente, ma non sto qui a sviscerare la mia complessa tesi giudiziaria) e solo perchè la tv se n’è occupata.
    Mi chiedo, ma è un concetto davvero così difficile rinchiudere in carcere un reo, dal momento della sua cattura fino alla cessazione effettiva della pericolosità sociale?
    La verità è un altra, ma evito di esporla prima di finirci io nelle patrie galere…
    Ad ogni modo, da Nazionalbolscevico ADORO lo stato di polizia alla Bismark, per cui telecamere&intercettazioni come se piovesse XD XD XD

    TADS’ ANSWERS:

    che vuoi che ti dica figliolo?
    fatti coraggio

  6. stimato RE DI SATURNO,
    rarissimamente rispondo ad un commento con un intervento a parte, questa è una di quelle eccezioni. Hai una bella famigliola e certamente il desinar serale è per te un momento di convivialità, se tu fossi un attempato single che cenerebbe, poche volte alla settimana, in casa con tanto di forchetta, coltello e telecomando… ti incazzaresti ancora di più.

    Nella ultima puntata di “in onda” su LA7 23/01/2011 (ora di cena), il solito talk show antigovernativo che rispetta la regola del “cinque contro uno” (pare una cover della sega), una giornalista di rosso vestita, non ho capito chi sia però mi ha ricordato la pubblicità del falso giovane interpretato da Fiorello, ha superato se stessa ed ogni limite della decenza, infatti l’adolescente in piena sindrome da pre-menopausa ha affermato: “in Italia l’informazione televisiva è gestita da Berlusconi, poi esistono minime, piccole, ristrette trasmissioni che urlano contro”. Caro RE, mica è finita, l’emula della “infostradadaprendereperandareaffanculo” ha fatto un codazzo:”per quanto riguarda la carta stampata, c’è una divisione tra destra e sinistra.

    Praticamente il fatto che Rai3 e LA7 sparlino di Berlusconi dal mattino presto alla sera tardi è “insignificante”, sono “vocine”, anche “annozero” è un flebile vagito contro il lupo cattivo. Per quanto riguarda la carta stampata… forse la tardona “giovanile” in questione dovrebbe farsi un ripassino in aritmetica (dire matematica significherebbe infilarla nel tunnel del limoncello), valutare “Libero” e “Il Giornale” come contappeso rispetto alla corazzata Potemkin che ha imbarcato i maggiori quodidiani Italiani “contro” è veramente risibile.

    La prego SIRE, non si sganasci, non è finita,
    un’altra giornalista (?) presente (sempre “anti”) ha tirato fuori un tabulato dal quale si evince che il 53% degli Italiani acculturati sono contro Berlusconi, ma questo “sondaggio” chi l’ha fatto? L’ape maia? Topo gigio? Calimero? E’ perversamente bello vedere che la sinistra contunui ad autoproclamarsi depositaria della cultura, Quale cultura? I comunisti gestiscono la scuola e gli atenei da 50anni, se siamo classificati nel terzo mondo a livello di istruzione la colpa è della Gelmini che è arrivata ieri?

    Adesso viene il bello,
    sempre attraverso gli interventi delle Signore presenti, unico maschio il cicciottello Luca Talese (l’amatriciana e la coda alla vaccinara, magari con lo vino de li castelli, non perdonano), abbiamo scoperto che Alfonso Signorini è diventato un pericolo per la democrazia, siamo dei deficienti, non riusciamo a capire che Saviano, quello che ha dedicato la laurea (maddechè?) ad honoris causa alla Boccassini nel programma di Fazio faceva “varietà”, invece Signorini è un pericolosissimo agente segreto sotto copertura che, al soldo del Cavaliere, attenta alla democrazia Italiana attraverso una trasmissine leggera ma piena di condizionanti messaggi subliminali.

    Su questo mi soffermo un attimo, praticamente i guru dell’antiBerlusconismo, Santoro, Floris, Mentana, Annunziata e tutti gli altri… hanno paura di Signorini. Ebbene si, leggete certe recensioni che sono apparse pure su questo portale, ALFONSINA pilota il pensiero delle masse, è l’ultima invenzione mediatica del “mostro” di Arcore che punta ad indottrinare gli Italiani. Il solito critico “barbuto” (così i Cubani chiamano Fidel) che continua a classificare Kalispera un programma di TERZA serata, è arrivato a dire che nella puntata di mercoledì 19/01, quella dove Signorini ha intervistato Ruby, si è assistito più ad un dialogo amichevole che non ad un tentativo giornalistico mirato a sviscerare e spiazzare.
    Signor Sabatini, ci spieghi una cosa, di fronte ad una ragazza che asserisce “convintamente” di non essere mai stata toccata neanche con un dito da Berlusconi… Lei che domande avrebbe posto? Roba tipo… ci dica quanto ce l’ha lungo… gli viene duro… ha un testicolo ritenuto… la lecca bene… ciuccia i capezzoli… ama l’anal… pratica il pissing… gli piace lo scat… lo strap-on… Risposta prevista: “guardi Signor Sabatini che io con il Cavaliere non ho avuto nessun tipo di rapporto fisico, se preferisce glielo dico in arabo oppure in francese”.

    Capisco benissimo che fare il giornalista sia un mestiere di merda e squalificante, l’annullamento della propria dignità, improduttivo, spesso dannoso, costoso e cacacazzo… eppure, caro SIRE, questi elargitori di minchiate si sentono degli DEI intoccabili, una volta quelli/e che si facevano i cazzi degli altri venivano etichettati/e come “servi/e”.
    L’unica giornalista “pro”, anche lei femmina, di Libero (presente in trasmissione) che ha detto una cosa sensata è stata in qualche modo bloccata. Comunque il suo pensiero è stato terribilmente realistico:” sono 16/17 anni che la procura di Milano indaga Berlusconi su ogni fronte, mafia, evasione fiscale, corruzione, alcove, ecc. ecc. Senza stringere niente, la gente non ci crede più, è per questo che nonostante tutto non ha perso punti in popolarità”. La conduttrice ha abbozzato una risposta tipo: “certo per alcuni reati è stato assolto, altri sono stati prescritti.

    Certa gente la vergogna non la conosce proprio, purtroppo.

    Ave ALTEZZA, spero e mi auguro che Saturno sia un pianeta privo di giornalisti.

    TADS

  7. Caro Tullio….
    il pezzo magnifico e le risposte date ai tuoi interlocutori,
    sono più che esaustivi ed incisivi.
    E,ha ragione Redisaturno,aumentano non di poco
    la rabbia che già ribolle anche in me.
    Verso i sinistri tutti ma in primis verso una certa magistratura
    da molti anni votata a fare ESSA i governi.
    E a distruggerli.
    O almeno provarci.
    Sempre.
    Questa sua perversa protervia risale già al 1992 con Craxi.
    Anche allora avvenne un golpe giudiziario.
    Alcuni se ne accorgono solo ora.
    Ha assurto il ruolo di “PRIMO-POTERE”dello Stato
    tra la complicità dei suoi inetti,stolti rossi sostenitori.

    A perderci non sono i Craxi o i Berlusconi,ma l’Italia tutta
    che si ritrova ad essere non più un Paese democratico.
    Non esiste più un contrappeso al “potere”giuridico pur previsto
    dall’art.68 della Costituzione:è stato distrutto proprio nel 93 quando i politici
    facendolasela addosso,sotto la spinta di un buon 80% degli
    Italiani,rinunciarono all’immunità parlamentare.
    Immunità,magari spesso usata male,ma che teneva giustamente
    al loro posto i magistrati,rimanendo essi quello che i costituenti
    avevano inteso:servitori dello Stato.
    Non un POTERE,ma un …organo.

    Il ripristino di una qualsiasi forma di un equilibrio fra politica e magistratura
    è ciò che terrorizza quet’ultima e la causa
    principale dell’orribile uso-giudiziario che da vent’anni si fa contro
    quella parte politica che intende attuarlo.

    Qui mi fermo.
    Allibita,davvero allibita che moltissimi non se ne accorgano.
    E nauseata.

    Pensi che ne usciremo mai?

    marilù

    TADS’ ANSWERS:

    Cara Marilù,
    ne usciremo di sicuro, bisogna solo vedere a che prezzo e quando.
    Come ho scritto, mi conforta constatare quotidianamente una certa inversione di tendenza,
    siamo all’esasperazione, il fatto che il Cavaliere non abbia perso consensi in questa vicenda
    è un segnale che dovrebbe preoccupare tutti gli “antiB”, magistrati in testa.
    Ce lo insegna la storia, quando l’opinione pubblica non reagisce di fronte a certe “iniziative”,
    non cavalca l’onda emotiva momentanea… significa che non ci crede più.
    Un pool agguerrito e zelante che dopo 17 anni si ritrova con un pugno di mosche in mano
    non è più affidabile, non è più condizionante, non ha più potere sulle genti.
    Se a questo aggiungi l’asfissiante antiBerlusconismo mediatico,
    siamo allo stalking di massa, cominci a renderti conto che hanno tirato troppo la corda.
    Personalmente credo che molte persone, tra giornalisti e magistrati, abbiano cominciato
    a soffrire di insonnia. Questo attacco fuori competenza dei PM Milanesi, la fibrillazione giornalistica
    che ha creato Signorini e la “laurea” di Saviano dedicata alla Boccassini… sanno più
    di “canto del cigno” che non di “mazzata finale”.
    Anche il voler mettere insieme il diavolo e l’acqua santa da parte del PD la dice lunga,
    il movimento antiArcore ha iniziato a barcollare.
    Carissima Marilù, gli Italiani sono più svegli ed intelligenti di quanto i disfattisti possano immaginare,
    la riabilitazione di Craxi, mani pulite a senso unico, dieci anni di processi inutili ad Andreotti,
    mafiosi scarcerati, processi e cause che si protraggono per decenni… e tutto il cucuzzaro,
    non sono un gran bel biglietto da visita.
    Recentemente ho notato che c’è un patriottismo di ritorno, cominciano ad essere in molti
    gli Italiani che non gradiscono questo diffondere nel mondo l’immagine di un Paese allo sbando,
    pieno di ignoranti, morti di fame e creduloni da parte di una opposizione che per biechi scopi
    si venderebbe pure la madre, oltre alla Patria.

  8. Non ho seguito qualche tg/soap opera e noto che ho perso il solito susseguirsi di “colpi di scemi”, chiacchiere da salone di parrucchiera, vaneggiamenti vendolani, bersaniani, finiani, casiniani, dipietrani, bindiani ecc…
    Ho letto però qualche dichiarazione e:
    – vorrei sapere da Bersani se i suoi “soci” svolgono funzioni pubbliche con disciplina ed onore;
    – vorrei, inoltre, sapere da Fini per quale motivo secondo lui è legittimo essere preoccupati per quello che sta accadendo, quando ad essere sconcertante è lui, e aggiungo, per il buon nome dell’Italia;
    – vorrei infine sapere da Palamara se il difficile compito svolto dai magistrati con “serietà e rigore” giova alla serenità delle istituzioni e del popolo italiano.
    Non se ne può proprio più!

    TADS’ ANSWERS:

    E’ vero che Berlusconi è un benefattore, assolutamente vero…
    con la sua telefonata ieri sera all’infedele ha dato modo a milioni di Italiani
    di sapere che esiste ANCHE quel talk show, il solito salotto “contro” condotto
    da uno che si chiama Gad Lerner.
    Visto che i dati auditel parlano chiaro (è il programma di “approfondimento” politico
    con gli ascolti più bassi in assoluto), tutta la gazzarra di oggi si rivela essere
    uno spottone pubblicitario senza precedenti.
    evvai… tutti schierati con il giornalista,
    nessuno dice che in realtà in studio si stava dando vita
    al solito feroce attacco personale condito di balle, invenzioni e insulti.
    LA7, un network forse più antiBerlusconiano di Rai3, ogni anno allarga la voragine
    del deficit, siamo a cifre da capogiro e la tetra ombra del fallimento incombe.
    Al momento giusto i PADRONI invocheranno l’aiuto del governo,
    se a Palazzo Chigi ci sanno i “sinistri”… nessun problema, qualche aumento qua, qualche aumento li,
    qualche prelievo notturno dai nostri conti correnti e la7 è salva.
    Nel caso fosse ancora in auge Berlusca gli interventi verrebbero giustamente negati,
    Tronchetti ha altre fonti solide dove attingere, in tal caso assiteremo ad un putiferio
    senza precedenti. L’opposizione accuserà il Premier di voler zittire una voce
    democratica, di voler rabastare sulle sue reti la pubblicità del canale in chiusura,
    di voler creare disoccupazione, nuovo editto Bulgaro e tutte le varie belinate
    che ormai conosciamo a memoria da anni.

  9. Per la miseria! con questo blog ti sei veramente impegnato…
    Io non voglio fare il solito antiBerlusconiano e il tuo educato vaffanculo l’ho già avuto. Vorrei fare una sola considerazione. Ammettiamo l’innocenza candida di Berlusconi… ma in un clima così incandescente e devastante, non sarebbe corretto da una persona normale rassegnare le proprie dimissioni e fare in modo che si cominciasse a pensare ai nostri di problemi? e scusa, ma veramente tu ci godi a essere rappresentato da un personaggio che ci mette in ridicolo agli occhi del resto del mondo? personalmente mi sento offeso e indignato (con 2 z). Visto il clima che ha creato, io lo accuserei anche di … ma forse ha anche quella… Ma che ti ha fatto questo Berlusconi per bruciarti tutti i neuroni?

    TADS’ ANSWERS:

    Lo dico da anni ma evidentemente a te è sfuggito, direi giustamente, visto che non frequenti questo spazio abitualmente,
    io non voto da 20 anni, non sono un Berlusconiano, sono un anti-antiBerlusconiano, è un concetto un pò complicato ma puoi farcela.

    Qui gli unici che si devono dimettere in massa sono i boiardi del PD che da 17 anni sperano di battere il Cavaliere solo con il “red pool” di Milano senza mai presentare una proposta o un progetto politico credibile, continuano a perdere colpi ogni giorno, nemmeno la colonna di panzer mediatici “anti” è servita.

    Se pensi che i problemi di questo Paese possano essere risolti da Bersani, Di Pietro e trasformisti vari…
    quello con i neuroni bruciati non sono di certo io.

    Di che cosa ci si debba vergognare l’ho già scritto,
    Impegnato per scrivere il post?
    Non c’è bisogno di impegnarsi per scrivere l’evidenza,
    quella evidenza che molti, te compreso, fingono di non vedere

    cordiali saluti

  10. Si è proprio così, gli Italiani, quelli veri, cominciano ad essere veramente stanchi. Nel frattempo il Presidente Berlusconi diventa sempre più forte menti tutti gli altri ridicoli e ripetitivi…

    TADS’ ANSWERS:

    sintesi ineccepibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...